La concia delle cime di cannabis è una parte essenziale del processo di post-raccolto. Applicandola sarete certi di non aver sprecato nemmeno un secondo del vostro tempo coltivando piante di marijuana e le vostre cime sprigioneranno i loro migliori sapori. Il raccolto può sembrare l'ultima parte del processo di coltivazione, ma essiccare e conciare la marijuana è fondamentale per evitare che si formino muffe e per rimuovere qualsiasi residuo presente nei fiori, che potrebbe rendere i sapori più aspri e l'esperienza complessiva meno piacevole.

Tradizionalmente, il processo di concia avviene dopo l'essiccazione e consiste nel conservare i fiori secchi dentro a barattoli di vetro. In questo modo le cime potranno maturare e metabolizzare i propri zuccheri e sali residui, responsabili di quei sapori poco gradevoli al momento di accendere una canna. Sebbene questo processo sia ampiamente collaudato, testato ed efficace, esiste un metodo più veloce e completo per conciare.

La concia con acqua avviene prima del processo di essiccazione ed è estremamente efficace per sciacquare via e rimuovere una gamma più ampia di sostanze residue e indesiderate. L'acqua svolge in un certo senso il ruolo di agente purificatore dell'intero processo di coltivazione. Questa trasparente fonte di vita può essere usata nelle ultime settimane prima di raccogliere per eliminare le impurità e migliorare i sapori. Inoltre, svolge un ruolo fondamentale durante la concia per aiutare a finalizzare questo processo.

COME FUNZIONA LA CONCIA CON ACQUA

Per conciare marijuana con acqua bisogna usare barattoli in vetro, esattamente come per la concia tradizionale. Tuttavia, invece di essere pieni d'aria, i barattoli dovranno essere riempiti d'acqua in cui immergere le cime per circa una settimana.

Durante la tradizionale "concia con aria", le cime vengono lasciate per un periodo più lungo per far sì che tutte le sostanze residue si degradino correttamente. La concia con acqua, invece, consente di accelerare ed aumentare questo processo. Le sostanze solubili in acqua presenti nelle infiorescenze di cannabis, come zuccheri, sali, insetticidi e clorofilla, si disciolgono nell'acqua. Questo processo consente alle cime di sintetizzare i propri zuccheri in modo molto più efficace.

Ma per quanto riguarda le altre importanti sostanze di quest'equazione, come il THC? Ebbene, i cannabinoidi sono liposolubili, ovvero l'acqua da sola non è sufficiente per separarli dai tricomi ed allontanarli dalle cime. Ciò significa che la concia con acqua rimuove dalle infiorescenze ogni residuo sgradevole, senza per questo ridurre la loro potenza. Questo processo avviene grazie alla diffusione per osmosi, ovvero il movimento di sostanze da un'area ad alta concentrazione ad una a bassa concentrazione, passando attraverso le membrane cellulari.

Sebbene la concia con acqua possa rimuovere efficacemente molte sostanze indesiderate, ci sono altri composti idrosolubili all'interno delle cime che possono essere facilmente sciacquati via. Ci stiamo purtroppo riferendo anche ai sapori e ai profumi più gradevoli di una particolare varietà. Tuttavia, questo compromesso vale sicuramente la pena quando si tratta di evitare un'erba troppo irritante sulla gola e poco piacevole da fumare.

Concia Con Acqua

UNA BREVE GUIDA SULLA CONCIA CON ACQUA

Prima di iniziare il processo di concia con acqua, bisogna procurarsi acqua fresca ed un barattolo di dimensioni adeguate. È sempre preferibile usare acqua distillata, in quanto priva di qualsiasi potenziale agente contaminante.

Prendete quindi le vostre cime appena raccolte ed iniziate a ripulirle tagliando foglie e rametti. Questi scarti potranno servire in un secondo momento per produrre un po' di hashish. A questo punto, dopo aver completato la manicure prendete le cime e mettetele nel barattolo. Versate quindi acqua distillata fino a riempire completamente il barattolo. I fiori galleggiano in superficie ed è molto importante riempire tutto il barattolo per mantenere le cime sempre sommerse.

Assicuratevi di cambiare l'acqua ogni giorno per rimuovere tutte le sostanze rilasciate dalle cime. Per assorbire correttamente i residui, un'acqua nuova e pulita funziona molto meglio di un'acqua più saturata. La concia con acqua può richiedere dai 5 agli 8 giorni.

Una volta trascorso questo periodo di concia in acqua, assicuratevi di essiccare molto bene le cime per evitare qualsiasi rischio di muffa. Il risultato finale saranno cime particolarmente gradevoli e poco irritanti da fumare, con profumi meno intensi e più discreti.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out