La cannabis è una specie vegetale robusta e resistente, con una straordinaria capacità di adattarsi e di crescere praticamente ovunque, dai terreni più freddi e poveri della Russia fino agli ambienti tropicali ed umidi dell'equatore.

Alcuni coltivatori si possono permettere il lusso di usare enormi magazzini per coltivare indoor varietà sativa dalle torreggianti altezze, mentre altri dispongono di ettari di terra fertile dalla quale producono le loro cime. Tuttavia, non tutti siamo così fortunati. Alcuni di noi vivono in piccoli appartamenti il cui spazio è insufficiente per coltivare, spesso senza balconi o parti all'esterno. Tuttavia, questo non significa necessariamente che non possiate coltivare marijuana.

Pro e Contro del Coltivare Ganja sul Davanzale

La coltivazione della cannabis su un davanzale presenta diversi vantaggi e svantaggi. L'idea di sistemare un vaso accanto alla finestra e lasciare che il sole si prenda cura della pianta appare invitante per molti coltivatori. Ad ogni modo, l'assenza di controllo sui fattori ambientali può influire notevolmente sui risultati finali. Di seguito elenchiamo i principali vantaggi e svantaggi del coltivare su davanzale.

Vantaggi:

  • Costi ridotti
  • Luce solare diretta
  • Metodo adatto ai principianti
  • Ecologico

Svantaggi:

  • Spazio ridotto
  • Piante visibili dall'esterno
  • Ore di luce solare limitate

Come Coltivare Ganja su un Davanzale: Nozioni Base

Quando si pensa alla coltivazione della cannabis, spesso affiorano alla mente immagini di tende, lampade LED e complicati impianti automatizzati. In realtà, molti coltivatori ottengono raccolti eccellenti utilizzando sistemi più semplici, ad esempio coltivando le piante su un davanzale.

Anche se in questa soluzione mancano le attrezzature e le condizioni ambientali ideali per massimizzare i rendimenti, la coltivazione su davanzale è un'opzione perfetta per chi coltiva in casa occasionalmente e desidera una scorta di cime per uso personale. Inoltre, la coltivazione sul davanzale riduce al minimo le spese ed attira i principianti grazie alla sua semplicità.

Come Coltivare Ganja su un Davanzale: Nozioni Base

Quanta Luce Occorre alle Piante?

In linea di massima, maggiore è la quantità di luce ricevuta da una pianta, maggiore sarà l'energia che riuscirà a generare per crescere e per produrre raccolti abbondanti.

Le piante di cannabis crescono rigogliose quando ricevono almeno 10–12 ore di luce diretta al giorno. Questa condizione induce un anabolismo che permette agli esemplari di produrre energia e, quindi, di crescere in modo costante.

Ad ogni modo, le piante riescono a sopravvivere anche in condizioni non ottimali. Molte persone non hanno a disposizione un giardino, né un davanzale perfettamente illuminato dalla luce del sole. In questi casi, le piante di cannabis possono comunque sopravvivere ricevendo 1–2 ore di luce solare diretta al giorno. Ovviamente, questi esemplari offriranno rese inferiori, ma ogni coltivatore dovrebbe sempre cercare di usare al meglio le risorse a sua disposizione. Dopo tutto, i coltivatori migliori sono quelli che riescono ad adattarsi a qualsiasi circostanza.

Scegliere il Posto Migliore per Coltivare le Piante di Cannabis

Esposizione alla Luce

Quando si coltiva cannabis su un davanzale, l'esposizione alla luce rappresenta uno dei problemi principali. Sistemando le piante su un davanzale esposto a sud, potrete contare su una maggiore quantità di luce diretta, dal momento che il sole sorge ad est e si muove verso ovest nel corso della giornata. Se avete accesso ad un davanzale esposto a sud, potrete fornire alle vostre piante almeno 8–10 ore di luce solare diretta al giorno, durante i mesi estivi.

Anche un davanzale orientato ad est rappresenta una buona opzione. Seppur non ottimale, questa esposizione fornirà alle piante una quantità di luce adeguata, supportando la crescita ed offrendo raccolti soddisfacenti. In più, le piante saranno esposte alla luce solare dall'alba fino alle prime ore pomeridiane.

Le finestre orientate ad ovest forniscono una buona dose di luminosità, ma lasciano le piante esposte al calore intenso del sole pomeridiano. Se non avete alternative, cercate di idratare regolarmente le piante, evitando di bagnare le foglie. Le gocce d'acqua potrebbero intercettare i raggi solari ed agire come lenti di ingrandimento, bruciando il tessuto vegetale.

Scegliere il Posto Migliore per Coltivare le Piante di Cannabis

Integrazione con Luci Artificiali

Se le vostre opzioni sono limitate ed avete a disposizione soltanto un davanzale rivolto a nord (o siete circondati da edifici alti), vi consigliamo di non demordere e di fare del vostro meglio. Le piante avranno comunque accesso alla luce solare indiretta durante il giorno e, in caso di crescita rallentata, potreste aggiungere delle luci supplementari.

Le moderne luci a LED rappresentano l'opzione ottimale per illuminare artificialmente gli ambienti indoor. Emanano pochissimo calore, consumano poca energia ed emettono lunghezze d'onda simili a quelle dei raggi solari. Molti modelli offrono intensità superiori nelle lunghezze d'onda blu e rosse, porzioni dello spettro luminoso che stimolano la crescita e la fioritura della cannabis.

Installate luci supplementari nell'area del davanzale, in modo da esporre le piante a 10–12 ore di luce al giorno. Se le piante ricevono solo quattro ore di luce diretta, accendete le lampade per altre otto ore, in modo da supportare lo sviluppo degli esemplari.

Ovviamente, puntando delle luci sulla vostra piantagione, aumenterete il rischio di attirare sguardi indiscreti. Chi coltiva in zone in cui la cannabis è legale può stare tranquillo, ma nelle aree in cui la coltivazione è illegale è preferibile allontanare le piante dalla finestra prima di accendere le luci.

Selezionate il vaso più appropriato per questo lavoro

Per il momento non parliamo ancora di varietà. Dovrete prima scegliere i contenitori più appropriati per il vostro davanzale. Se sarà stretto, dovrete optare per vasi sottili da adattare perfettamente agli spazi disponibili. Tuttavia, se sceglierete i modelli stretti ed alti, le vostre piante avranno ancora spazio sufficiente dove allungare le loro radici. Tutti i formati che si aggirano intorno ai 2 litri di capacità sono abbastanza piccoli da adattarsi alla maggior parte dei davanzali, ma sufficientemente grandi da garantire piante di dimensioni decenti.

Un altro importante fattore da considerare quando si coltiva su un davanzale è l'idratazione. La maggior parte dei davanzali è posizionata sopra termosifoni e stufe, e trascorrere gran parte della giornata davanti ad un vetro caldo può compromettere la salute delle piante. Per questo è molto importante selezionare il vaso più appropriato. I vasi dotati di piccoli depositi d'acqua possono garantire tutta l'acqua di cui hanno bisogno le piante.

Selezionate il vaso più appropriato per questo lavoro

Usare un terriccio ricco di nutrienti per ottenere buoni risultati

Non tutti i terricci sono uguali. Assicuratevi di usare solo quelli di migliore qualità quando avviate un progetto di questo tipo. I vasi di piccole dimensioni possono contenere solo piccole quantità di terriccio, per cui più concimato sarà e migliori risultati darà. Assicuratevi quindi di acquistare un terriccio scuro, ricco di sostanze nutritive e privo di argilla, ancora sufficientemente arioso da non diventare fangoso. Dovrebbe inoltre contenere tutti i macronutrienti più importanti (azoto, fosforo e potassio), così come i micronutrienti.

Scegliete le giuste varietà di cannabis per questo lavoro

Adesso che avete tutto ciò che vi serve per iniziare a coltivare sul davanzale della vostra finestra, è giunto il momento di scegliere la varietà di cannabis più appropriata per questo processo. Le autofiorenti sono fondamentali in queste situazioni. Queste varietà raggiungono altezze contenute ed hanno un rapido ciclo di crescita, il che significa che non devono essere esposte per troppo tempo agli occhi di tutto il vicinato. Inoltre, le varietà autofiorenti non richiedono variazioni nel ciclo di luce per avviare la loro fioritura. Infine, sono conosciute per la loro genetica robusta e per la facilità con cui possono essere coltivate anche dai principianti. Queste tre varietà si prestano molto bene alla coltivazione sui davanzali.

EASY BUD

La Easy Bud è, come avrete già intuito, molto facile da coltivare. Ciò la rende un'ottima opzione per la coltivazione sui davanzali, poiché è in grado di reggere bene gli ambienti meno favorevoli. È una varietà a predominanza indica, composta per un 55% da genetica indica, un 15% sativa ed un 30% ruderalis. È figlia di una White Indica incrociata con una varietà ruderalis ed offre sapori e profumi di agrumi ed erbe aromatiche. Il suo contenuto di THC del 12% provoca un piacevole e rilassante "high", leggero ma allo stesso tempo efficace. Nonostante la sua natura indica, può essere fumata durante il giorno per ridurre lo stress.

La Easy Bud raggiunge altezze di 50–60cm molto facili da gestire su un davanzale, e può produrre fino a 275–325g/m², in condizioni ottimali. Probabilmente, su un davanzale non riuscirà a produrre così tanto, ma le attese saranno brevi. Questa pianta passa dalla semina al raccolto in appena 8 settimane.

Easy Bud

ROYAL DWARF

Royal Dwarf mostra caratteristiche perfette per la coltivazione sui davanzali. È compatta, veloce e resistente. La Royal Dwarf è stata creata da breeder che hanno combinato la leggendaria genetica Skunk con un esemplare ruderalis. Questa varietà prevalentemente sativa provoca un "high" motivante e stimolante, che rimette in moto la mente. Il contenuto di THC del 13% facilita la gestione degli effetti, che sono di breve durata. I suoi fiori rilasciano sulla lingua sapori di agrumi e fragranze dolciastre.

Su un davanzale, la Royal Dwarf può raggiungere altezze comprese tra 40 e 70cm, producendo raccolti medi. Preparatevi a raccoglierla dopo appena 8–9 settimane dalla germinazione.

Royal Dwarf

QUICK ONE

La Quick One fu progettata dai breeder per offrire buone rese in un piccolo lasso di tempo. È fantastica per i coltivatori che vogliono far crescere e raccogliere le proprie piante nel minor tempo possibile. Grazie alle sue piccole dimensioni, potrete coltivarne più di una su ogni davanzale. La Quick One induce un effetto fisico leggermente rilassante, che risolleva l'umore e rilassa i muscoli.

La Quick One raggiunge altezze comprese tra 50 e 60cm nelle colture indoor ed offre rese impressionanti di 275–325g/m², in condizioni ottimali. Ciò significa che da un davanzale potrete ottenere circa 100g/m². Le cime sono pronte per essere tagliate dopo circa 8 settimane dalla semina.

Quick One

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.