La chiave dietro la coltivazione della cannabis outdoor di alta qualità è la terra sana. La terra è l’elemento da cui le piante estraggono i loro nutrienti che permettono loro di crescere, sopravvivere e prosperare. Tuttavia, la terra non contiene una quantità infinita di nutrienti. Nel tempo, se le piante crescono nello stesso punto, questa viene privata dei nutrienti.

Il compostaggio è un modo eccellente per rimettere i nutrienti nella terra. Non ti farà solamente risparmiare i soldi quando si tratta di acquistare i fertilizzanti, ma avrai anche la soddisfazione di sapere che cosa c’è esattamente dentro. Fare il compostaggio in casa non è dispendioso. Un compost di alta qualità si può creare utilizzando scarti di cibo, rifiuti della cucina, bioprodotti del giardinaggio come gli scarti della potatura, erba e trucioli di legno.

Compostaggio

PERCHÉ DOVRESTI FARE IL COMPOSTAGGIO

Fare il compostaggio è un ottimo modo economico ed efficace per mantenere il tuo giardino di cannabis in ottime condizioni. Il terreno non è semplicemente un letto di nutrienti, ma è un intero ecosistema vivente che offre un habitat a diverse forme di vita. I microrganismi benefici vivono nel terreno e lavorano con la cannabis in modo che venga protetta ed aiutata a crescere.

I nematodi predatori possono lavorare per difendere le radici della pianta contro i nematodi parassita, mentre le micorrize formano una relazione simbiotica con le radici della pianta per aiutarla a scomporre le materie organiche in nutrienti digeribili. Microrganismi nel terreno possono fare la differenza tra la cannabis buona e la cannabis ottima. La chiave per la loro presenza è una terra ricca e sana che può essere creata aggiungendo il compost!

Il compost fa da fertilizzante naturale a rilascio lento, che non comporta un rischio di bruciatura delle piante, come invece fanno quelli chimici. La presenza del compost nella terra aiuta anche a migliorare la sua forma e la circolazione dell’aria. Come ultimo, il compost introduce una grande quantità di nutrienti nel terreno, che aumentano le dimensioni e rese della pianta.

COME INIZIARE A FARE IL COMPOST IN CASA

Quando si vuole iniziare a fare compostaggio a casa, il primo passaggio è quello di costruire un bidone per il compost. Questo può essere acquistato oppure creato utilizzando materiali di scarto come i pallet di legno non trattato. I bidoni con tappi che trattengono l’umidità aiuteranno il compost a scomporsi in modo più veloce.

Metti il bidone in un’area del tuo giardino dove può ricevere ombra quasi ininterrottamente. Questo darà le condizioni ottime di lavoro ai microrganismi che scompongono il compost. Se possibile, appoggia il tuo bidone sopra ad una superficie naturale come l’erba o il terreno, per permettere un drenaggio adeguato e per permettere l’accesso ai microrganismi.

È un’ottima idea anche l’introduzione un secondo bidone o secchio nella tua cucina. Potrai mettere gli scarti del cibo direttamente lì dentro e quando è completamente pieno, svuotarlo nel bidone all’esterno. In questo bidone si possono mettere tutti i tipi di scarto del cibo, dai gusci delle uova e verdure, alle bustine del tè e croste del pane.

Fare Il Compost In Casa

SFORZARSI PER UN EQUILIBRIO CORRETTO

È importante provare a bilanciare il tipo di materiale che inserisci nel tuo bidone del compost. Questo assicurerà che i batteri ed i microrganismi che scompongono il composto abbiano un ottimo ambiente in cui lavorare.

Ci sono due principali categorie di materiale che crea il compost. La prima categoria è conosciuta come materiale verde, che può includere erba tagliata, foglie verdi, frutta e verdura. La seconda è conosciuta come materiali marroni e può essere fatta con pezzi di legno, foglie morte, carta, cartone e paglia.

Il cumulo di compost deve essere formato dal 25–50% di materiale verde ed il rimanente deve essere materiale marrone.

MANTENERE IL TUO CUMOLO DI COMPOST

I cumuli di compost non necessitano di molto lavoro, per la maggior parte del tempo si possono lasciare al volere dei microrganismi. Tuttavia, girare il muccio una volta ogni tanto aiuta a velocizzare il processo.

Utilizza un forcone per girare il tuo compost ad intervalli di qualche settimana. Questo aiuta ad areare la materia ed è necessario per la decomposizione dei materiali.

Il tuo compost sarà pronto all’uso dopo un periodo tra i 6 mesi ed i 2 anni. Anche se questo è sicuramente un periodo lungo, la tua coltivazione di cannabis ti ringrazierà per la tua dedicazione. Ti ricambieranno sicuramente il favore sotto forma di rese grandi e fiori potenti.

3 Sistema Di Compostaggio Dei Contenitori

POTENZIALI PROBLEMI

Il compost, a volte, può diventare viscido ed emettere un odore sgradevole. Questo è un sintomo che manca aria e che c’è troppa acqua. Ripara il tuo mucchio dalla pioggia ed assicurati di girarlo regolarmente.

Anche l’opposto può diventare un problema. Quando il mucchio diventa troppo secco, avviene poca decomposizione. Se avviene, aggiungi più materiale verde nel mix.

UTILIZZARE I VERMI NEL COMPOSTAGGIO

I vermi vengono utilizzati da alcuni giardinieri per trasformare gli scarti della cucina in compost potente e fertilizzante liquido. Questi scarti vengono aggiunti in un bidone per i vermi che è composto da due compartimenti. Il compartimento superiore è dove i vermi lavorano per comportare il materiale organico, ed il compartimento inferiore serve per raccogliere il compost raffinato. Il compost di vermi non è una sostituzione al compost convenzionale, ma serve piuttosto per incrementare il valore nutrizionale del tuo compost.

Bisogna monitorare attentamente il valore del pH ed i livelli di umidità quando si fa compostaggio con i vermi. Idealmente, le temperature devono essere tra i 18–25°C ed il pH tra 6,5 e 7.

Vermi Nel Compostaggio

TÈ DI COMPOST

Il tè di compost è un modo facile ed efficace per applicare i nutrienti di compost alle tue piante di cannabis. Il te di compost si può utilizzare come spray fogliare, il quale aiuta le piante a combattere le malattie. Si può anche applicare direttamente nel terreno.

La ricetta per il tè di compost che troverai di seguito, fu creata dalla biologa della terra Dr. Elaine Ingham di Soil Foodweb Inc. Per iniziare il processo, fai areare 95 litri di acqua per rimuovere il contenuto di cloro. Dopo, procedi aggiungendo 2 cucchiaini di soluzione di acido umico, che si può estrarre dal tuo compost.

Mescola 2 cucchiai di acido umico in 2 tazze d’acqua ed aggiungili al tè. Mescola ½ tazza di laminariale con 5 tazze di acqua ed aggiungi questa mistura al tè. Dopo, procurati 2kg di compost di alta qualità ed aggiungili nel mix. Questo compost porterà nel tè i microrganismi benefici come i nematodi ed i funghi.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out