I coltivatori di cannabis principianti possono ritrovarsi confusi e persino un po' intimoriti al momento di scegliere i prodotti nutritivi per le piante per ogni fase del loro ciclo vitale. Oggi sul mercato è presente un vastissimo assortimento di sostanze nutritive, prodotti artificiali e stimolanti della crescita. Sembra quasi che sia impossibile ottenere un raccolto soddisfacente senza somministrare alle piante una particolare pozione chimica ogni giorno della settimana.

In realtà, non è proprio così. È vero che le piante di cannabis hanno bisogno di diverse sostanze nutritive in base alla fase di crescita in cui si trovano. Tuttavia, non è affatto necessario utilizzare i costosi prodotti in flacone disponibili nei negozi. Che stiate coltivando una piantagione su vari ettari di terreno, o una sola piantina nel vostro armadio, potete realizzare un buon fertilizzante da soli, a casa vostra e a costi bassissimi.

Il tè di compost è un compost in forma liquida. Esso è in grado di fornire alla cannabis tantissime sostanze nutritive di alta qualità, proteggendo la salute delle piante, mantenendole robuste, e persino difendendole dai parassiti. Il tè di compost offre dunque molti vantaggi. Inoltre, è abbastanza facile da preparare, richiede una spesa minima e pochissimo impegno. L'unico requisito essenziale per ottenere un ottimo tè di compost è la pazienza.

INIZIARE CON UN BUON COMPOST

Se ancora non possedete un bidone del compost, questo è il momento perfetto per iniziare a creare la vostra scorta di sostanze nutritive per le piante! Se pensate che occorra troppo tempo per ricavare il compost, non preoccupatevi. Mentre aspettate che il vostro compost sia pronto, potete sempre procurarvi il tè di compost da un vostro vicino o da un negozio di giardinaggio.

L'ingrediente principale del tè di compost è un compost di prima qualità e ben raffinato. Il compost si ricava da materiali organici di scarto, che altrimenti verrebbero gettati nell'immondizia. Ecco perché questa operazione è particolarmente vantaggiosa a livello finanziario. Potete usare di tutto: avanzi di cibo, residui della potatura, gusci d'uovo, bustine di tè usate ed erba tagliata.

Un bidone per il compost può essere realizzato con vari materiali. Tuttavia, la scelta più ecologica è probabilmente il legno non trattato. I bidoni dovrebbero essere collocati in un luogo dove la temperatura e i livelli di umidità non raggiungono mai valori estremi. Ciò infatti potrebbe ostacolare l'azione dei micro-organismi che scompongono le sostanze organiche trasformandole in compost di prima scelta. Appoggiando il bidone sul terreno, anziché sul cemento, favorirete il drenaggio dei liquidi prodotti dalla decomposizione.

INIZIARE CON UN BUON COMPOST 

Per creare il compost si possono quindi usare tantissimi materiali diversi. È importante però mantenere un equilibrio tra i tipi di materiali inseriti nel bidone. Un mix bilanciato di residui vegetali verdi e marroni è perfetto per mantenere attivi e vitali i micro-organismi all'interno del compost. Cercate di inserire circa il 25-50% di materiale verde, ad esempio erbacce, scarti di potatura, e avanzi di verdure. Il resto dovrebbe essere composto da materiale marrone, come pezzi di legno, paglia e foglie secche.

Dopo aver iniziato ad aggiungere materiali al vostro bidone, dovete ricordarvi di mescolare regolarmente la pila di compost che si formerà gradualmente all'interno. In questo modo aggiungerete aria ai residui organici, che si decomporranno molto più velocemente.

Il compostaggio non è un processo rapido. Possono essere necessari dai 6 mesi ai 2 anni per ottenere un terriccio perfettamente omogeneo e pronto da usare. Ovviamente, nel frattempo potete procurarvi il compost da altre fonti.

I VANTAGGI DEL TÈ DI COMPOST

Ora che sapete come realizzare da soli il compost per ricavarne in seguito il tè, è giunto il momento di iniziare la fermentazione. Il tè di compost si prepara esattamente come un normale tè. Proprio come fareste con qualsiasi tisana alle erbe, il tè di compost si ottiene immergendo i materiali organici in acqua e lasciandoli in infusione. È davvero semplice.

Ad ogni modo, prima di occuparci della ricetta, scopriamo perché questo procedimento è così conveniente. Quali vantaggi offre nello specifico il tè di compost?

STIMOLA LA CRESCITA DELLE PIANTE

Il tè di compost può rappresentare un valido aiuto per il coltivatore e le sue piante sotto vari aspetti. Uno dei suoi vantaggi principali, e forse il più importante per gran parte dei coltivatori, è che favorisce lo sviluppo delle piante. Questo è un fattore essenziale per chi desidera ottenere cime grandi e ricche di resina al momento del raccolto.

L'enorme quantità di sostanze nutritive presenti nel tè di compost aiuta a mantenere le piante sane, facendole diventare forti e rigogliose. Una dose di nutrienti essenziali così ricca e completa evita l'insorgere di carenze nutrizionali, che possono compromettere la crescita delle piante e le rese finali.

STIMOLA LA CRESCITA DELLE PIANTE

INTRODUCE MICRO-ORGANISMI BENEFICI

Oltre ad aggiungere elementi nutritivi nel terreno, il tè di compost offre anche una gran varietà di microrganismi benefici, tra cui creature viventi come micorrize e vermi nematodi.

Le micorrize sono funghi in grado di integrare il sistema radicale delle piante di cannabis. Essi permettono alle radici di estrarre sostanze nutritive dalle aree più lontane, migliorando quindi la capacità di assorbimento della pianta. Questi funghi possono anche difendere le radici dai parassiti nocivi. Anche i vermi nematodi agiscono da difesa naturale. Essi si nutrono dei microbi che solitamente attaccano e mangiano le radici della cannabis.

Il tè di compost inserirà i nematodi nella rizosfera del vostro giardino. Queste piccole creature, simili a lombrichi, contribuiscono a proteggere le piante dagli organismi dannosi, incluse altre specie di nematodi.

Quando il tè di compost viene spruzzato sul fogliame, i nematodi all'interno possono persino attaccare i parassiti sulle foglie e gli steli della pianta, come la larva minatrice.

ELIMINA LA NECESSITÀ DI USARE PRODOTTI CHIMICI TOSSICI

Usando il tè di compost potrete evitare di spargere sostanze chimiche nel vostro giardino, spesso tossiche per l'uomo e l'ambiente. Il tè di compost è un eccellente elisir nutritivo. Non avrete più bisogno di usare fertilizzanti artificiali che talvolta possono persino bruciare le radici.

RICETTA PER IL TÈ DI COMPOST

La seguente ricetta è stata ideata dal ricercatore e microbiologo del suolo Dr. Elaine Ingham della Soil Foodweb Inc.

FASE 1

Prima di tutto versate 95 litri di acqua in un recipiente. Se la vostra rete idrica fornisce acqua con aggiunta di cloro, lasciate arieggiare l'acqua per eliminare i residui chimici. Aggiungete 2 cucchiaini di soluzione di acido umico direttamente nell'acqua. L'acido umico può essere acquistato in negozi specializzati o estratto direttamente da una riserva di compost.

FASE 2

Successivamente, sciogliete 1-2 cucchiai di acido umico in 2 tazze d'acqua, poi aggiungete il liquido al tè di compost. In alternativa, potete usare 1-2 cucchiai di idrolizzato di pesce. Se nella confezione è indicata la presenza di conservanti, dovete diluire il prodotto per eliminarli.

RICETTA PER IL TÈ DI COMPOST

FASE 3

Proseguite aggiungendo ½ tazza di alghe laminarie in 5 tazze d'acqua. Dopo aver mescolato con cura, inserite il tutto nel tè di compost per incrementare l'apporto nutrizionale.

FASE 4

Ora è il momento di aggiungere il compost. Prima di procedere, eseguite un controllo finale per assicurarvi che il materiale sia sano, bio-diversificato, e si sia decomposto correttamente. Dovrebbe essere aerobico, ed emanare un odore piacevole e ricco, come il suolo di una foresta. Questo compost sarà l'habitat perfetto per i batteri benefici, i funghi e i protozoi. Dovete aggiungere circa 2,3kg di compost.

Per verificare che i batteri benefici siano realmente presenti e pronti da usare sulle piante, potete controllare il compost al microscopio. Se ne possedete uno o avete la possibilità di procurarvelo, esaminate il compost usando una diluizione 1:5 ed un ingrandimento di 400X. Dovreste essere in grado di visualizzare migliaia di batteri in ciascun campo visivo, 1 stelo di ifa di fungo ogni 5 campi visivi, 1 protozoo flagellato o ameba ogni 5 o 10 campi visivi e 1 nematode benefico per goccia.

Se nel vostro compost c'è una scarsità di funghi, potete aggiungere degli alimenti per favorirne la crescita. Ad esempio, 1 tazza di fiocchi d'avena integrali, farina di crusca, o gusci di gamberetti. Se le piante hanno bisogno di una dose aggiuntiva di azoto, è opportuno sostituire l'acido umico con una quantità equivalente di idrolizzato di pesce.

I VANTAGGI DEL TÈ DI SEMI GERMOGLIATI

Proprio come il tè di compost, il tè di semi germogliati (SST) è un fertilizzante a basso costo ma ricco di nutrienti. Per fare il tè di semi germogliati, si utilizzano piante a crescita rapida come segale, orzo o mais, ed è un preparato popolare tra i coltivatori biologici per la sua semplicità ed efficacia.

Una volta germogliati, questi semi contengono una grande quantità di nutrienti che stimolano la crescita delle radici e permettono di svolgere le funzioni fisiologiche fondamentali. Questi nutrienti includono una serie di proteine, aminoacidi ed enzimi. I semi germogliati contengono anche acidi gibberellici, gli ormoni della crescita coinvolti nello sviluppo di germogli, foglie e fiori. Il tè di semi germogliati funge sia da fertilizzante per le radici, sia da spray fogliare.

RICETTA PER IL TÈ DI SEMI GERMOGLIATI

Non è difficile capire perché così tanti coltivatori si stanno rivolgendo a questo metodo di fertilizzazione economico e naturale. Basta un sacco di semi, un po' d'acqua e del tempo. Scoprite come creare la vostra fornitura di tè di semi germogliati qui di seguito.

RICETTA PER IL TÈ DI SEMI GERMOGLIATI

COSA VI SERVE

• 56 grammi di semi d'orzo
• Acqua
• Una ciotola grande
• Barattolo
• Setaccio
• Frullatore
• Secchio

PROCEDIMENTO

PASSO 1

Mettete i semi di orzo in una grande ciotola e coprite con l'acqua. Lasciateli in ammollo per otto ore.

PASSO 2

La maggior parte dei semi galleggerà sulla superficie. Date loro un colpetto e guardateli affondare. Noterete uno strato di rimasugli che galleggia. Rimuoveteli con un cucchiaio o un setaccio.

PASSAGGIO 3

Filtrate i semi puliti dall'acqua usando un setaccio e trasferiteli nel barattolo per farli germogliare. Consentite loro di germogliare per un totale di tre giorni, sciacquandoli ogni mattina e sera. Entro 24 ore, noterete piccoli viticci bianchi che emergono dai semi. Qui è dove risiede tutta quella preziosa sostanza nutritiva. Entro il terzo giorno, queste strutture saranno significativamente più lunghe.

PASSAGGIO 4

Mettete i semi germogliati in un frullatore e riempitelo a metà con acqua. Frullate per circa 20 secondi per creare una miscela bianca saponosa.

PASSAGGIO 5

Riempite un secchio con circa 20 litri di acqua pulita. Filtrate il composto nel secchio attraverso un setaccio. Mescolate bene la soluzione.

PASSAGGIO 6

Applicate il tè di semi germogliati come spray fogliare o direttamente nel terreno. Buona coltivazione!

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.