Fumare cannabis può essere meraviglioso, ma esistono alcuni effetti secondari che potrebbero non essere così gradevoli. Ad esempio, fumare cannabis è nocivo per i polmoni, sebbene non tanto quanto il fumo di tabacco. Se la cannabis fosse completamente legalizzata, verrebbero avviate nuove ricerche più approfondite su tali questioni. Una conseguenza piuttosto comune nel fumare cannabis è la cosiddetta "bocca secca" o "bocca impastata". Ciò avviene quando la gola si disidrata e si irrita dopo aver fumato marijuana. Si tratta dell'effetto collaterale più comune tra quelli elencati dalla Leafly. Siccome si tratta di un problema piuttosto diffuso tra i consumatori, abbiamo deciso di esaminare le sue cause per aiutarvi ad avere più cura delle vostre gole.

PERCHÉ IL FUMO DI MARIJUANA FA TOSSIRE?

È un vero peccato che la piacevole esperienza di fumare marijuana venga spesso interrotta da qualche colpo di tosse. A volte, la gola è così irritata da far tossire. Questa risposta potrebbe addirittura aggravare le condizioni della gola, portando a ripetuti e fastidiosi colpi di tosse. Esistono una serie di fattori legati al fumo della marijuana che possono contribuire ad asciugare la gola. Quando aspirate una boccata di fumo caldo le vie respiratorie si surriscaldano fino al punto di disidratarsi. Dalle gengive ai bronchioli dei vostri polmoni, noterete l'impatto delle tossine contenute nell'erba o in qualunque altra sostanza stiate fumando. Nulla di tutto ciò viene aiutato dal fatto che i cannabinoidi, come il THC, possono inibire la produzione di saliva. Per cui, se la secchezza delle fauci vi causa parecchio disagio, forse è arrivato il momento di smettere di fumare marijuana.

Cannabinoidi Chimici Messaggeri Bocca Di Cotone

ALTERNATIVE AL FUMO

Con ciò non vogliamo certo dire che dovete smettere di consumare cannabis. La cannabis può offrire importanti benefici alla nostra salute, ma forse il fumo non è il modo più salutare per goderseli. Se siete cantanti, conduttori o siete soliti parlate in pubblico avete bisogno di mantenere la vostra voce sempre in ottime condizioni. Oppure state solo cercando di essere più precisi con i dosaggi o siete consumatori terapeutici interessati ad usare un metodo più sicuro per introdurre i cannabinoidi nel vostro organismo. Ebbene, esistono alcune originali alternative al fumo di cannabis.

VAPORIZZAZIONE

La vaporizzazione è sempre più popolare. Le grandi aziende cannabiche producono ormai anche oli da usare con i vaporizzatori a penna. Inalare vapore acqueo caldo è molto più sicuro del fumare. Il vapore contiene un numero nettamente inferiore di potenziali tossine e agenti cancerogeni. Anche l'acqua nel vostro corpo raffredda il vapore acqueo molto più velocemente di quanto non riesca a fare con il fumo. Inoltre, il vapore può provocare effetti più potenti, aumentando l'impatto dei cannabinoidi non più affiancati dalle tossine. Il rovescio della medaglia è che rimane l'incertezza sul fatto che alcuni additivi usati per gli oli da vaporizzare potrebbero generare depositi di catrame nei polmoni, esattamente come il fumo. Esiste anche l'alternativa dei vaporizzatori per erbe secche, ma forse il vostro obiettivo è proprio quello di non sovraccaricare i polmoni.

Vaping Invece Di Fumare Cannabis

EDIBILI

Gli alimenti a base di cannabis (edibili) possono essere dosati in modo molto preciso. Un'etichettatura affidabile, o una vostra attenta preparazione, garantisce che l'alimento conterrà solo quelle determinate quantità di cannabinoidi. Gli edibili sono disponibili nelle forme più deliziose, sebbene gli effetti richiedano un po' più di tempo per essere percepiti. Potreste avvertirli dopo due ore, quando il vostro apparato digestivo avrà ormai metabolizzato tutti i cannabinoidi introdotti nel corpo. A quel punto, gli effetti possono durare dalle 4 alle 12 ore. È un po' come un cerotto o una lozione alla cannabis, dove i cannabinoidi vengono assorbiti lentamente dalla pelle durante diverse ore. Queste sono solo alcune delle alternative al fumo. Ma diciamo pure che non avete la minima intenzione di smettere di fumare perché non siete persone che mollano facilmente. Cosa potete fare per non irritare troppo la gola?

LAVORI PRELIMINARI PER MIGLIORARE LA SALUTE DELLA GOLA

È sempre meglio trattare la gola subito dopo aver fumato cannabis, ma a condizione di seguire due consigli fondamentali. Innanzitutto, deve sempre rimanere ben idratata. Bere molta acqua fa sempre bene ed è sicuramente la migliore soluzione per reidratare la gola. L'acqua fresca è sempre più efficace delle bevande calde, come caffè, tè nero o tè verde. In secondo luogo, dovreste moderare il vostro consumo di cannabis. Per definizione, prendere qualsiasi cosa in quantità eccessive è controproducente. Se l'unico effetto collaterale che avvertite dopo aver fumato cannabis è la gola irritata, sappiate che la situazione può peggiorare a seconda del consumo che ne fate. Invece di lasciare che un ciclo di continui attacchi alla vostra gola peggiori la situazione, lasciate passare più tempo da una sessione a un'altra in modo da consentire alla gola di riprendersi. In questo modo le vostre scorte d'erba dureranno anche più a lungo e gli effetti che sentirete saranno più forti.

Bicchiere Di Acqua Fresca Per Mal Di Gola

PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA GOLA

Avete appena acceso la vostra canna e state già tossendo. Come accennato in precedenza, avere a portata di mano un bicchiere d'acqua è sempre una buona idea. Procuratevi qualcosa che possa inumidire la vostra bocca. Masticate gomme o succhiate caramelle, come quelle per la tosse della marca Jakeman's, appositamente formulate per lenire il mal di gola. Chiedete in qualsiasi farmacia. Un'opzione più salata potrebbe essere un brodo di pollo, che oltre ad inumidire la gola offre anche un pasto nutritivo e completo. Se il fastidio in gola dovesse persistere, provate a fare qualche gargarismo con acqua e sale per avere un po' di sollievo. Se ne avete la possibilità, investite nella tecnologia acquistando un inalatore, un umidificatore o un vaporizzatore. In questo modo farete passare umidità in tutto il vostro apparato respiratorio. Un'alternativa più economica può essere quella di inalare in bagno una certa quantità di vapore. Basta riempire il lavandino con acqua calda ed un cucchiaio di Vaporub e respirare lentamente con la faccia sopra l'acqua, con un asciugamano che copre la testa.

Fateci sapere quale trucco ha funzionato meglio per alleviare il vostro mal di gola causato dal fumo della cannabis e tornate a fumare più sereni le vostre canne.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out