🇺🇸 USA, We are coming soon ⏤ 🌱 Be the first to know

By Luke Sumpter

Il termine “microdose” viene solitamente invocato dai sostenitori delle droghe psichedeliche, ma anche la cannabis sembra essere un'ottima candidata per questa pratica. Assumere piccole dosi di THC e/o CBD può aiutare ad aumentare la creatività e la concentrazione, limita l'insorgenza degli effetti collaterali normalmente associati alla marijuana e, in generale, offre un'esperienza più piacevole ai fumatori più sensibili. In questo articolo ci immergeremo nel mondo del microdosaggio della cannabis per scoprire tutto quello che c'è sapere.

Perché microdosare la cannabis?

Microdosare la cannabis significa trovare la dose minima che è efficace per voi. Ma prima di tutto, perché dovreste avere interesse a farlo? Ebbene, il microdosaggio offre gli aspetti migliori del fumare erba, eliminando alcuni degli inconvenienti.

Idealmente, dopo una microdose, sentirete comunque un'elevazione emotiva e mentale. L'ambiente che vi circonda apparirà più brillante; sentirete un'ispirazione creativa e potreste essere più loquaci e socievoli del normale. Ma non vi sentirete paranoici, stravolti o troppo stonati per essere funzionali.

Nell'insieme, quando lo si pratica correttamente, il microdosaggio vi consentirà di fruire dei benefici del fumare o dell'ingerire erba, con uno sballo minimo. In cambio, è un'ottima strategia per stimolare la vostra capacità di lavoro ed elevare il vostro stato mentale mentre svolgete la vostra vita regolare.

Quali vantaggi offre il microdosaggio di marijuana?

L'obiettivo di molti consumatori di cannabis è quello di sballarsi il più possibile ogni volta che fumano. Ma allora perché alcuni amanti della cannabis preferiscono microdosare il THC piuttosto che fumare enormi canne e bong pieni d'erba? Ognuno ha le proprie ragioni, ma ecco alcuni dei vantaggi più interessanti del microdosaggio:

  • È un buon punto di partenza: Come ti sei sentito la prima volta che hai fumato erba? Considerando la potenza delle varietà di cannabis moderne, i principianti vengono spesso sopraffatti dagli effetti dell'erba. Invece, l'assunzione di piccole dosi consente di avvicinarsi poco a poco alla marijuana prima di provare un'esperienza più forte. Con il tempo, potrai aumentare lentamente la quantità fino a trovare la dose più adatta alle tue preferenze.
  • Aiuta a ridurre al minimo gli effetti collaterali: Proprio come qualsiasi altra sostanza, la cannabis ha diversi effetti collaterali. Il microdosaggio consente ai consumatori di provare alcuni dei benefici della cannabis senza andare incontro ad occhi rossi, secchezza delle fauci e possibili attacchi d'ansia.
  • Aumenta la concentrazione: Secondo numerose testimonianze, il microdosaggio aumenta la concentrazione molto più efficacemente rispetto alle dosi di cannabis normali o elevate (che possono distrarre o rendere inquiete le persone).
  • Migliora la creatività: Lo stesso vale per la creatività. Sebbene alcuni artisti e musicisti preferiscano assumere grandi quantità di marijuana per dare sfogo al loro flusso creativo, altri ottengono migliori risultati mantenendo integre le proprie facoltà cognitive grazie al microdosaggio.
  • Aiuta durante i periodi di astinenza: Che tu voglia fare una pausa di tolleranza o rinunciare del tutto alla cannabis, il microdosaggio può aiutare a prevenire i sintomi di astinenza. Potrebbe sembrare un controsenso, ma assumere piccole quantità di THC può aiutare i consumatori a resettare il sistema endocannabinoide più lentamente nel tempo. Un'ottima alternativa per non dover smettere da un giorno all'altro.

Quanta cannabis c'è in una microdose

Di quanta cannabis stiamo parlando esattamente? È difficile rispondere a questa domanda. Una microdose destinata ad un fumatore principiante non avrà nulla a che vedere con una microdose per un consumatore di cannabis esperto. Tutto dipende dalla tolleranza, dalla genetica e persino dal peso corporeo. Inoltre, dobbiamo considerare che la quantità d'erba in una microdose varia a seconda della via di somministrazione. Per semplicità, abbiamo stilato alcune stime approssimative.

Fumare cannabis

Le cime di cannabis possono essere suddivise in tre gradi di potenza in base al contenuto di THC. Questi includono:

  • Debole: <10%
  • Medio: 10–20%
  • Forte: >20%

Prima di microdosare la cannabis da fumare, devi calcolare quanto THC è contenuto in una canna. Puoi scoprirlo usando questa equazione:

Milligrammi di cime essiccate × % di THC

Supponiamo che tu abbia 5g di una varietà con un contenuto medio di THC del 15%. Il calcolo sarà il seguente:

500mg × 0,15 = 75mg

Ora, di quei 75mg, devi calcolare la quantità da usare come microdose. Per la maggior parte dei fumatori, la migliore strategia da adottare è rollare una canna, fare una boccata ed aspettare 20 minuti. Tuttavia, se hai una mentalità più matematica, puoi adottare il seguente approccio.

In genere, gli studi sul microdosaggio della cannabis sono piuttosto scarsi. Una società farmaceutica israeliana ha condotto uno studio[1] che ha coinvolto 27 soggetti nel tentativo di accertare gli effetti di una microdose standard. I partecipanti hanno inalato dosi sia da 1.000 microgrammi (1mg) che da 500 microgrammi senza riscontrare alcun deterioramento cognitivo.

Quindi, tornando all'esempio precedente, quanta cannabis dovrei prendere per assumere 1mg di THC? Circa 6,7mg. Se vuoi seguire alla lettera questo metodo, avrai bisogno di una bilancia sensibile ai milligrammi, un paio di pinzette, una mano ferma ed un po' di pazienza. Metti questa quantità in un bong o una pipa, oppure mescolala con altre erbe e rollala.

Mangiare cannabis

Gli edibili sono un po' più facili da microdosare, soprattutto ai giorni nostri grazie al crescente mercato di prodotti specifici per il microdosaggio. I tre intervalli di dosaggio per gli edibili sono i seguenti:

  • Microdose: 1–2mg
  • Dose media: 5–10mg
  • Dose elevata: 50mg ed oltre

Come microdosare la cannabis

Ora che hai più familiarità con gli intervalli di dosaggio per fumare erba o ingerire edibili, scopri come bisogna microdosare la marijuana. Prima di scendere nei dettagli, dai un'occhiata a questi suggerimenti per assicurarti i migliori risultati:

  • Inizia piano e lentamente: Se ne prendi poca, sei sempre in tempo per prenderne di più. Se ne prendi troppa, potresti presentarti ad un importante appuntamento con gli occhi rossi. Inizia piano e lentamente per evitare risultati indesiderati.
  • Annota tutto su un diario: Segna tutti i passaggi ed effetti: quanta ne hai presa, a che ora del giorno l'hai presa, come ti ha fatto sentire, gli effetti che hai sperimentato e per quanto tempo sono durati.
  • Impara a conoscere la tua tolleranza: Se fumi cannabis ogni giorno, la tua tolleranza verso il THC sarà piuttosto alta e probabilmente non proverai alcun effetto dopo aver assunto una dose da 1mg. Allo stesso modo, se non hai mai fumato prima, inizia gradualmente assumendo dosi molto piccole.

Fumare

La cannabis fa effetto quasi subito quando viene fumata. Le opzioni includono canne, bong, pipe e blunt. Puoi iniziare con una piccola quantità di cime seguendo l'equazione sopra menzionata o adottare un approccio più elastico rollando una canna e facendo solo piccoli tiri ogni volta che vuoi assumere una microdose.

Come e perché microdosare THC e CBD

Vaporizzare

Anche la vaporizzazione provoca effetti quasi immediati, ma senza gran parte dei sottoprodotti dannosi derivanti dalla combustione. Molti vaporizzatori offrono ai consumatori la possibilità di selezionare le temperature più di loro gradimento. Per convertire efficacemente il THCA in THC, dovrai riscaldare il tuo dispositivo fino a 105ºC; mentre per accedere a tutta la gamma di terpeni dovrai aumentare leggermente le temperature. A forza di tentativi ed errori, scoprirai quale temperatura funziona meglio per microdosare la cannabis. Valgono le stesse raccomandazioni fatte con il fumo: inizia un tiro alla volta e valuta come ti senti prima di farne un altro.

Come e perché microdosare THC e CBD

Edibili

Gli effetti degli edibili sono molto più forti rispetto a quelli della cannabis fumata o vaporizzata, ma nel caso del microdosaggio il problema non sussiste. Tuttavia, poiché gli edibili fanno passare il THC attraverso il tratto digestivo, ci mettono un po' più di tempo a fare effetto. Gli edibili possono essere preparati direttamente a casa e suddivisi in dosi o acquistati già confezionati (nei Paesi dov'è consentita la vendita). Inizia con un minimo di 1mg di THC e sali lentamente fino a trovare la tua microdose ottimale.

Come e perché microdosare THC e CBD

Tinture

Le tinture sono facili da preparare a casa. A condizione che tu conosca il contenuto di THC del tuo materiale vegetale, puoi utilizzare la stessa equazione di prima per determinare una microdose di tintura. Anche in questo caso, le prime volte cerca di assumere circa 1mg di THC. Puoi scegliere la somministrazione orale deglutendo direttamente la tintura o applicare qualche goccia sotto la lingua per un assorbimento sublinguale più rapido.

Come e perché microdosare THC e CBD

Microdosaggio di THC vs CBD

Molti consumatori di cannabis riescono a trarre benefici dal microdosaggio di THC. Ma questo cannabinoide psicoattivo costituisce solo una parte dei cannabinoidi presenti nella pianta. Il secondo cannabinoide più importante nella maggior parte delle cultivar è il CBD, diventato molto popolare negli ultimi anni per i suoi effetti rilassanti e mentalmente lucidi. Sebbene non provochi effetti inebrianti, non tutti rispondono bene al CBD. Può produrre effetti collaterali di lieve entità e compromettere gli effetti psicoattivi del THC se assunto a dosi elevate. A prescindere dalla quantità, il CBD non sballa, ma il microdosaggio potrebbe comunque essere una buona idea per sperimentare le proprietà di questo cannabinoide.

COME FUNZIONA IL MICRODOSING DELLA CANNABIS?

Molti amanti della cannabis sono abituati a fumare grosse quantità d'erba in un breve lasso di tempo. Forse aspettate tutto il giorno prima di distendervi e rollarvi qualche grammo. Forse aspettate il fine settimana per andarci pesante con i vostri compagni di fumate.

  • Il microdosaggio della cannabis consiste nella strategia diametralmente opposta: fumare poco, ma spesso. Tutto sta nel dare di tanto in tanto una tirata al vaporizzatore o ad una cannetta. Giusto quanto basta per sentire effetti moderati, ma non tanto da sballarsi.

Anche se certi consumatori di cannabis potrebbero ridere in tono di scherno, stare in bilico fra sballo e sobrietà presenta una miriade di benefici. Il vostro piacere di vivere potrebbe aumentare e potreste trovarvi più motivati a svolgere le vostre faccende durante la giornata.

Come e perché microdosare THC e CBD

Quali Vantaggi Offre il Microdosaggio di CBD?

Dunque, perché distribuire piccole dosi di CBD nell'arco dell'intera giornata? Perché non assumere un'unica dose in una sola volta? Come scoprirai di seguito, dividendo il cannabidiolo in microdosi è possibile ottenere effetti prolungati. Inoltre, questo metodo consente di “mescolare e abbinare tra loro diversi prodotti”, e potrebbe persino ridurre gli effetti collaterali nei soggetti particolarmente sensibili alla sostanza.

Trarre Vantaggio dagli Effetti del CBD per Tutta la Giornata

Suddividere la dose quotidiana di CBD nel corso di tutta la giornata consente di sperimentare questo cannabinoide in modo più sostenuto, delicato ed uniforme. Quando invece si assume CBD in un'unica dose, gli effetti durano soltanto per una o dure ore.

Invece, il microdosaggio offre ai consumatori la possibilità di sentire gli effetti prolungati del CBD per tutto il giorno. Assumendo una microdose di CBD ogni ora, ad esempio, resterai in questo stato mentale dinamico e funzionale.

Assumere CBD in Momenti Critici

Invece di ingerire una dose standard al mattino dopo aver fatto colazione, o subito prima di andare a letto, con il microdosaggio puoi assumere quantità più piccole ogni volta che ne hai bisogno.

Ad esempio, se assumi una dose elevata di CBD al mattino, probabilmente gli effetti della molecola svaniranno durante il pomeriggio. Se invece scegli il microdosaggio, puoi accantonare una porzione della dose totale quotidiana ed usarla in momenti strategici della giornata, ad esempio prima di riunioni o appuntamenti.

Meno CBD, Meno Effetti Collaterali

Il CBD esibisce un buon profilo di sicurezza e, nella maggior parte delle persone, non genera alcun effetto collaterale. Tuttavia, alcuni consumatori sperimentano reazioni avverse come sonnolenza, bocca secca, inappetenza e stanchezza.

Il microdosaggio consente di introdurre gradualmente CBD nell'organismo nel corso dell'intera giornata. Ciò riduce il rischio di eventuali effetti collaterali generati dal cannabinoide.

Mescolare Prodotti Diversi

Dividendo le quantità standard di CBD in microdosi, è possibile mescolare e abbinare differenti prodotti contenenti questa molecola. Puoi diversificare il tuo consumo quotidiano di CBD, scegliendo prodotti con oli vettore, concentrazioni e terpeni diversi.

Come Calcolare una Microdose di CBD?

La microdose ideale per le tue esigenze dipende dal tuo attuale fabbisogno quotidiano di CBD. Dopo aver determinato la quantità di CBD necessaria per ottenere gli effetti desiderati, potrai suddividerla in microdosi, da assumere nel corso della giornata.

Se non hai mai assaggiato il CBD prima d'ora, l'olio di CBD al 10% rappresenta un ottimo punto di partenza. Consigliamo di assumere 5mg al giorno (una goccia) per iniziare. Aggiungi un'altra goccia il giorno seguente, e mantieni questo dosaggio per circa una settimana. Se il tuo organismo tollera bene la molecola, puoi aumentare la dose a tre gocce (15mg) al giorno. Puoi anche usare il nostro Calcolatore di Dosi CBD per determinare la quantità ideale in base alla potenza dell'olio ed al tuo peso corporeo.

Calcolatrice CBD
Effetto
Peso
Dosaggio:
0 mg
Calcolatrice CBD
Effetto
Peso
Dosaggio:
0 mg

Come Microdosare il CBD

Dopo aver individuato la tua dose ideale, dovrai scegliere in che modo consumare il CBD. Prima di tutto, pianifica orari e frequenza di somministrazione. Dopodiché, scegli uno dei tanti metodi per assumere il CBD.

  • Programma di Microdosaggio del CBD

Quando avrai stabilito la dose perfetta per le tue necessità, potrai suddividerla e distribuirla nell'arco della giornata. Immaginiamo che tu voglia assumere 25mg di olio di CBD al 10% ogni giorno. Puoi scomporre  la dose totale secondo questo schema:

Programma di Microdosaggio del CBD

Ovviamente, potrai modificare gli orari e le quantità a tuo piacimento. Preferisci assumere una dose poco prima di coricarti? O vuoi unificare le dosi del pomeriggio, per ottenere effetti più intensi subito dopo pranzo?

  • Olio di CBD in Capsule

Le capsule rappresentano un modo semplicissimo per assumere olio di CBD, e si adattano perfettamente a qualsiasi regime e stile di vita. Tuttavia, le capsule contengono una dose standard predeterminata. Se decidi di microdosare il CBD in capsule, ti consigliamo di scegliere un prodotto con basse concentrazioni di CBD. Ingerisci ogni capsula insieme ad un po' di cibo per migliorare la digestione e favorire l'assorbimento del CBD.

CBD Microdosing Schedule
  • Olio di CBD per Via Sublinguale

L'olio di CBD rappresenta la soluzione più flessibile per microdosare il CBD. Avrai il quasi totale controllo sulla dose assunta di volta in volta. La somministrazione per via sublinguale indirizza il CBD direttamente nel flusso sanguigno, tramite i capillari posti sotto la lingua. Gli effetti si manifesteranno piuttosto rapidamente. Puoi assumere l'olio di CBD ovunque e in qualsiasi momento, mentre ti dirigi a lavoro o durante una pausa in ufficio.

Come e perché microdosare THC e CBD

  • Fumare Infiorescenze Contenenti CBD

Fumando fiori ricchi di CBD introdurrai la molecola direttamente nel flusso sanguigno, tramite i polmoni. Oltre alla dose di CBD, il tuo organismo riceverà anche numerosi terpeni. Inoltre, secondo molti fumatori, l'atto di rollare e fumare è un rituale alquanto divertente.

Ad ogni modo, quando si fumano cime ricche di CBD è leggermente più difficile assumere una microdose controllata e costante. Diverse variabili, tra cui la potenza della ganja, e l'intensità della boccata, possono condizionare la quantità di CBD introdotta nell'organismo.

Hai due opzioni a disposizione: puoi rollare un grosso spinello ed aspirare una boccata di tanto in tanto nel corso della giornata, oppure misurare la dose con esattezza. Utilizzando una bilancia di precisione al milligrammo, potrai pesare e prelevare piccole porzioni di fiori di cannabis, fino a raggiungere la quantità desiderata. Una dose pari a 0,5g contiene circa 70mg di CBD. Puoi suddividere le cime in piccoli frammenti, in base al tuo dosaggio ideale ed aggiungerle nella pipa o nel braciere del bong.

Come e perché microdosare THC e CBD
  • Vaporizzare Fiori Ricchi di CBD

La vaporizzazione offre molti vantaggi rispetto al fumare la cannabis. Innanzitutto, nella vaporizzazione si utilizzano temperature inferiori, pertanto i polmoni non saranno esposti alle sostanze cancerogene generate dalla combustione.

La vaporizzazione preserva i terpeni aromatici e, in generale, offre un'esperienza sensoriale più ricca e piacevole. Inoltre, non dovrai più andare a lavoro con i vestiti impregnati di fumo di cannabis. Puoi seguire la procedura illustrata in precedenza per determinare la microdose di ganja da inserire nel vaporizzatore.

Come e perché microdosare THC e CBD

Dovresti Microdosare il CBD?

Per fortuna, il CBD non produce sballi, quindi potrai sperimentare in tutta tranquillità. Se cerchi un modo semplice per assumere CBD nell'arco della giornata, riducendo il rischio di effetti collaterali, puoi provare il microdosaggio.

Microdosare THC e CBD: Perché non provarci?

Nella tua cerchia di amici e nella grande industria della cannabis ci sarà sempre qualcuno che vorrà farti credere che “più forte è, meglio è”. Ebbene, non sempre è così. Ognuno di noi sperimenta gli effetti della cannabis in modo diverso e, di conseguenza, i benefici che può trarre una persona dipendono da cultivar, potenza, profili chimici e quantità. Se non ti senti bene sotto gli effetti della marijuana, avverti effetti collaterali indesiderati o vuoi semplicemente aumentare la tua creatività e concentrazione senza sballarti, prova a microdosare il THC, il CBD o entrambi.

Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.