Esistono tantissimi modi e meccanismi per consumare cannabis e fare in modo che una invitante dose di cannabinoidi entri nel flusso sanguigno. I due modi principali di ottenere ciò è fumando l'erba, attraverso vari strumenti, come pipe, bong, spinelli o blunt, e mangiando alimenti a cui è stata aggiunta la cannabis. Con l'enorme progresso avvenuto in questo campo, si può trovare praticamente ogni tipo di cibo, come brownies, torte, pasta, sandwiches, dolci, gelato, caffè, vino, curry. E la lista continua. Con tutte queste opzioni, la scelta è ardua. Entrambi i metodi hanno i loro vantaggi e svantaggi, e ciò che li contraddistingue maggiormente è lo sballo che provocano. Diamo un'occhiata alle informazioni sulle loro diversità e cerchiamo di capire quali potrebbero essere i metodi di assunzione migliori per ciascun individuo.

ASSORBIMENTO

Chiunque abbia provato sia a fumare erba che a mangiare alimenti contenenti cannabis, conoscerà la differenza di potenza di entrambi i metodi. Gli alimenti alla cannabis impiegano più tempo per agire, ma, una volta iniziati, gli effetti sembrano molto più potenti. Forse vi starete chiedendo come mai mangiare una manciata di dolcetti corretti alla cannabis vi faccia sballare più di una serie di tiri di bong o di spinello. La risposta sta nel modo in cui i cannabinoidi vengono assorbiti dall'organismo. Quando si fuma o si vaporizza, il THC segue un percorso molto più diretto fino al cervello. Quando si mangia, il THC presente nella cannabis viene metabolizzato dal fegato, e convertito in 11-hydroxy-THC. Questa sostanza riesce ad attraversare con molta facilità la barriera emato-encefalica, pertanto è in grado di provocare uno sballo più potente ed intenso.

commestibili assorbimento metabolizzato THC fegato

INIZIO, DURATA, E INTENSITÀ

Quando fumate o vaporizzate l'erba, gli effetti si sentono quasi immediatamente dopo una boccata. A seconda della varietà e di quanto avete fumato, potete provare un immediato senso di rilassamento, euforia, pensieri creativi o energia. Questi effetti iniziano a diminuire e si dissolvono nell'arco dell'ora successiva. A causa di questo effetto rapido, siete in grado di sentire quanto THC state consumando, quando è troppo e quando fermarsi o fare una pausa. Per queste ragioni, è facile controllare quanto THC si sta consumando.

Per i cibi alla cannabis il discorso è diverso. Gli alimenti alla cannabis richiedono un assorbimento più lento da parte dell'organismo, prima che gli effetti inizino a sentirsi. Possono passare dai 30 minuti alle 2 ore prima di notare gli effetti psicoattivi. Dopo che sono iniziati, gli effetti possono durare diverse ore. A causa di questo notevole intervallo di tempo tra quando si mangia del cibo alla cannabis a quando si notano gli effetti, è molto facile esagerare nel consumo. Magari è passata un'ora, e gli effetti ancora non arrivano, quindi una persona potrebbe decidere di mangiare altri 2 o 3 dolcetti alla cannabis. Dopodiché, entro poche ore, ciò che doveva essere uno sballo leggero e rilassante si trasforma in un'impegnativa esperienza quasi psichedelica, a cui non si era mentalmente preparati.

Ciò succede soprattutto a coloro che hanno poca esperienza con i cibi alla cannabis. Quando si mangiano alimenti alla cannabis, è meglio iniziare con piccole dosi e avere un po' di pazienza, senza strafare. Prendete la dose che pensate di poter tollerare, e aspettate fino al picco massimo degli effetti, prima di decidere se consumarne ancora.

DIFFERENZE DI DOSAGGIO

Quando si tratta di dosare gli alimenti alla cannabis, 10 milligrammi è considerata l'unità di misura o la porzione individuale di THC, come nel caso del Colorado. È utile consumare i cibi alla cannabis considerando tale unità di misura, per evitare un sovradosaggio accidentale. Ad esempio, una barretta di cioccolata con aggiunta di cannabis può contenere 100 milligrammi di THC divisi in 10 quadratini. In questo modo è facile capire la quantità che si sta per assumere, ammesso che il cibo provenga da una fonte precisa ed affidabile. Detto questo, non va dato per scontato che si debbano assumere 10 milligrammi di cibo alla cannabis alla volta. Bisogna considerare molti fattori, che possono influire sull'intensità. Ad esempio mangiare cibo alla cannabis a stomaco vuoto può aumentare l'intensità dello sballo. Il peso corporeo è un altro fattore che potrebbe influire sulla potenza.

È stato dimostrato che perfino i dispensari professionali hanno difficoltà a creare prodotti alimentari alla cannabis con precisione. Alcuni utenti hanno infatti scoperto che lo stesso prodotto è più forte la seconda volta che viene consumato. Si sta proponendo una regolamentazione che permetta di creare prodotti uniformi ed accurati. Tuttavia, questo è un motivo in più per essere cauti quando si assumono alimenti alla cannabis. Meglio iniziare con dosi basse e attendere l'inizio degli effetti.

il fumo blunt congiunto di combustione cancerogeni relax

ALIMENTI VS FUMO: COS'È PIÙ SALUTARE?

Fumare uno spinello o un blunt è allo stesso tempo estremamente rilassante e quasi mistico. Il processo di rollaggio è meditativo, così come sedersi con gli amici ed iniziare una fantastica conversazione mentre lo spinello brucia lentamente come una candela. Ad ogni modo, vi sono preoccupazioni in aumento riguardo l'inalazione di sottoprodotti della combustione, che potrebbero essere tossici o cancerogeni. Non sono ancora stati eseguiti studi approfonditi, pertanto non è possibile trarre delle conclusioni definitive al momento.
Tuttavia, si ipotizza anche che le proprietà anti-cancerogene della pianta di cannabis potrebbero combattere tali effetti negativi. Nonostante tutto, molti fumatori si stanno spostando verso la vaporizzazione delle erbe, che è totalmente priva di combustione e di sottoprodotti potenzialmente dannosi.

Per quanto riguarda gli alimenti alla cannabis, non c'è ovviamente alcuna combustione. Comunque, il tipo di cibo a cui viene aggiunta l'erba influisce su quanto esso risulti salutare per l'organismo. Ad esempio mangiare costantemente brownies, torte e biscotti è chiaramente molto gustoso, ma questi non sono certo i cibi più sani e nutrienti del mondo. D'altra parte, come alternativa si possono assumere cibi e snack più salutari con aggiunta di cannabinoidi, come il guacamole, ed usare il cannabutter (burro alla cannabis) per condire in modo sano insalate e patatine. Le opzioni sono davvero infinite.

COSA FARE QUANDO SI ESAGERA

Se avete fumato troppo, probabilmente alla fine vi arrenderete semplicemente, poserete lo spinello nel posacenere e farete un lungo e profondo sonno rilassante distesi sul divano. Se invece avete mangiato troppi dolcetti all'erba, la storia è diversa. Forse non eravate preparati per quest'ondata di sballo che vi investe e aumenta di intensità sempre più. In questo caso, la cosa più importante è non andare nel panico. Sedetevi, iniziate a fare dei respiri profondi e controllati, e rilassatevi. Tenete a mente che nelle prossime ore tornerete sobri e perfettamente in forma.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out