🇺🇸 USA, We are coming soon ⏤ 🌱 Be the first to know

By Luke Sumpter

Che tu voglia sperimentare modi tradizionali per fumare l’erba o ti sia solo un po’ annoiato del tuo solito rituale, devi provare il calice a vapore giamaicano. Questi strumenti costruiti con materiale naturale sono dei vaporizzatori primordiali: invece di bruciare l’erba come fanno canne e bong, usano carbone ardente ed un “cutchie” per liberare cannabinoidi e terpeni sfruttando il riscaldamento a convezione. Dopo averti spiegato come usare questo strumento, ti mostreremo come creare il tuo calice a vapore e poi elencheremo le migliori varietà di erba da utilizzare.


Cos’è un calice a vapore giamaicano

Steam Chalice

Ci sono tantissimi modi per usare l’erba. Accanto ai metodi più tradizionali, come fumare canne e mangiare edibili, i vaporizzatori portatili e da tavolo sono oggi sempre più utilizzati dai consumatori di cannabis. Il calice a vapore giamaicano rientra nella categoria degli strumenti tradizionali, ma è diverso dagli altri classici sistemi per inalare la cannabis. Come mai? Perché non brucia il fiore, ma lo vaporizza. Il calice a vapore si può considerare come il primo vaporizzatore. Proprio come gli svapo moderni, questo metodo per inalare l’erba è in grado di liberare cannabinoidi e terpeni senza rilasciare i numerosi sottoprodotti potenzialmente nocivi della combustione.

Come probabilmente puoi intuire, il calice a vapore giamaicano affonda le sue radici nella tradizione Rastafari della nazione da cui prende il nome. I credenti di questa religione adottano uno stile di vita naturale, chiamato “Ital”, che implica il consumo di soli cibi integrali biologici. Alcuni rasta rinunciano anche a carne e prodotti animali per perseguire quest’obiettivo. Come puoi capire, l’assenza di fumo nel calice a vapore giamaicano si inserisce bene in questo stile di vita. È interessante notare che il calice a vapore racchiude insieme tutti gli elementi: fuoco, acqua, aria e terra.

I calici a vapore sono composti da quattro parti principali:

  • Cocco: Una noce di cocco costituisce la parte centrale del calice a vapore. Puoi paragonarla alla camera dell’acqua di un bong. Contiene acqua che filtra il vapore rilasciato dal braciere, offrendo tiri più vellutati. La noce di cocco funge anche da “manico” per reggere e trasportare il calice a vapore.
  • Canne di bambù: Dal calice a vapore fuoriescono due canne di bambù: il bocchino ed il gambo. A differenza della maggior parte dei bong, gambo e braciere si trovano direttamente sopra la camera dell’acqua, mentre il bocchino sporge fuori dalla noce di cocco.
  • Cutchie: Realizzato con l’argilla, il cutchie è l’equivalente di un grande braciere da bong. Questa variante del calice a vapore tiene il fiore sopra il gambo inferiore mantenendolo separato dalle alte temperature del carbone utilizzato per liberare il THC e gli altri fitochimici.
  • Gritty: Questa semplice griglia di argilla ha molti piccoli fori e si colloca direttamente sopra l'erba. Serve come supporto in modo da bruciare solo il carbone, evitando il contatto diretto e la combustione del materiale vegetale.

Ora che conosci i calici a vapore con tutti i loro componenti, è tempo di imparare a usarne uno.

Come usare un calice a vapore

Possono essere necessari un paio di tentativi prima di riuscire a padroneggiare l’utilizzo del calice a vapore, soprattutto se sei un devoto fumatore di canne. Ma anche se sei abituato ad utilizzare grandi e sofisticati strumenti di vetro, un calice a vapore giamaicano probabilmente all’inizio ti sembrerà abbastanza strano da maneggiare. Per aiutarti a prendere confidenza con questo strumento della vecchia scuola, abbiamo riassunto qui di seguito alcune istruzioni pratiche. Segui questi passaggi per imparare questo nuovo metodo di vaporizzazione della cannabis:

Steam Chalice
  1. Per prima cosa, devi riempire la noce di cocco con acqua. Per far questo, rimuovi il bocchino in bambù dalla noce di cocco, poi versa dell’acqua nell’apertura e reinserisci il bocchino. Fai un tiro a vuoto. Dovrebbe suonare molto simile al gorgogliare di un bong. Se non senti quel suono caratteristico, hai troppa o poca acqua all’interno della noce di cocco.
  2. Ora è necessario caricare il cutchie con l’erba. Ma aspetta un secondo! I cutchies tradizionali hanno fori piuttosto grandi nella parte bassa che fungono da connessioni al gambo inferiore. Per questo motivo, molti utilizzatori di calici mettono fiori interi o poco spezzettati per evitare che pezzi di fiore cadano nel calice. Se preferisci tritare i tuoi fiori, inserisci sopra il foro un pezzo di rete di metallo di dimensioni sufficienti prima di appoggiare il tuo fiore.
  3. Una volta riempito, metti il gritty nel cutchie. A seconda del modello con cui stai lavorando, alcuni cutchie sono dotati di un labbro in cui incastrare il gritty, impedendo che entri in contatto con l’erba sottostante.
  4. In questo passaggio, le cose diventano ancora più originali. Probabilmente sei abituato a fare clic sul pulsante di un accendino o di un vaporizzatore prima di inalare. Quando usi un calice, dovrai invece usare un sacchetto di carbone. Carica abbastanza carbone per riempire lo scomparto superiore del cutchie e scaldalo usando un accendino a torcia fino a renderlo incandescente. Quando i pezzetti di carbone ardono costantemente, sei pronto per partire.
  5. Ora è il momento divertente. Metti il dito sul foro della noce di cocco e fai un tiro come faresti con una pipa od un bong. Verso la fine del tiro, togli il dito dal foro per svuotare la noce di cocco. Noterai un gusto fresco, ricco di terpeni e leggermente vegetale. Ricorda, stai essenzialmente svapando erba, non bruciandola.
  6. Alla fine dell’operazione, dovrai pulire il tuo cutchie. Elimina con cura i resti di carbone caldo ed i resti della cannabis vaporizzata. Versa fuori l’acqua dalla noce di cocco e riponi il tuo calice per un uso futuro. Di tanto in tanto, usa degli scovolini per rimuovere lo sporco dall’interno dei tubi di bambù.

Come realizzare un calice a vapore giamaicano

Non avrai problemi a trovare online un calice realizzato con sapienza, ma se vuoi un progetto fai-da-te, puoi creare il tuo calice seguendo la semplice guida che trovi qui sotto.

 Strumenti 

🥥 Noce di cocco

📏 Un pezzo di tubo di plastica o di bambù da 30cm

🪔 Cutchie e gritty di argilla

🗜️ Tubo in metallo o vetro

🐝 Cera d’api

🧰 Trapano e punte

🔨 Cacciavite

🍳 Casseruola e caraffa in Pyrex

🖌️ Pennello

 Procedimento 

  1. Acquista un gambo in vetro o metallo da un headshop. Prendi un tipo che si adatti perfettamente al fondo del tuo cutchie e che sia abbastanza lungo da immergersi nell’acqua sotto tutti i buchi della tua noce di cocco.
  2. Inizia praticando un foro abbastanza grande da incastrare il gambo che sporge dal fondo del tuo cutchie nella parte superiore del cocco. Poi pratica un secondo foro abbastanza largo da poter inserire il tuo tubo di bambù o plastica. Posiziona questo foro a metà tra il foro superiore ed il centro, od “equatore”, della noce di cocco, poi pratica un foro più piccolo sul lato opposto della noce tra il foro superiore e l’equatore.
  3. Ora la parte più noiosa: prendi un cacciavite e raschia con cura quanta più polpa di cocco possibile attraverso il foro più ampio praticato per montare il tubo di plastica o bambù.
  4. Crea un bagnomaria mettendo un contenitore Pyrex in una casseruola riempita per ¼ di acqua. Porta l’acqua ad una bassa ebollizione e sciogli un bastoncino di cera d’api nel contenitore Pyrex.
  5. Adesso è necessario inserire il gambo del cutchie. Suggeriamo di acquistare un cutchie di argilla, ma puoi anche crearne uno scavando un pezzo di legno cilindrico e creando un’estremità affusolata (questo richiede molto lavoro).
  6. Aggiungi il tuo tubo di plastica o bambù nel foro corrispondente. Posizionalo abbastanza in profondità, in modo che sia saldo, ma non così in profondità da toccare l’acqua. Ora usa un pennello per applicare la cera d’api liquida attorno ai punti di inserimento del tubo e del cutchie per creare una guarnizione a tenuta d’aria.
  7. Appoggia su una superficie il tuo cutchie (possibilmente davanti ad un ventilatore) ed attendi che la cera d’api si solidifichi.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.