Trova la tua varietà ideale con il nostro Seedfinder

By Luke Sumpter


Se hai mai aperto un sacchetto di terriccio e notato dei puntini bianchi sparsi ovunque, quella è la perlite. Ma perché si trova lì? I produttori stanno cercando di migliorare i loro profitti includendo meno terreno? Oppure la perlite ha una funzione che la rende un'aggiunta utile e valida?

Questi puntini sono in realtà piccole particelle di vetro e fanno miracoli nella stanza di coltivazione o nel giardino della cannabis. Infatti, tutti i tipi di coltivatori apprezzano la perlite, dagli orticoltori ai floricoltori. Ad occhio nudo, potrebbe non dare quell’impressione, ma nemmeno la terra lo farebbe! Nonostante la sua estetica semplice, la perlite è un eccellente ammendante che aiuta a migliorare la struttura del suolo ed, infine, ad ottimizzare la salute delle tue piante di cannabis.

Che cos'è la perlite?

La perlite nasce come ossidiana, un vetro vulcanico naturale che si forma quando la lava si raffredda rapidamente. Quando l'ossidiana si idrata, la presenza di acqua la trasforma in perlite. Nella sua forma di vetro naturale, la perlite possiede un aspetto molto differente da quello che trovi sugli scaffali dei negozi. Dopo aver frantumato il materiale, i produttori lo riscaldano a 980°C per renderlo morbido. Questo processo rilascia l'acqua intrappolata e fa sì che il vetro si espanda fino a 20 volte la sua dimensione originale[1]. La perlite espansa assume un colore bianco e una consistenza porosa in un processo che ricorda quello dei popcorn.

Che cos'è la perlite?

La perlite è considerata un ammendante biologico?

La perlite non contiene additivi artificiali, quindi puoi utilizzare la perlite nella tua stanza di coltivazione o giardino di cannabis e comunque affermare di coltivare in modo completamente biologico. Tuttavia, ha un impatto sull'ambiente a causa delle enormi operazioni minerarie e delle spedizioni internazionali, quindi potrebbe non essere l'opzione migliore se sei un coltivatore di permacultura.

Che cosa fa la perlite per il mio terreno?

Ora che conosci le basi della perlite, perché dovresti utilizzarla quando coltivi l’erba? Ci sono molti vantaggi nell’aggiungere della perlite nel terreno. Ma dal momento che a Royal Queen Seeds ci piace mantenere le cose oneste ed obiettive, ti informeremo anche su alcuni aspetti negativi.

I vantaggi della perlite per le piante di cannabis

Che cosa fa esattamente la perlite? In che modo l'aggiunta di minuscole particelle bianche di vetro vulcanico al tuo terreno darà un vantaggio alle tue piante di cannabis? Lo scoprirai tra poco.

Migliora il drenaggio

Un drenaggio ottimale del suolo aiuta le piante ad evitare agenti patogeni potenzialmente fatali ed il soffocamento. L'acqua stagnante fornisce un rifugio per i batteri anaerobi maleodoranti e le malattie fungine (come il marciume) che prosperano nelle condizioni di umidità[2]. L'aggiunta di perlite al terreno crea una struttura che migliora il drenaggio, contribuendo a ridurre il rischio di marciume radicale e ristagno.

Migliora l'aerazione

Le radici hanno molto di cui occuparsi nel terreno. Oltre ad assorbire le sostanze nutritive e l’acqua, hanno anche bisogno di respirare! Lo scambio di gas avviene tra la zona radicale e l'atmosfera, e la scarsa struttura del suolo può avere un impatto negativo su questo processo fondamentale. L'aggiunta di perlite nel terreno crea molte piccole sacche d'aria, fornendo alle radici un ampio apporto di ossigeno per facilitare la respirazione.

pH neutro

Essendo un prodotto a pH neutro, la perlite non interferisce con l'acidità o l'alcalinità del terreno, aiutandoti a prevenire problemi come il blocco dei nutrienti.

Riduce la compattazione

La compattazione del suolo avviene quando vengono ridotti gli spazi dei pori tra le particelle del suolo[3], il che inibisce il drenaggio e l'aerazione. Poiché la perlite presenta una struttura solida contenente molti piccoli fori, aiuta a resistere alla compattazione e funziona come un eccellente ammendante per i terreni già compattati.

Gli svantaggi della perlite per le piante di cannabis

Hai sentito bene. L'aggiunta di piccole palline di vetro vulcanico nel terreno porta davvero tutti questi benefici. Allora, dove sono i difetti? Sebbene la perlite funzioni in modo abbastanza impeccabile nel terreno, rappresenta una minaccia per il giardiniere e l'ambiente.

Polvere irritante

La perlite può frantumarsi in minuscole particelle di polvere durante il trasporto. Queste piccole particelle taglienti possono irritare gli occhi e la gola. Consigliamo di indossare un paio di occhiali protettivi quando si lavora con grandi quantità di perlite ed una maschera antipolvere se ci si trova in un ambiente chiuso.

Impatto ambientale

Come menzionato in precedenza, la perlite ha anche un impatto sull'ambiente. Enormi operazioni minerarie estraggono il vetro dalla terra ed operazioni di spedizione internazionali la trasportano nel tuo negozio di zona. Sebbene molti giardinieri adorino questa roba, non piace molto ai coltivatori di cannabis che cercano di chiudere il cerchio con un approccio alla permacultura.

Come usare la perlite nella coltivazione della cannabis

Ora che sei a conoscenza dei pro e contro della perlite, come va utilizzata in giardino? La perlite funziona meglio come ammendante del terreno. Basta pesare la quantità di terreno necessaria, aggiungere la quantità desiderata di perlite e mescolare bene.

Quanta perlite bisogna usare?

Dovrai modificare la quantità di perlite utilizzata a seconda dei tuoi obiettivi. Dai un’occhiata ai vantaggi di queste due quantità differenti:

  • 10–20% di perlite: Questa quantità funziona benissimo se desideri aerare e migliorare il drenaggio del tuo terreno senza dover continuamente nutrire le tue piante con apporti di nutrienti.
  • 30–50% di perlite: L'uso di questa quantità di perlite aumenterà il drenaggio, ma dovrai aggiungere più nutrienti durante il ciclo di crescita, poiché il materiale provoca il rilascio dei nutrienti dal terreno. Il lato positivo? Le tue piante cresceranno bene e velocemente, a patto che tu sia costante con la fertilizzazione.

Usare la perlite insieme alla fibra di cocco

Non bisogna limitare la perlite ad un determinato substrato di coltura. Il materiale funziona benissimo anche per incrementare la massa della fibra di cocco. Se decidi di utilizzarli insieme, punta ad un volume di perlite del 30% per migliorare il drenaggio e creare sacche d'aria.

Usare la perlite insieme alla fibra di cocco

Coltivare utilizzando solo la perlite

Puoi coltivare l’erba usando nient'altro che perlite? Non lo consigliamo. La perlite manca dei microrganismi chiave, dei nutrienti e della capacità di trattenere l'acqua che possiede il terreno. Senza questi fattori, le tue piante non raggiungeranno neanche lontanamente il loro pieno potenziale genetico. Tuttavia, presa da sola, la perlite è un substrato valido per essere utilizzato nei vasi a rete idroponici. Fornisce spazio adeguato alle giovani radici per penetrare attraverso il serbatoio sottostante, mantenendole aerate e sostenute durante tutto il ciclo di crescita.

Perlite vs vermiculite

Perlite e vermiculite hanno molto in comune. Le società minerarie fanno grandi sforzi per acquisire anche quest'ultima, per poi spedirla ai coltivatori di tutto il mondo. Questo minerale naturale presenta un pH neutro e trattiene bene i nutrienti. Tuttavia, la perlite vanta di una maggior porosità, il che significa che funziona leggermente meglio nel drenaggio e nell'aerazione dei substrati di coltivazione.

La perlite è un ottimo ammendante del terreno per la cannabis e tanto altro

Se desideri migliorare la struttura del suolo, il drenaggio e l'aerazione, allora dovresti provare la perlite! Ovviamente, i coltivatori di cannabis possono raggiungere questo obiettivo senza dover importare questo vetro vulcanico espanso. Concentrandoti sul miglioramento della vita nel tuo terreno, puoi creare un eccellente terreno di coltura in poche stagioni. Tuttavia, la perlite è un'ottima scorciatoia che offre questi vantaggi in un lasso di tempo molto più breve.

External Resources:
  1. Perlite toxicology and epidemiology – a review https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  2. How to prevent seedling damping off | UMN Extension https://extension.umn.edu
  3. Soil compaction | UMN Extension https://extension.umn.edu
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.