Preparare a casa un super soil mix per la cannabis è molto più gratificante rispetto all'acquisto in negozio del terriccio e delle bottiglie di nutrienti—e non è neanche così difficile da fare.

Indice:

QUALI SONO I PRO E I CONTRO NEL PREPARARE IL TUO SUPER SOIL?

Come molti aspetti della coltivazione, ci sono una serie di vantaggi e svantaggi nella creazione del proprio terriccio per la cannabis. Tuttavia, i pro superano di gran lunga i contro ed incoraggiamo ogni coltivatore a provare a preparare il proprio terriccio almeno una volta.

PRO

• Il terriccio di buona qualità fatto in casa è ricco di macro e micronutrienti, il che significa che sarai meno dipendente dai fertilizzanti chimici.

• Coltivare con il terriccio fatto in casa ti dà il pieno controllo completo su dove le tue piante ottengono i loro nutrienti. Se stai cercando di coltivare biologicamente, questa è la strada da percorrere.

• Le cime coltivate senza nutrienti chimici offrono un sapore naturale ed impareggiabile. Ci si può aspettare un fumo più saporito e liscio.

• I prodotti chimici presenti nelle soluzioni nutritive creano un deflusso pesante che può avere un effetto devastante sull'ambiente. D'altro canto, utilizzare il terriccio fatto in casa è completamente sostenibile ed ecologico.

CONTRO

• Preparare il terriccio richiede tempo, il che è un lusso che non tutti i coltivatori hanno.

• La preparazione del proprio terriccio richiede un investimento iniziale maggiore rispetto a un semplice acquisto di terriccio normale ed alcune soluzioni nutritive. Tienilo a mente se stai coltivando senza spendere troppo, ma ricorda anche che i risultati ne valgono sicuramente la pena.

COMPRENDERE IL SUOLO E LA NUTRIZIONE DELLA CANNABIS

Il suolo svolge due ruoli chiave nel processo di coltivazione della cannabis. Prima di tutto, appesantisce le tue piante di cannabis, mantenendole radicate e protette dal vento. In secondo luogo, se non più importante, funge da mezzo per trasportare i nutrienti e l’acqua alle radici delle piante. Per comprendere meglio il suolo e come possiamo usare un mix fatto in casa per fertilizzare e coltivare le nostre piante di cannabis è utile comprendere i nutrienti di base di cui le piante di cannabis hanno bisogno per sopravvivere e prosperare.

Oltre all'acqua, la cannabis ha bisogno di tre nutrienti o _macronutrienti_ principali: azoto (N), fosforo (P) e potassio (K). Quando acquisti i fertilizzanti, troverai prodotti con concentrazioni variabili di questi nutrienti, che sono progettati per essere utilizzati durante le diverse fasi del ciclo di crescita. Ecco un breve riassunto di come questi nutrienti aiutano le piante di cannabis a crescere:

L'azoto è uno dei componenti principali della clorofilla e parte essenziale di amminoacidi importanti.

• Il fosforo è essenziale per la produzione dell’ATP e dei fosfolipidi, che vengono utilizzati per costruire le membrane cellulari.

• Il potassio aiuta ad abilitare la fotosintesi, regola l'assorbimento di CO₂ attraverso gli stomi nelle foglie ed aiuta a rafforzare le pareti cellulari.

L'azoto, il fosforo ed il potassio costituiscono la maggior parte dei nutrienti nella gran parte dei fertilizzanti che troverai in un negozio di giardinaggio o grow shop. Tuttavia, ci sono anche molti altri nutrienti, noti come micronutrienti, che svolgono un ruolo chiave nel mantenere le tue piante sane e aiutarle a produrre le migliori cime possibili.

Alcuni di questi micronutrienti includono il calcio, ferro, zolfo, zinco, boro, manganese e rame, che troverai naturalmente in cose come il guano di pipistrello, il compost di lombrico, la melassa, le alghe kelp, i fondi di caffè ed altro ancora.

Quando prepari il tuo super soil per la cannabis, hai l'opportunità di preparare in anticipo un terriccio ricco per le tue piante, piuttosto che alimentare le tue piante in base alle necessità utilizzando fertilizzanti chimici. Il duro lavoro e lo sforzo che dedichi alla preparazione del tuo terreno naturale e biologico prima di piantare i tuoi semi ripagherà alla grande in termini di sapore e qualità.

Comprendere Il Suolo E La Nutrizione Della Cannabis

COME PREPARARE IL TUO SUPER SOIL MIX PER LA CANNABIS

Preparare il tuo super soil potrebbe sembrare scoraggiante, ma in realtà non lo è. Infatti, il concetto è piuttosto semplice: inizierai con del terriccio organico di buona qualità e lo arricchirai in anticipo con ingredienti naturali. Una volta giunto il momento di piantare i tuoi semi, avrai un substrato di coltivazione ricco, pronto a fornire alle tue piante tutto ciò di cui avranno bisogno per produrre cime belle ed aromatiche.

PASSO 1: ACQUISTA IL TUO TERRICCIO DI BASE

Scegliere il giusto terriccio di base per le tue piante di cannabis è estremamente importante. Ricorda che alla cannabis piace un terriccio ben aerato, permeabile e leggermente acido (l’ideale è un pH di 6–6,8). Se possibile, ti consigliamo di optare per un terriccio biologico, che contiene ingredienti naturali come il compost di lombrico, compost, fibra di cocco, sabbia ed altro. Mentre questi terricci sono generalmente più costosi, faranno una notevole differenza nella salute delle tue piante e la qualità e le dimensioni del tuo raccolto.

Alcuni altri ingredienti da cercare nei terreni organici includono:

• Torba
• Guano
• Letame
• Polvere di roccia
• Sabbia
• Fibra di cocco
• Fertilizzanti naturali (come il K-Mag)
• Compost di pino
• Perlite
• Vermiculite

Se non riesci a trovare un terriccio organico di buona qualità con almeno alcuni di questi ingredienti, non preoccuparti. Basta che fai un salto ad un vivaio o un centro di giardinaggio locale ed acquistare un terriccio neutro. Ancora una volta, se possibile scegli qualcosa di leggermente acido.

PASSO 2: ARRICCHISCI IL TUO TERRICCIO

Inizia mettendo il tuo terriccio in un contenitore grande. Quindi rompilo con una vanga per assicurarti che sia ben aerato. Una volta ben scomposto, dovrai iniziare ad arricchire il tuo terriccio con ingredienti più naturali per creare un substrato di coltivazione ricco per le tue piante di cannabis.

Alcune cose da aggiungere al tuo terreno includono:

  • 1. Compost di lombrico
  • 2. Fondi di caffè e/o foglie di tè
  • 3. Gusci d'uovo
  • 4. Bucce di frutta e verdura
  • 5. Compost
  • 6. Fibra di cocco
  • 7. Perlite
  • 8. Vermiculite
  • 9. Sabbia
  • 10. Farina di ossa
  • 11. Farina di sangue
  • 12. Fosfato di roccia
  • 13. Sali di Epsom
  • 14. Calce
  • 15. Dolomite
  • 16. Pellet di fertilizzanti organici

Aggiungi semplicemente questi ingredienti al tuo terreno ed utilizza la tua vanga per mescolare bene il tutto.

La quantità “corretta” di ogni ingrediente che usi nel tuo super soil dipenderà dalla qualità del tuo terriccio di partenza e da quanto tempo hai a disposizione prima di piantare. Se possibile, prepara il terreno almeno sei mesi prima di piantare. In questo modo, sarai in grado di utilizzare un maggior numero di ingredienti elencati precedentemente, in quanto avranno il tempo di scomporsi correttamente.

Una volta fatto, produrranno un terriccio ricco per le tue piante, simile a quello disponibile in natura. Questo super soil sarà ricco di azoto, fosforo e potassio, così come tutti gli altri micronutrienti che abbiamo menzionato in precedenza.

Tuttavia, questo processo richiede tempo. Ad esempio, il compost può impiegare da alcuni mesi ad alcuni anni per essere pronto e dovrai tenerne conto quando pianifichi la tua coltivazione. Solo gli scarti della frutta o verdura possono impiegare alcuni mesi per decomporsi.

Se vuoi piantare subito, puoi comunque utilizzare alcuni degli ingredienti elencati sopra. Dovrai prestare maggior attenzione dato che c’è il rischio di creare un terriccio davvero ricco di nutrienti che può bruciare le tue piante. Per iniziare, come regola generale prova ad utilizzare i seguenti rapporti di terriccio ed altri ingredienti:

- 4 parti di terriccio di base
- 1 parte compost di lombrico
- 1 parte di fibra di cocco
- 1 parte di perlite/vermiculite (per drenaggio extra)
- 2,5–5% di guano
- 2,5% farina di ossa e/o sangue

Quando aggiungi micronutrienti come i sali di Epsom, l’azomite, calce e la dolomite al tuo terreno, leggi sempre le istruzioni sulla confezione. Questi nutrienti sono davvero forti e possono causare bruciature da eccesso di nutrienti se non vengono utilizzati correttamente.

Arricchisci Il Tuo Terriccio

PASSO 3: LAVA IL TUO SUPER SOIL (SE VUOI PIANTARE SUBITO)

Se non hai mesi per preparare il tuo super soil, ecco un modo più semplice e veloce per preparare il tuo terriccio di cannabis a casa.

Nei vasi in cui prevedi di coltivare, combina:

- 3 parti di terriccio di base biologico
- 1 parte di perlite
- 1 parte compost di lombrico
- ½ tazza di sabbia verde
- ⅓ tazza di guano
- ½ tazza di calce dolomitica

Mescola tutto insieme usando il tuo rastrello, quindi immergi il terriccio in acqua pura per almeno due giorni, mantenendolo tutto bagnato. Questo assicurerà che il tuo terriccio non sia troppo fertilizzato per le tue plantule. Fai defluire l'acqua e lascia asciugare la maggior parte del terriccio prima di piantare. Una volta che hai piantato, assicurati di usare solo acqua normale per almeno le prime tre irrigazioni.

PASSO 4: NON PIANTARE DIRETTAMENTE NEL SUPER SOIL FATTO IN CASA

È davvero importante notare che il super suolo fatto in casa è molto ricco di nutrienti e non dovrebbe essere usato per i semi, le plantule o i cloni. Queste giovani piante sono molto delicate e soffriranno di bruciature di nutrienti in un substrato così ricco di nutrienti. Invece, dovrai germinare i tuoi semi e mantenere le tue giovani piante in un terriccio neutro per almeno le prime settimane, travasandole solo quando avranno iniziato ufficialmente a vegetare.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.