Con l'attuale ondata di legalizzazione abbiamo assistito a progressi esponenziali nella scienza e nella tecnologia della cannabis. Molti ricercatori e appassionati hanno raggiunto risultati significativi su tutti gli aspetti di questa preziosa pianta. I coltivatori cercano sempre nuovi ed efficienti modi per migliorare i loro raccolti, assicurando prodotti di altissima qualità e maggiori rese. È qui che entra in scena la propagazione tissutale, che può essere semplicemente definita "micropropagazione".

CHE COS'È LA TISSUE CULTURE PROPAGATION, O MICROPROPAGAZIONE?

In termini semplici, la micropropagazione consiste nel prendere un piccolo pezzo di materiale vegetale noto come "espianto" e metterlo in un piccolo contenitore sterile che contiene una sostanza speciale sul fondo. Ciò consente al materiale della piccola pianta di germogliare in una piccola pianta. Ora, perché questo metodo probabilmente sostituirà i sistemi convenzionali di clonazione della cannabis?

I coltivatori vogliono riempire i loro giardini di genotipi uniformi per diversi motivi. Vogliono che tutte le loro piante esprimano le stesse caratteristiche per mantenere la composizione chimica delle infiorescenze quanto più coerente possibile. In termini logistici, i coltivatori vogliono che le loro piante esprimano gli stessi tratti fisici in modo che crescano fino a dimensioni simili, richiedendo le stesse sostanze nutritive e quantità di luce, ecc. Per creare una serra piena della stessa genetica, i coltivatori usano le piante madri per prendere i cloni. Il problema di questo metodo è che esiste una quantità limitata di cloni che possono essere presi dalla madre, che ha bisogno di essere mantenuta con cura ed esperienza, e nel corso del tempo può essere attaccata da muffe e malattie.

Con la propagazione tissutale, piccoli pezzi della pianta madre possono essere presi e messi in uno speciale substrato nutriente in piccoli contenitori. Dopo un breve periodo queste piccole parti di piante cresceranno e si moltiplicheranno fino a che potranno essere tagliate e coltivate separatamente. Ciò consente ai coltivatori di clonare lo stesso genotipo senza la necessità di mantenere le piante madri.

Cannabis Di Micropropagazione

I VANTAGGI DELLA PROPAGAZIONE TISSUTALE

I piccoli contenitori utilizzati per la micropropagazione non occupano molto spazio e le piante non sono suscettibili a muffe e malattie come sono invece i normali cloni. Questo perché l'attenzione dei coltivatori e le condizioni sterili limitano l'esposizione a parassiti e agenti patogeni. La micropropagazione fornisce una migliore alternativa alla clonazione perché è possibile posizionare migliaia di esemplari in uno spazio molto piccolo. Questo spazion richiede una manutenzione minima rispetto ai metodi convenzionali di clonazione nei quali le piante madri e i cloni occupano molta superficie e richiedono una notevole manutenzione, energia e risorse .

GLI SVANTAGGI DELLA TISSUE CULTURE PROPAGATION

Lo svantaggio principale della micropropagazione è che non è qualcosa che va bene per il coltivatore domestico o su piccola scala. La micropropagazione richiede un ambiente estremamente sterile, esperienza e completo controllo su temperatura, umidità e luce. Anche se è assolutamente fattibile, richiede molte capacità e conoscenze. Per questo, lo sviluppo di cloni da una pianta madre potrebbe essere il modo più semplice di clonazione per i principianti. Col tempo però la tecnologia della cannabis si evolverà e forse renderà molto più gestibile per il microcoltivatore provare a micropropagare le sue piante.

Cannabis Di Micropropagazione

IL FUTURO

Questa tecnologia non è solo una promessa per gli appassionati di cannabis che cercano di avere l'erba della massima qualità possibile, ma anche per la specie umana in generale. Tutti i tipi di piante possono essere micropropagate e selezionate in base alle caratteristiche desiderate. Immagina di realizzare 10.000 copie dei più deliziosi avocado resistenti ai parassiti e alle muffe in pochissimo tempo, selezionando il migliore tra questi 10.000 per rafforzare ulteriormente la genetica. Sarebbe assolutamente rivoluzionario, a meno che, naturalmente, non iniziamo a modificare geneticamente le piante con grande precisione, il che cambierebbe completamente la natura dell'agricoltura. In ogni caso, la micropropagazione della cannabis è arrivata, e probabilmente sarà sempre più usata in futuro.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out