Marinol è la marca di una forma sintetica di THC chiamata dronabinolo. È stato inizialmente introdotto sul mercato per curare i sintomi causati dall'AIDS nei primi anni '80.

Da allora questa medicina è stata al centro di controversie.

Il farmaco è stato originariamente sviluppato durante i primi tentativi di commercializzare una medicina a base di cannabinoidi. Molti pazienti non apprezzano i suoi effetti, in particolare quelli che soffrono di condizioni diverse da AIDS. Questi dicono infatti che il dronabinolo non funziona, oppure che l’effetto è così intenso da non riuscirlo a controllare. Altri pazienti, in particolare quelli che soffrono di nausea, dicono che sconvolge lo stomaco.

Inizialmente introdotto come sostanza in Tabella II, il Marinol è stato poi riclassificato in Tabella III. Non è chiaro se, come il Sativex, sarà ulteriormente declassato. Nel frattempo, la pianta che produce cannabinoidi naturali rimane classificata in Tabella I negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

La ricerca sul THC e sui cannabinoidi in genere tende a confermare quanto detto prima, e altro ancora. Il Marinol non contiene CBD, un cannabinoide oggi al centro dell’attenzione della comunità medica. Inoltre non contiene flavonoidi o terpeni. Infine, il microdosaggio di cannabis sta raccogliendo sempre più consensi come pratica medica sostenibile.

La provata efficacia dei derivati naturali della cannabis potrebbe finalmente mettere fine all’uso di Marinol, ma per il momento molti pazienti sono costretti a usare questo farmaco anziché la vera pianta. Perché? Perché è coperto dalle assicurazioni sanitarie, mentre la cannabis non lo è.

Marinol composizione sintetica thc

CHE COSA È IL MARINOL?

Il THC è una molecola chimica come qualsiasi altra. Può essere riprodotta in un laboratorio. Questo è ciò che è il Marinol. Una medicina basata sulla formula chimica di un cannabinoide.
Il cannabinoide sintetico dronabinolo può essere disciolto nell'olio di sesamo e preparato come compresse ingeribili.

A COSA SERVE?

Il Marinol è comunemente prescritto contro il deperimento fisico, la nausea, il dolore cronico causato da disordini motori come sclerosi multipla e distonia. Poiché rientra nella classe di farmaci di Tabella III, viene coperto dalla maggior parte dei sistemi sanitari occidentali.

In tutti questi paesi si lotta ora per portare una maggiore consapevolezza sulla medicina vegetale come alternativa più sana ed efficace rispetto alle formulazioni sintetiche.

PERCHÉ LA CANNABIS NATURALE È MEGLIO?

Ci sono molti motivi per i quali la pianta di cannabis e i suoi componenti chimici risultano superiori al Marinol.

  1. I pazienti possono controllare meglio il loro dosaggio. Per molti pazienti, anche il più piccolo dosaggio di Marinol - 5mg – può risultare eccessivo da gestire in una sola assunzione. Altri metodi di assunzione dei cannabinoidi risultano più facili e rendono il dosaggio più regolabile. Il Marinol ti può mandare sulla luna. Per i pazienti che desiderano rimanere completamente lucidi questo non è un posto comodo dove stare.
  2. Può sconvolgere lo stomaco. Il Marinol può in realtà aumentare la nausea in alcuni pazienti, invece di ridurla.
  3. Non contiene altri cannabinoidi. Il Marinol contiene solo THC sintetico. Il CBD, in particolare, è noto per interagire con il THC in molti modi benefici. Togliere completamente questo e altri cannabinoidi dalla medicina naturale va contro i principi stessi di questa terapia.
  4. La cannabis medica contiene composti medicinali più efficaci, come i diversi cannabinoidi contenuti nella pianta, e molto di più. I composti aromatici conosciuti come terpeni si sono recentemente dimostrati fondamentali per contribuire all'efficacia medica complessiva della cannabis. Il Marinol non contiene nessuna di queste sostanze. Mancano anche i flavonoidi, che si ritiene possano rendere la cannabis ancora più efficace.
  5. Ha altri effetti collaterali. Molti pazienti non sono semplicemente in grado di tollerare il farmaco. Anche la marijuana può avere effetti collaterali, ma molti di questi possono essere minimizzati con una scelta accurata della varietà medica. Invece esiste solo una varietà di Marinol.

Una cosa è molto chiara. Potendo scegliere, i pazienti si orientano per la maggior parte verso forme naturali di cannabis, o verso prodotti ottenuti direttamente dalla pianta.

E ALLORA PERCHÉ IL MARINOL VIENE ANCORA UTILIZZATO?

Questa è una bella domanda. Le risposte riguardano per lo più la politica. Il Marinol è sempre stato usato per rallentare la piena riforma delle leggi sulla cannabis. Questo è dovuto ai pregiudizi che ancora circondano la cultura della cannabis, e anche al potere delle lobby farmaceutiche. In generale, l'industria farmaceutica non ama la marijuana medica perché la vede come una minaccia ai suoi profitti.

Ma questa situazione potrebbe cambiare. Le sperimentazioni mediche, in particolare contro il cancro, stanno trovando qualcosa di interessante. L'aggiunta di marijuana ai farmaci convenzionali sembra migliorare gli effetti di entrambe le terapie.

In questo tipo di scenario, le aziende farmaceutiche potrebbero cambiare idea sulla cannabis. Se non lo hanno già fatto cominciando a brevettare un cannabinoide transdermico da vendere a un mercato affamato.

Nel frattempo, il Marinol è uno dei pochi farmaci a base di cannabinoidi che risulta ampiamente disponibile a livello globale.

Anche quando viene utilizzata per scopi medici, questa pianta continua ad essere proibita in molte parti del mondo. Questa situazione deve cambiare, e questa sarà la prossima grande battaglia. In Canada e in Germania oggi i pazienti fanno causa alle compagnie assicurative che rifiutano di coprire il costo del loro farmaco.

Confronto THC contro THC sintetico

COSA DEVO CHIEDERE AL MIO MEDICO?

Se sei uno dei pazienti fortunati che ha un medico disposto ad aiutarti su questo fronte, il primo passo è quello di avviare la conversazione.

Il primo problema è il costo.

Se questo non è un problema nel paese dove vivi, sei fortunato.

Negli Stati Uniti, in Canada, Israele, Australia e Germania questa è una conversazione che si svolge ogni giorno. I progressi compiuti dal movimento per riformare e legalizzare la cannabis hanno creato una nuova opportunità.

Ma c’è ancora molto da fare. In Germania, i pazienti possono "scegliere" se pagare 10 euro per una fornitura mensile di dronabinolo, oppure molto di più per avere la vera pianta.

La maggior parte delle persone non ha la possibilità di scegliere.

Ecco perché questo problema è diventato così scottante.

I TEST ANTIDROGA POSSONO DARE RISULTATI DIVERSI?

Su questo tema c’è una grande discussione. Alcune persone prendono il Marinol per cercare di ingannare i test antidroga. Purtroppo, questa non è una soluzione efficace. La marijuana contiene più sostanze chimiche del Marinol. I test antidroga trovano le differenze. Al massimo puoi chiedere di essere riesaminato e usare solo Marinol per un mese. Questa è una delle situazioni scomode in cui i pazienti si trovano spesso, ma tieni presente che è una tattica da usare solo come ultima possibilità.

È infatti possibile rilevare la differenza tra le due sostanze in tutti i test dei fluidi corporali.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out