Trova la tua varietà ideale con il nostro Seedfinder

By Luke Sumpter


Coltivare cannabis indoor è un'esperienza davvero entusiasmante. Si ha il pieno controllo sull'ambiente di coltivazione, è possibile regolare diverse variabili, come la frequenza di irrigazione, la temperatura, l'umidità, gli scambi gassosi e molto altro. Tuttavia, anche la coltivazione indoor racchiude numerose problematiche. Anche se le piante sono meno esposte all'attacco di parassiti e malattie, è necessario tenere in considerazione molti altri fattori.

Quando si coltiva indoor, lo spazio è il principale elemento limitante. I coltivatori devono spesso adottare delle misure estreme per mantenere segreta la propria piantagione. Questi potenziali ostacoli possono essere superati scegliendo strategicamente la varietà da coltivare. Ad ogni modo, la scelta di una varietà non dipende soltanto da fattori restrittivi. In commercio esistono centinaia di genetiche, ciascuna delle quali sviluppa un caratteristico aroma e sapore, e genera determinati effetti. I coltivatori devono quindi valutare i tratti che desiderano ottenere da una varietà, prima di far germogliare i semi.

Scegliere una varietà può essere difficile. Si tratta di un'analisi complessa, che può “paralizzare” il processo decisionale. Di seguito, analizzeremo i fattori più importanti da tenere in considerazione quando si coltiva una varietà indoor. Dopo essere giunti alla fine della lista, sarà molto più facile prendere una decisione.

Altezza e spazio

Chi coltiva indoor solitamente non ha molto spazio a disposizione. Spesso coltivare ganja indoor significa sistemare una piccola tenda da coltivazione nell'angolo di una stanza. I più fortunati avranno un'intero spazio dedicato alla propria piantagione. In entrambi i casi, questo spazio non sarà comunque adatto a varietà giganti.

Come forse saprete, esistono due principali sottospecie di cannabis: sativa e indica. Le varietà sativa sviluppano foglie allungate e una struttura slanciata, e raggiungono altezze notevoli. Alcune genetiche possono superare facilmente i 3m. Di contro, i ceppi indica esibiscono foglie più ampie, una maggiore crescita laterale e un aspetto tozzo e cespuglioso.

Se il vostro spazio è limitato, potete intuire quale delle due sottospecie sia più adatta alle vostre necessità. Ad ogni modo, i ceppi indica e sativa puri sono piuttosto rari. Molte delle varietà in commercio sono ibridi e contengono mix di genetiche in diverse proporzioni. Se state cercando una pianta facile da gestire, la scelta più logica è una varietà a dominanza indica. Queste genetiche possiedono una quantità maggiore di geni indica, sviluppano una struttura compatta e difficilmente crescono in modo incontrollabile.

Altezza e spazio

Ma i coltivatori indoor non sono costretti a scegliere esclusivamente genetiche indica. Possono sicuramente coltivare anche stimolanti ceppi sativa. Tuttavia, è quasi impossibile gestire una varietà sativa mastodontica in un ambiente chiuso. È possibile allevare diversi esemplari autofiorenti a dominanza sativa usando la tecnica “sea of green” (SOG) ed ottenere rese soddisfacenti.

Le autofiorenti discendono dalla terza sottospecie di cannabis: la Cannabis ruderalis. Questo ceppo è originario dell'Asia centrale e Europa orientale e si è adattato al clima fiorendo in tempi brevi. Le varietà ruderalis pure offrono rese scarse, ma i breeder possono incrociare queste genetiche con varietà indica o sativa, per dar vita ad autofiorenti potenti e produttive. Le autofiorenti ereditano la struttura compatta dell'antenato ruderalis e raramente superano 1m di altezza.

L'altezza è un altro elemento fondamentale quando si coltiva in clandestinità. Alcuni hanno il privilegio di vivere in città o Stati in cui la coltivazione di cannabis è legale, mentre altri sono costretti ad operare in totale segretezza. Se avete deciso di coltivare in un'area in cui la ganja è proibita, dovreste scegliere una varietà autofiorente compatta. Queste piante possono essere coltivate in scatoloni o recipienti appositamente riadattati. Non dovrete far altro che installare un filtro a carbone e la vostra piantagione resterà completamente nascosta.

Se lo spazio non è un fattore eccessivamente limitante per voi, potete provare a coltivare la Green Crack Punch. Questa varietà a leggera dominanza sativa genera uno sballo euforizzante e raggiunge altezze di circa 160cm. Se state coltivando indoor in un piccolo armadio o una credenza, la scelta migliore è probabilmente la Royal Dwarf. Questa pianta in miniatura solitamente non supera i 40cm.

Velocità e rendimento

La velocità di crescita e il rendimento sono generalmente correlati in modo negativo. In pratica, più una varietà fiorisce rapidamente, minore sarà il suo rendimento finale. Le varietà autofiorenti passano dal seme alla maturazione in appena 8 settimane, ma offrono un rendimento massimo di circa 500g/m², in condizioni ottimali.

Le varietà a dominanza indica si trovano nel mezzo. Queste genetiche impiegano in media 7–12 settimane per fiorire, ma sono in grado di produrre fino a 600–1000g/m².

Le piante a dominanza sativa sono le regine della produttività. Questi esemplari giganteschi offrono fino a 1kg di fiori per pianta, ma crescono più lentamente. Gli esemplari sativa hanno bisogno di almeno 11–16 settimane per completare la fioritura!

Ovviamente, qualsiasi coltivatore desidera ottenere il massimo rendimento. Ma ciò non è sempre possibile. Chi vive in zone in cui la coltivazione è legale ha tutto il tempo del mondo per allevare le sue piantine. Nelle aree in cui è ancora in vigore il proibizionismo, le operazioni di coltivazione dovranno essere svolte il più rapidamente possibile.

Se siete costretti a scegliere una varietà a crescita rapida, o semplicemente desiderate raccogliere in tempi brevi, potete aumentare le vostre rese finali coltivando diversi esemplari vicini tra loro. Le autofiorenti offrono raccolti scarsi, ma sono anche molto compatte. I coltivatori potranno quindi stipare numerose piante in un unico ambiente, anche se ristretto.

Quick One è una autofiorente a crescita rapida, che sviluppa cime in un breve lasso di tempo. Potrete raccogliere i fiori appena 8 settimane dopo la germinazione dei semi. Se preferite i ceppi fotoperiodici, provate Honey Cream. Questa gustosa indica fiorisce nel giro di 6–7 settimane.

Velocità e rendimento

Aroma e sapore

L'odore della ganja si distingue immediatamente. I terpeni sono le molecole responsabili di questo delizioso e caratteristico aroma. Queste fragranti particelle di idrocarburi sono ampiamente diffuse in natura e la sola pianta di cannabis ne produce oltre 200. Ogni varietà sviluppa livelli di terpeni variabili. Alcune genetiche emanano aromi e sapori fruttati, mentre altre sprigionano essenze floreali, erbacee, di terra o benzina.

È importante conoscere l'odore e il sapore di una varietà. Se non apprezzate il gusto delle vostre cime, avrete soltanto sprecato tempo a coltivare gli esemplari! Il modo migliore per capire se una varietà vi piaccia o meno è assaggiarla. Se non ne avete la possibilità, siete comunque fortunati. Molte seedbank forniscono un profilo dettagliato di ciascuna varietà ed il rispettivo aroma e sapore. Alcune indicano persino i livelli di ciascun terpene. Informatevi sull'assortimento di terpeni prodotto da una varietà prima di acquistarla per essere sicuri che soddisfi le vostre esigenze.

Se cercate cime dal gusto fruttato e tropicale, dovete assolutamente provare Fruit Spirit. Questa varietà ibrida ricca di terpeni discende da ceppi Blueberry e White Widow, e inebria le papille gustative ad ogni boccata. Ma non tutti amano i sapori fruttati. Per fortuna, esiste un'ampia gamma di aromi tra cui scegliere. Chocolate Haze offre una fragranza completamente differente. Questa deliziosa genetica sativa genera uno sballo elettrizzante, accompagnato da un sapore di zucchero e cioccolata.

Si possono coltivare diverse varietà di cannabis nella stessa grow room?

Volete ottenere un'ampia varietà di sapori ed effetti dalle vostre colture? Se è quello che state cercando, significa che siete curiosi e non volete limitarvi ad una sola varietà di cannabis. Ma è possibile coltivare più di una varietà in una grow room o una serra? Certamente, ma questa scelta comporta alcuni vantaggi e svantaggi. Tra i vantaggi troviamo la possibilità di ampliare la gamma di sapori e la diversità degli effetti al momento del raccolto. Una scorta d'erba con diversi terpeni vi darà la possibilità, ad esempio, di avere cime di diverse qualità da consumare a seconda del momento della giornata.

Tuttavia, coltivare piante di cannabis con genetiche diverse nella stessa grow room può comportare alcune difficoltà. Se siete nuovi al mondo della coltivazione, vi consigliamo di scegliere delle varietà che raggiungano altezze simili, con cicli di crescita e tempi di fioritura quasi identici. Questo vi aiuterà ad evitare che una pianta diventi troppo alta coprendo ed ombreggiando le altre o di raccogliere una pianta dovendo poi aspettare un altro mese per raccoglierne un'altra. Tuttavia, una volta acquisita un po' di esperienza, non avrete alcun problema a far crescere un'ampia gamma di varietà diverse nello stesso spazio di coltivazione.

Si possono coltivare diverse varietà di cannabis nella stessa grow room?

Lo strumento Seedfinder di RQS

La scelta è talmente ampia che non riuscite a decidervi su quali semi comprare? Il nostro Seedfinder è uno strumento appositamente creato per tale scopo. Sulla base delle informazioni raccolte dai nostri coltivatori professionisti, abbiamo creato uno strumento di facile utilizzo che semplifica ai nostri clienti il processo di selezione delle varietà. Inserite semplicemente le vostre preferenze in ogni fase del processo e vi daremo come risultato un gruppo di varietà perfettamente in linea con le vostre esigenze. Il Seedfinder tiene conto del vostro livello di esperienza, del luogo dove prevedete di coltivare, delle dimensioni della pianta che state cercando e molto altro ancora. Non è mai stato così facile acquistare la varietà più adatta alle proprie esigenze.

Pronti, partenza, coltivare!

Ecco fatto! Dopo aver considerato tutti questi dettagli fondamentali, siete un passo più vicini alla decisione finale. Ricordate, lo spazio è essenziale. Prendete un metro e valutate se la varietà che avete scelto è adatta al vostro ambiente. Dopodiché, prendete in considerazione la velocità di crescita. Se volete raccogliere in tempi brevi, le autofiorenti rappresentano la soluzione migliore. Dopo aver compiuto la vostra scelta, dedicatevi alla piantagione. Coltivate le piante con cura e amore, ed avrete la soddisfazione di poter fumare cime allevate con le vostre mani.


1. Selezionare le Migliori Varietà di Marijuana per l'Outdoor Secondo il Clima. I risultati di una coltura outdoor sono direttamente influenzati dalla varietà di cannabis coltivata e dal luogo dove verranno piantati i semi.

3. Consigli su quali varietà di marijuana acquistare.  Grazie a questo articolo potrete scegliere ed acquistare le vostre varietà di Cannabis a seconda delle vostre specifiche esigenze.