La nostra guida sui tratti migliori dell'aroma della cannabis, i componenti da valutare ed il modo in cui tutto questo porta ad un maggiore apprezzamento per le cime dovrebbe farti gustare la tua scorta come un intenditore in pochissimo tempo. 

Indice:

L’APPREZZAMENTO DELLA QUALITÀ DELLA CANNABIS INIZIA CON L'ODORE

L’odore, l’aroma, il bouquet e la fragranza sono parole che vengono spesso invocate quando si parla di cannabis. A parte l'apprezzamento visivo, l'odore è il componente principale utilizzato per accertare la qualità della cannabis. 

L'olfatto è un senso effimero, quindi parlarne è difficile. Come con la musica, ha molte classi e gruppi distinti e attrae molte persone in modi differenti. È stratificato e sfumato, quindi non sorprende che il linguaggio utilizzato per descrivere l'olfatto sia simile a quello della musica. Ha note e può essere raggruppato in modo simile agli accordi e progressioni. 

Il senso dell'olfatto ed il senso del gusto sono intimamente intrecciati, tanto che perdere l’olfatto ha anche l’effetto collaterale della perdita di gran parte del senso del gusto. Questa è in realtà una malattia cronica che può causare depressione ed influenzare in modo significativo la qualità della vita.

L'ANATOMIA DELL’OLFATTO

L'olfatto, come l'udito e la vista, è direttamente collegato al cervello da un nervo principale. Una piccola porzione di tessuto con neuroni sensoriali olfattivi risiede nella parte superiore del naso. L'olfatto fa parte del sistema chemosensoriale o dei sensi chimici.

Ad esempio, quando le molecole volatili evaporano da un fiore e vengono inalate attraverso il naso, vengono rilevate dai neuroni olfattivi. Il messaggio trasmesso al cervello viene interpretato come odore. Nel caso della cannabis, queste molecole sono principalmente terpeni e fenoli.

SFUMATURE E VOLATILITÀ

Hai mai notato che avvicinare al tuo naso una cima appena schiacciata, asciutta o bagnata, ha un odore immediato e forte? Poi, un po' più tardi, l'odore assume una variazione leggermente differente e, quindici minuti più tardi, cambia ancora?

Questi vengono chiamati note di testa, note di cuore o note di fondo.

I terpeni e fenoli sono composti aromatici volatili. Evaporano quando vengono esposti all'aria, un processo che viene percepito da noi come odore. Tuttavia, gli strati e le sfumature dell'olfatto ci impediscono di affermare che una cima odora come qualcosa in particolare. 

Una varietà avrà sicuramente un aroma generale caratteristico ed identificativo: per esempio, le Skunk e le Cheese hanno un odore particolarmente idiosincratico. Però, i componenti di questi bouquet hanno sempre tracce e sfumature che ricordano qualcos’altro—una progressione particolare di note identificabili singolarmente che si combinano per formare i bouquet complessi della pianta di cannabis. 

NOTE DI TESTA

La prima impressione di un odore è conosciuta come “nota di testa” (o note capitali). Le molecole che formano i terpeni di queste note di testa combinate sono le più volatili dell’intero bouquet. Evaporano e si disperdono rapidamente, e un naso allenato può identificare le singole note che compongono l'impressione iniziale. 

Top Chords Cannabis

ALCUNE DELLE NOTE DI TESTA PIÙ COMUNI NELLA CANNABIS

Limonene: il terpene primario responsabile dell'odore degli agrumi, il limonene è estremamente volatile ed appare in molte varietà come sentori di limone, arancia, lime o pompelmo—fino al punto di essere positivamente astringente, creando il formicolio al naso. Pensa all’impronta di limone delle Haze ed il ricordo d’arancia della Lemon Haze. Il limonene viene utilizzato in molti prodotti per la pulizia ed è così volatile che all’ingrosso rappresenta un vero pericolo d’incendio.

Geraniolo: questo è il terpene che dona ai gerani il loro odore ed è un composto della fragranza alla rosa, ed è anche una nota di testa. Evapora rapidamente e si mescola per formare la prima impressione. Le tonalità dolci e floreali presenti in molte varietà sono composte dal geraniolo. Non sorprende che questo terpene venga utilizzato in profumeria. 

Linalolo: è il terpene che conferisce alla lavanda il suo odore caratteristico e le sue proprietà sedative, e contribuisce anche alle prime impressioni floreali nelle cime di cannabis. Il linalolo ha una lunga storia come rilassante naturale.

NOTE DI CUORE

I terpeni che formano le note di cuore (o note centrali) evaporano più lentamente e non si disperdono velocemente come le note di testa: hanno anche una vitalità più lunga una volta dispersi e vengono percepiti più a lungo. Le note centrali si combinano per formare il bouquet aromatico predominante, che indugia sui nervi olfattivi dopo che le note di testa hanno lasciato la loro prima impressione. 

Middle Chords Cannabis

ALCUNE DELLE NOTE DI CUORE PIÙ COMUNI NELLA CANNABIS

α-terpineolo: questo terpene è ciò che dà all'olio di pino il suo odore caratteristico. Come nota di cuore, rimarrà più a lungo e continuerà a formare il corpo principale del profumo. L'α-terpineolo ha innumerevoli usi oltre a rendere fantastico l'odore della cannabis.

β-cariofillene: il terpene che dà al pepe il suo odore speziato e caratteristico e fornisce anche una grande parte dei profumi di origano, basilico e rosmarino. Molte varietà hanno questo terpene che provoca il formicolio al naso, che è in parte responsabile delle sensazioni fisiche di formicolio nel naso quando si esaminano alcune varietà.

α-terpineolo: la fragranza della maggiorana è dovuta alla predominanza di questo terpene. È anche un componente delle note piacevolmente terrose ed erbacee che può esibire la cannabis. Resiste più a lungo della maggior parte dei terpeni e può combinarsi insieme ad altri per fornire il corpo più duraturo di un profumo. 

NOTE DI FONDO

Le note di fondo sono composte da aromi che evaporano più lentamente e durano più a lungo. Sono le fragranze che si posano sul tuo labbro superiore e l'aroma che annusi sulle tue dita persino ore dopo essere entrato in contatto con qualsiasi erba. Durante un lungo periodo di concia, saranno gli odori predominanti provenienti dal barattolo di vetro, finché non verrà spezzata una cima e l'intero bouquet sarà di nuovo fresco.

Bottom Chords Cannabis

ALCUNE DELLE NOTE DI FONDO PIÙ COMUNI NELLA CANNABIS

Eugenolo: un terpene duraturo responsabile dell'aroma dei chiodi di garofano. Una volta che l'astringenza di eugenolo viene emanata, il profumo può durare per molti giorni prima che si disperda. 

Gingerolo: uno dei fenoli che conferisce allo zenzero il suo aroma dolce e speziato. Il gingerolo è lento ad evaporare e ha una durata lunga. Come l'eugenolo, può impiegare giorni prima di disperdersi del tutto.

Trans-nerolidolo: Questo è il terpene che dona al gelsomino il suo aroma floreale sfumato, con sentori di rosa, mela ed agrumi fruttati. L'aroma del gelsomino può durare così a lungo che viene messo in bustine nei cassetti per profumare i vestiti delicatamente per mesi. 

LA CANNABIS HA MOLTE SFACCETTATURE

È abbastanza corretto descrivere un fiore di cannabis in questo modo:

Quando si agita un fiore maturo ed appiccicoso, produce un accordo di note di testa pungentemente stratificato. Le note capitali di agrumi aspri e fiori dolci solleticano il naso ed aggrediscono i sensi. Man mano che le note di testa si affievoliscono, le note di cuore vengono percepite maggiormente: si soffermano ricordi di pomeriggi caldi nelle foreste di pino e si possono persino sentire nell'aria. Più tardi, sulle tue dita e vestiti si presentano sbuffi distinti di fiori delicati e zenzero secco, mentre le note di fondo si fanno più dominanti.

Come con la musica, imparare il linguaggio dell'olfatto richiede tempo ed esperienza. Gli odori vengono ricordati proprio come qualsiasi altro input mentale e, nel tempo, si può accumulare una libreria di riferimento di aromi ideale per l'identificazione della cannabis. Quindi, nel tempo è possibile identificare le singole fragranze in ciascun bouquet di note mentre progrediscono attraverso le loro fasi di volatilità. 

VALUTARE ED APPREZZARE LE QUALITÀ DELLA CANNABIS

Dopo aver illustrato l'odore, diamo un'occhiata all'arte più ampia di apprezzare la cannabis e le cose da ricercare. 

L'aspetto, la piccantezza e la potenza della cannabis possono variare in modo sostanziale da varietà a varietà. La valutazione della qualità prima del consumo viene principalmente eseguita osservando l'aspetto e l'odore. Ci sono alcune situazioni occasionali in cui queste caratteristiche non sono sempre un vero indice di potenza. Chi non ha mai acceso delle cime dall'odore sgargiante ed aspetto mediocre, per poi essere spazzato via dalla potenza cripticamente sorprendente? 

Il THC, CBD ed altri cannabinoidi hanno un odore neutro: sono i composti aromatici volatili che conferiscono alla cannabis le sue caratteristiche fragranti. I terpeni modificano gli effetti dei cannabinoidi in modi che la scienza ha iniziato a studiare solo ora. 

Molti terpeni hanno effetti riconosciuti sul cervello e sul corpo e, se combinati con i cannabinoidi, incidono molto nel rendere le varietà differenti tra loro. Due varietà con lo stesso identico livello di THC possono avere effetti sostanzialmente diversi sulla mente, corpo ed anima, a seconda di quali composti volatili sono disponibili.

A parità di condizioni, come ad esempio una corretta maturazione prima del raccolto ed un'adeguata cura e conservazione, non esiste una "regola unica" che contraddistingue la cannabis buona, ma solo linee guida.

Al momento di scegliere una varietà, nulla batte l'accumulo di conoscenza che un intenditore ha sviluppato nel tempo. Detto questo, è improbabile che il mondo della cannabis contemporanea offra erba di scarsa qualità, ma offrirà una scelta incredibile ed appetitosa.

VALUTARE ED APPREZZARE LE QUALITÀ DELLA CANNABIS

PRIMA DELLA VALUTAZIONE

Quando si confronta la cannabis, è meglio avere parità di condizioni. Consumala ogni volta nel tuo modo preferito, che si tratti di vaporizzare, canne, bong, pipe o blunt. I blunt aggiungeranno gli aromi del tabacco, ma se è una tua abitudine, allora la scelta nella cannabis è ancora ovvia. 

Assicurati di avere un palato pulito prima di iniziare qualsiasi prova: un pasto aromatico consumato precedentemente può indugiare nella bocca e naso e distorcere qualsiasi valutazione. Ad esempio, dopo aver divorato il curry, i sapori possono indugiare per ore ed altereranno sicuramente gli odori ed i sapori dell'erba. Sorseggiare acqua pulita e fresca deterge il palato prima di sentire l'odore dell’erba ed assaggiarla—provalo la prossima volta che fai un tiro di canna. Il sapore del fumo dopo un sorso è molto più evidente e sfumato. 

ASPETTO FISICO 

L'aspetto fisico di una cime può rivelare diverse caratteristiche prima di essere consumato. Annusare l'erba ed annotare le osservazioni iniziali sono due cose connesse, in quanto è quasi impossibile NON annusare l'erba. La cannabis è notoriamente odorosa—e chi può comunque resistere a quel profumo inebriante!?

L'ispezione visiva può fornire informazioni sulla specie, che si tratti di sativa, indica o la dominanza in entrambe le direzioni, la maturità e se la cima è stata coltivata all'aperto o indoor. Le cose da tenere in considerazione quando si esamina una bella cima includono:

L’aspetto:

- I colori dei pistilli, calici e resina
- Lucida o opaca, compatta o slegata, vecchia o fresca

La sensazione:

- Dura o malleabile, appiccicosa o secca, densa o ariosa, pesante o leggera

L'odore:

Come discusso precedentemente, ci sarà la prima impressione generale che costituisce l'odore caratteristico della varietà. Quindi, dopo ci saranno le tre fasi degli aromi che varieranno da varietà a varietà. Anche se è difficile da descrivere, rimarranno con te per sempre e le riutilizzerai per valutare l'erba in futuro.

POTENZA ED EFFETTI

La potenza e gli effetti dell'erba non sono in alcun modo universali e dipendono interamente dalle preferenze personali e biologia individuale. Ciò che fa eccitare una persona potrebbe provocare un blocco da divano ad un'altra. È semplicemente la natura della bestia.

Le cose da considerare quando si valuta una cima gustosa includono gli effetti psicotropici e fisici, i sapori e le sensazioni della bocca/gola. Gli aspetti del processo di valutazione dovrebbero includere:

Il tipo di sballo:

- Cerebrale, fisico, quasi psichedelico, nootropico, rilassante, narcotico, motivante, creativo, contemplativo, languido, ecc.

Durata ed effetti in fasi:

- Quanto dura l'effetto iniziale e quanto tempo ci vuole per raggiungere un picco? C'è un giramento di testa o una salita morbida?
- La quantità necessaria per ottenere il pieno effetto
- Quali effetti secondari si verificano nel tempo? Scende in modo pulito o ti lascia assonnato?

Intervallo di tolleranza:

Con alcune varietà, c'è un limite a quanto può essere consumato prima che gli effetti smettano di essere efficaci. Allo stesso modo, alcune varietà diminuiscono di efficacia nel tempo se utilizzate quotidianamente, mentre altre hanno gli stessi effetti indipendentemente dal numero di volte in cui vengono utilizzate. 

Effetti medicinali:

Quando si utilizza la cannabis a scopo terapeutico, il paziente deve essere onesto con sé stesso e prestare attenzione al proprio corpo. La varietà selezionata offre il risultato desiderato per la malattia da trattare? Se la risposta è no, allora bisogna sperimentare con altre varietà fino a quando non si troveranno le caratteristiche ideali. 

Sensazione della bocca e gola:

- È liscia al palato ed alla gola dopo aver inalato ed espirato? È dura o brucia? 
- Si possono fare tiri grandi senza tossire, o bisogna farne tanti piccoli?

CANNABIS MERAVIGLIOSA

Innanzitutto, divertiti—la cannabis è una pianta meravigliosa. È un lubrificante sociale, stimolante creativo, sacramento spirituale e medicina rinomata. La conoscenza intima delle sue numerose caratteristiche porterà ad un maggiore apprezzamento dei profumi e dei sapori unici di questa pianta a lungo venerata.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.