Preferite allietare le vostre sere d’estate con una birra? Oppure con un grosso blunt d’erba? O forse volete dilettarvi in entrambi contemporaneamente? Il dibattito tra alcol e marijuana è ancora acceso, sia a livello interpersonale che internazionale.

La cannabis e l’alcol hanno molte cose in comune: entrambi alterano la coscienza ed hanno dovuto affrontare il proibizionismo ad un certo punto del secolo scorso. Ma le somiglianze finiscono qui. Queste sostanze agiscono in modo molto diverso all’interno del nostro corpo, creando stati mentali quasi opposti e producendo effetti molto diversi a breve e lungo termine.

Ma allora qual è la differenza tra l'essere sballato e l'essere ubriaco? È una buona idea mescolare cannabis ed alcol? Ecco le nostre considerazioni su questo dibattito.

L’eterno dibattito: Marijuana vs alcol

Gli essere umani hanno fatto uso di sostanze che alterano la coscienza, come alcol e cannabis, per migliaia di anni. La diffusa avversione della nostra specie per la sobrietà ha permesso a queste sostanze di accompagnarci per millenni. Ai giorni nostri, circa 2,3 miliardi di persone[1] bevono alcolici regolarmente e 200 milioni fanno uso occasionale di cannabis.

Ovviamente, molte persone rientrano in entrambi questi gruppi ed alcune usano addirittura le due sostanze contemporaneamente. Ma esiste anche uno scisma tra chi fa uso di alcol e chi consuma cannabis.

Ovviamente, questo divario è principalmente dovuto alle preferenze di ognuno di noi, ma molte di queste opinioni sono alimentate dalla disinformazione.

Ad esempio, molti consumatori d’alcol bevono volentieri qualche bicchierino di vodka, ma rifiutano la cannabis come una droga pericolosa ed illecita. Al contrario, molti puristi della cannabis disapprovano l’alcol a causa dei pericoli che comporta e dei comportamenti violenti, sciocchi ed irritanti che può provocare.

Qui di seguito daremo uno sguardo approfondito alle differenze tra l’essere sballati e l’essere ubriachi. Esploreremo gli effetti fisici e psicologici, come la società vede entrambe le sostanze e se può essere una buona idea mescolarle.

L’eterno dibattito: Marijuana vs alcol

Essere sballati vs essere ubriachi

Bere una birra e fumare un bong producono due stati mentali molto diversi. Se poi vi bevete altre tre birre o vi fumate altri due bong, le differenze tra le due sostanze diventano ancora più evidenti.

Ma le distinzioni psicoattive e comportamentali non sono l’unica ragione per cui le persone nutrono opinioni opposte su marijuana ed alcol. Sono stati anche i decenni di propaganda proibizionista a costringere la società ad accettare l'uno evitando l’altra.

  • Sballato vs ubriaco: Accettazione culturale

L’accettazione culturale dell’alcol e della cannabis varia da Paese a Paese. Nel mondo islamico c’è una forte avversione per l’alcol, mentre in un pub inglese le persone ne ingurgitano litri e litri quasi come se ne avessero bisogno per respirare. Se poi andiamo in Colorado, possiamo trovare negozi che vendono marijuana a scopo ricreativo, mentre in molti Paesi asiatici, europei ed altri ancora l'uso di cannabis è severamente proibito.

Nella maggior parte del mondo occidentale, l’alcol rimane la droga preferita. Nonostante un breve periodo di proibizionismo, l’alcol ha svolto ruoli storicamente cruciali in molte regioni del pianeta. E non stiamo parlando solo di gente arrabbiata e violenta. Nel medioevo, quando l’approvvigionamento idrico non era del tutto sicuro, l’alcol veniva soprannominato “aqua vitae” (che significa “acqua della vita”) e garantiva una forma di liquido sterile che attenuava la fame con le sue calorie.

Ai giorni nostri, non dipendiamo dall’alcol per sopravvivere, ma continua a svolgere un ruolo culturale importante. Negli Stati Uniti, i ragazzi che raggiungono l’età per bere alcolici sono soliti festeggiare questo traguardo con un rito di iniziazione (anche se spesso accade molto prima dei 21 anni!). Da questo punto di vista, l’alcol rimane il centro di molte interazioni sociali. Serve come lubrificante sociale nei pub e nei bar e costituisce una parte fondamentale di esperienze culinarie sofisticate.

Tutti conosciamo i comportamenti indisciplinati provocati dall’alcol. Alimenta la fiamma della violenza, della promiscuità, del vandalismo, della cattiva salute e delle morti alla guida. Nonostante questo terribile curriculum, molti di noi continuano a fare uso di alcol ignorando facilmente questi inconvenienti.

Ma che dire della cannabis? Questa pianta ha una ricca storia di usi nei sistemi olistici tradizionali, nell’agricoltura e nell’industria. La marijuana ha svolto un ruolo importante nello sviluppo del mondo occidentale ed ha persino avuto un posto di rilievo nella farmacopea degli Stati Uniti fino al 1942[2].

Tuttavia, l’opinione pubblica subì forti pressioni all’inizio del secolo scorso. Le propagande proibizioniste degli anni ’20 e l’era del film “Reefer Madness” degli anni ’30 cambiarono drasticamente il modo in cui le persone percepivano lo sballo, collocando la cannabis nella categoria delle droghe pericolose che alterano la mente. La guerra alla droga, iniziata con il presidente Nixon nei primi anni ’70, ha mantenuto questo falso mito fino ai giorni nostri.

Ma la cannabis è stato un argomento piuttosto controverso in molti momenti della storia. Nel 1387, le autorità vietarono l’uso della cannabis in Arabia e molte nazioni proibirono questa pianta durante il 1800.

Nonostante un passato difficile, le recenti riforme radicali hanno fatto molto per normalizzare la cannabis. Diversi Paesi hanno dato il via libera alla cannabis ricreativa e terapeutica, ripristinando in parte l’immagine offuscata dell’erba. Milioni di persone in tutto il mondo usano la cannabis regolarmente, socialmente e responsabilmente, anche nelle aree in cui è tuttora illegale.

Sballato vs ubriaco: Accettazione culturale

  • Marijuana vs alcol: Effetti fisici

Alcol e cannabis agiscono sul corpo in modi molto diversi, dando luogo a stati fisici e psicologici contrastanti. Quando si tratta di alcol, questa sostanza si lega direttamente ai recettori dell’acido gamma-amminobutirrico (GABA). GABA e glutammato sono tra i principali neurotrasmettitori del cervello. Il GABA rallenta l’attività del sistema nervoso centrale, mentre il glutammato la rimette in moto.

Grazie alla sua capacità di legarsi ai recettori del GABA, l’alcol imita gli effetti di questa sostanza chimica nel cervello. Dopo aver bevuto un paio di medie o qualche shot di superalcolico, questo mimetismo chimico dà luogo agli effetti fisici dell’alcol. Questi includono:

Biascicamento Sonnolenza
Visione ed udito distorti Diminuzione della percezione e della coordinazione
Grandi quantità d’alcol portano a vomito ed incoscienza

La cannabis funziona in modo diverso nel cervello. Il THC, il principale costituente psicotropo, si lega ai recettori CB1. Questi siti appartengono al sistema endocannabinoide (SEC), una rete che governa quasi tutta la nostra fisiologia. Proprio come l’alcol, il THC produce i suoi effetti imitando le nostre molecole interne. In questo caso, il THC imita l’anandamide, un neurotrasmettitore endocannabinoide.

Invece di imitare il GABA, il THC fa sì che le nostre cellule cerebrali rilascino meno quantità di questo neurochimico dall’effetto smorzante. Questo interrompe i segnali GABA, spingendo determinate cellule cerebrali a limitare la produzione di dopamina. Il risultato? Le nostre cellule cerebrali rilasciano livelli maggiori di dopamina, con il conseguente e piacevole sballo. Ma il THC agisce anche su altri recettori al di fuori del cervello. Insieme, queste azioni provocano i seguenti effetti fisici:

Aumento della fame Occhi rossi
Bocca asciutta Aumento della frequenza cardiaca
Rilassamento dei muscoli/td>Disturbi di stomaco
  • Essere sballati vs ubriachi: Effetti psicologici

Manomettendo la chimica del nostro cervello, sia l’alcol che la cannabis possono alterare il nostro umore, le nostre percezioni e i nostri comportamenti.

Gli effetti psicologici dell’essere ubriachi includono:

Interruzione del pensiero razionale Comportamento violento
Memoria compromessa Riduzione a breve termine dell’ansia sociale
Confusione Tempi di attenzione ridotti

Gli effetti psicologici dell’essere sballati includono:

Buonumore Euforia
Pensieri più profondi Disagio/Rimuginio
Memoria a breve termine compromessa Panico
Paranoia Percezione del tempo alterata
  • Impatto sulla salute

Esistono differenze significative tra cannabis ed alcol in termini di rischi per la salute. Entrambe queste sostanze possono causare problemi fisici e psicologici quando se ne abusa nel tempo. Tuttavia, se usata con moderazione, la cannabis può offrire alcuni benefici per la salute, mentre bere alcolici è considerato unanimemente privo di qualsiasi potenziale terapeutico.

Nei Paesi dove la cannabis è legale, i medici possono prescrivere questa pianta per trattare una lista di problemi di salute approvata dalle autorità sanitarie. Sebbene la ricerca non abbia ancora chiarito tutti i benefici della cannabis per la nostra salute, gli studi in corso sul sistema endocannabinoide suggeriscono effetti di ampia portata sul nostro corpo.

Ovviamente, nessun medico rilascerebbe una prescrizione per l’alcol. Tuttavia, nonostante gli alcolici abbiano un impatto negativo sulla nostra salute, alcune forme di alcol forniscono molecole benefiche per il corpo umano. Ad esempio, il vino contiene il resveratrolo, un antiossidante studiato per la sua potenziale capacità di proteggere il corpo dallo stress ossidativo e dalle infiammazioni. Il whisky contiene anche polifenoli, che potrebbero aiutare a promuovere livelli di colesterolo sano. Ma gli effetti negativi dell’alcol a lungo termine superano sicuramente i potenziali benefici.

La cannabis e l’alcol possono mettere a dura prova la nostra salute dopo un uso a breve e lungo termine. Controllate le potenziali conseguenze sulla salute qui di seguito.

A breve termine La cannabis e l’alcol possono esporre i consumatori a problemi di salute mentale e fisica a breve termine.
Mal di testa
Alcol Diarrea e vomito
Difficoltà respiratorie
Sensazione di nervosismo/ansia
Cannabis Paranoia
Perdita del senso dell’identità personale
Aumento del rischio di infarto nelle persone più suscettibili
A lungo termine Quando se ne abusa regolarmente per lunghi periodi di tempo, entrambe le sostanze possono generare problemi di salute significativi.
Dipendenza
Perdita di memoria
Fibrosi epatica
Epatite alcolica
Alcol Perdita di capacità di attenzione
Diminuzione della materia grigia e bianca nel cervello
Ictus
Cancro
Battito cardiaco irregolare
Pressione alta
Dipendenza
Alterazione del normale sviluppo del cervello in chi ne abusa durante l’adolescenza
Possibile calo del quoziente intellettivo in caso di abuso in età adolescenziale
Cannabis Maggiore suscettibilità alle malattie mentali
Problemi cardiovascolari legati al fumo
Sindrome da iperemesi da cannabis

Va bene mescolare alcol e marijuana?

Dipende. Alcune persone hanno un ottimo rapporto con l’alcol e la cannabis e riescono a raggiungere il punto ottimale per trarre il massimo beneficio dall’uso combinato di entrambi. Se fatto correttamente, può provocare uno stato psicologico divertente. Tuttavia, è molto facile esagerare. Se tendete ad esagerare quando bevete e fumate, dovreste evitare di mischiare l’alcol con la marijuana.

La stratificazione degli effetti di entrambe le sostanze, nota anche come dissolvenza incrociata (o crossfading), può aumentare notevolmente i rischi di vivere un “greenout”. Secondo alcune ricerche, se queste due sostanze vengono assunte contemporaneamente, le concentrazioni di THC nel sangue tendono ad aumentare considerevolmente[3]. In parole povere, l’alcol può amplificare gli effetti dell’erba.

In ultima analisi, essere sballati ed ubriachi può rivelarsi una combinazione insoddisfacente per alcuni e soddisfacente per altri. Assicuratevi solo di procedere con cautela ed ascoltate sempre il vostro corpo.

È meglio sballarsi o ubriacarsi?

Fisiologia a parte, questo dibattito si riduce alle preferenze di ognuno di noi. Tutti amiamo rilassarci dopo una giornata impegnativa e tutti dovremmo riservarci il diritto di scegliere la sostanza più di nostro gradimento per ritrovare un po' di pace. La cannabis aiuta a stimolare la nostra creatività, ci permette di immergerci in pensieri profondi e ci consente di svegliarci senza i postumi di una sbornia. L’alcol funziona come un lubrificante sociale che ci aiuta ad interagire con gli altri, ma ci fa sentire piuttosto male la mattina dopo.

External Resources:
  1. Global status report on alcohol and health 2018 https://www3.paho.org
  2. Medicinal Cannabis: History, Pharmacology, And Implications for the Acute Care Setting https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  3. Controlled Cannabis Vaporizer Administration: Blood and Plasma Cannabinoids with and without Alcohol | Clinical Chemistry | Oxford Academic https://academic.oup.com
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.