Ci siamo passati tutti. Una bonga fumata con troppo impeto o un pezzo di torta alla marijuana ingurgitato sottovalutando i suoi effetti, e dopo alcuni minuti provare sensazioni così sgradevoli da non sapere come gestirle. Fortunatamente, esistono soluzioni a questo spiacevole inconveniente. A differenza di altre sostanze psicoattive, le overdose da THC non sono letali.

Infatti, non importa quanto a disagio vi sentiate o quali paranoie stiate provando sotto gli effetti della marijuana, un "high indesiderato" prima o poi svanirà, senza effetti collaterali a lungo termine. Sebbene l'unico metodo per smaltire il THC sia il tempo, esistono alcune efficaci soluzioni per ridurre gli effetti della Cannabis.

PIANIFICARE IN ANTICIPO: TOLLERANZA E METODI D'ASSUNZIONE

Molti consumatori di Cannabis "di vecchia data" sono convinti di essere gli unici padroni del proprio livello di tolleranza, dimenticando che la marijuana può spingere una persona a passare lunghi minuti davanti ad uno specchio in preda a sensazioni poco gradevoli. Soprattutto quando siamo in compagnia di un gruppo di amici o stiamo partecipando ad un "hotboxing", le quantità d'erba potrebbero facilmente sfuggire di mano e le elevate concentrazioni di THC potrebbero sovraccaricare l'organismo.

Fumatori esperti e principianti si stanno interessando sempre più ai nuovi metodi d'assunzione di marijuana. I concentrati di Cannabis contengono concentrazioni di THC (il cannabinoide psicoattivo della pianta) molto più alte rispetto ad una normale cima di marijuana, il che significa che gli effetti psicoattivi sono nettamente superiori. Gli edible, alimenti a base di Cannabis, sono realizzati con burro o estratti di marijuana ed hanno la fama di aver sopraffatto un gran numero di fumatori che, sebbene convinti di aver ormai sviluppato un'alta tolleranza all'erba, hanno avuto la spiacevole esperienza di vivere situazioni poco gradevoli.

Allo stesso modo, i concentrati di marijuana o "dab" possono contenere concentrazioni di THC superiori al 70%! Come regola generale, le nuove varietà e i derivati della Cannabis meno conosciuti dovrebbero essere sempre assunti con estrema cautela. Per quanto eccitanti possano essere le nuove esperienze, è sempre meglio dare al proprio corpo sufficiente tempo per adattarsi ai metodi d'assunzione meno convenzionali.

Sovradosaggio di cannabis sportiva superato

CBD: ATTUTISCE GLI EFFETTI DEL THC IN MODO NATURALE

Nella Cannabis non è solo presente il THC. Questa pianta contiene decine di altri cannabinoidi, oltre a numerosi terpeni e flavonoidi anch'essi prodotti dai tricomi ghiandolari. Il CBD (cannabidiolo) è il secondo cannabinoide più abbondante della Cannabis ed è il principale composto riconosciuto dalle comunità scientifiche per le sue proprietà terapeutiche. Il cannabidiolo, inoltre, svolge un'importante funzione nella mediazione naturale degli effetti collaterali associati al THC.

Il THC si lega ai recettori dei cannabinoidi distribuiti nel nostro sistema endocannabinoide innescando gli effetti psicoattivi. Quando nell'organismo circola anche il CBD, i legami tra recettori e THC vengono parzialmente ostacolati, mitigando gli effetti psicoattivi.

Sebbene privo di effetti psicoattivi, il CBD genera piacevoli sensazioni dalle proprietà sedative efficaci per ridurre la frequenza cardiaca e l'ansia associate all'assunzione di quantità elevate di THC.

ESERCIZIO FISICO

L'esercizio è uno dei migliori modi per ridurre gli effetti indesiderati provocati da un eccesso di Cannabis. Secondo alcuni studi, l'endocannabinoide anandamide sarebbe il principale responsabile di ciò che viene comunemente chiamato "sballo del corridore". Sebbene questo fenomeno venga principalmente associato all'azione delle endorfine, la ricerca sta oggi dimostrando che le sensazioni euforiche potrebbero essere innescate soprattutto dagli endocannabinoidi.

Come può lo sballo del corridore attutire gli effetti del THC? Sostanzialmente, realizzare esercizi fisici può alleviare lo stress associato ad un consumo eccessivo di Cannabis. Inoltre, un'attività sportiva può distrarre il consumatore dagli effetti della marijuana, ossigenando i polmoni con aria fresca. Se non vi piace correre, potete semplicemente camminare a passo spedito, una valida alternativa per accelerare il flusso sanguigno e mantenere lucida la mente.

Anche lo yoga o il pilates, due attività che richiedono una corretta respirazione, sono molto efficaci nel ridurre gli effetti della Cannabis. Quando si svolgono queste due attività fisiche, il cervello deve concentrarsi sulla respirazione, aumentando il flusso sanguigno verso tutte le parti del corpo. In questo modo l'attenzione viene rivolta principalmente all'esercizio in sé piuttosto che agli effetti psicoattivi della marijuana.

Il pepe nero supera la cannabis alta

CIBO E ACQUA

È sempre consigliabile mantenersi idratati dopo aver consumato Cannabis, soprattutto quando se ne assumono grandi quantità. Oltre a contrastare la secchezza delle fauci, l'acqua (e qualsiasi altra bevanda idratante) mantiene attive le difese del corpo e la lucidità mentale. Lo stesso vale per gli alimenti. Secondo alcune ricerche di laboratori indipendenti, mangiare alimenti ricchi in grassi consentirebbe all'organismo di metabolizzare più velocemente il THC. Sebbene tale tesi non sia stata ancora confermata, vale comunque la pena tenere a portata di mano qualcosa da sgranocchiare dopo aver consumato Cannabis.

PEPE NERO

Già in passato, alcune credenze popolari suggerivano che annusare o masticare grani di pepe aiutasse ad attutire in pochi minuti gli effetti del THC. Oggi, anche la ricerca sembrerebbe confermare questo particolare legame tra pepe e marijuana.

Il prestigioso ricercatore specializzato in Cannabis, Ethan Russo, colui che scoprì l'"effetto entourage", cita in una recensione scientifica pubblicata sulla rivista British Journal of Pharmacology l'"effetto fitocannabinoide-terpenoide" del pepe nero sul THC. 

In sostanza, il terpenoide beta-cariofillene e gli altri composti aromatici del pepe nero avrebbero la capacità di legarsi agli stessi recettori endocannabinoidi incaricati di ricevere anche il THC. Quando vengono assunti contemporaneamente, pepe nero e THC provocano interessanti effetti terapeutici. Secondo altri studi, questo meccanismo varrebbe anche per limoni (contenenti il terpene limonene) e pinoli (contenenti pinene).

ALTRE VALIDE DISTRAZIONI

Riuscire a trovare buone distrazioni sotto gli effetti della Cannabis aiuta a limitare i possibili attacchi di panico e di nervi indotti dal THC. Per alcuni è sufficiente un comodo divano dove guardare un po' di televisione o ascoltare musica, altri preferiscono invece socializzare per spostare l'attenzione verso amici e parenti. Qualunque sia il vostro caso, le distrazioni aiutano a far passare più velocemente il tempo da quando il THC agisce con maggiore intensità a quando i suoi effetti iniziano ad affievolirsi.

Sonno riposo di cannabis

UNA DOCCIA FREDDA

Esattamente come una buona rinfrescata di viso con acqua fredda aiuta a svegliarsi il mattino, una doccia fredda può rigenerare corpo e cervello intorpiditi dalla marijuana. Sebbene in un primo momento possa sembrare una tortura, una doccia fredda è un metodo collaudato per recuperare le energie ed allontanare la sonnolenza. L'acqua fredda non ridurrà le concentrazioni di THC nel sangue, ma invigorisce in pochi istanti i sensi.

BUONANOTTE!

Se il trascorrere del tempo è l'unico rimedio per abbassare i livelli di THC nel flusso sanguigno, non esiste tecnica migliore che passare qualche minuto rilassandosi nel più classico dei modi. L'importante è non farsi un sonnellino di tre ore, dato che potrebbe generare una "sbornia da marijuana" difficile da smaltire al risveglio.

Sono sufficienti 30 o 45 minuti per riposare adeguatamente e recuperare le energie e le piene facoltà mentali. Ovviamente, a seconda della varietà assunta, è più facile da dire che da fare. Quando si fuma una varietà Indica, o a predominanza Indica, non dovrebbero esserci problemi ad addormentarsi. Tuttavia, una Sativa potrebbe provocare effetti così stimolanti ed energizzanti da non consentire nemmeno qualche minuto seduto su una poltrona.

AIUTARE SEMPRE CHI È IN DIFFICOLTÀ

Se un vostro amico dovesse sentirsi male per un eccesso di THC, aiutatelo e provate a mettere in pratica i consigli qui riportati. Se sono fumatori principianti, rassicurateli dicendo che non possono correre alcun pericolo e che la cosa migliore da fare è accettare la situazione ed aspettare che gli effetti svaniscano.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out