Ecco come capire quale olio di CBD è più giusto per voi.


Negli ultimi anni, la gente si rivolge al cannabidiolo, o CBD, come ad una sorta di oasi del benessere, con sempre più marchi e rivenditori desiderosi di trarre profitti da questo florido settore. Anche se una volta erano rari, oggi gli oli di CBD in commercio sono così tanti da non sapere più cosa farne.

Alcuni hanno iniziato ad infondere i loro prodotti con essenze di rosa e vaniglia, mentre altri producono oli di CBD mescolati con altri cannabinoidi, come il CBN e il CBG, per migliorare la portata degli effetti. Alcuni marchi hanno persino iniziato ad usare i liposomi e le nanoemulsioni per aumentare l’efficacia dei loro prodotti a base di CBD.

Ma gli oli di CBD fanno esattamente quello che dicono? E come possiamo capire la differenza tra un olio di CBD in piena regola ed un’alternativa non autentica? Ci sono molti fattori che entrano in gioco nella scelta dell'olio di CBD più adatto alle proprie esigenze. Questi fattori, insieme alle pratiche commerciali ingannevoli, possono creare confusione e rendere più complicata la fase d'acquisto.

Nonostante ciò, riteniamo che tutti potrebbero trarre importanti vantaggi da una guida generale con i migliori trucchi per diventare clienti esigenti in materia di oli di CBD.

Fattori da Considerare Quando si Acquista un Olio di CBD

Il settore del CBD è ogni anno più regolamentato, ma c’è ancora molta strada da fare. Di conseguenza, vale la pena notare che la qualità e la purezza degli oli di CBD e, quindi, la loro efficacia, possono variare notevolmente da un prodotto all’altro. Ma allora come facciamo a decidere quale comprare? Diamo un'occhiata.

Consultare il Proprio Medico

Quando si tratta di provare gli oli di CBD per la prima volta, il medico può rivelarsi il vostro migliore amico. Indipendentemente dai motivi per cui lo state assumendo, l’olio di CBD potrebbe avere alcune interazioni farmacologiche che non conoscete. Pertanto, una visita dal medico è d’obbligo prima di iniziare un regime regolare di CBD. Dopotutto, è loro compito rispondere alle vostre domande quando è in gioco la vostra salute.

Ma cosa potrebbe succedere esattamente quando il CBD ed un altro farmaco si mescolano all’interno del vostro organismo? In poche parole, il CBD viene scomposto dalla stessa famiglia di enzimi che agiscono sulla maggior parte dei farmaci da prescrizione, costringendo le sostanze ad entrare in competizione interrompendo il loro metabolismo. Questo, a sua volta, potrebbe portare ad alcune complicazioni più gravi, soprattutto se introdotto nella routine giornaliera senza la guida di un medico.

Anche se vivete in un Paese dove la cannabis è illegale, dovreste comunque parlare con un medico. Che siano ricettivi all’idea del CBD o abbiano bisogno di saperne di più, possono comunque aiutarvi. Un buon dottore interessato alle terapie con CBD potrebbe persino darvi consigli che altrimenti non scoprireste mai!

Consultare il Proprio Medico

Scegliere una Concentrazione di CBD Adatta alle Proprie Esigenze

I prodotti a base di olio di CBD sono disponibili in una vasta gamma di concentrazioni, il che significa che alcuni contengono quantità più elevate di cannabidiolo rispetto ad altri. In breve, maggiore sarà la concentrazione e più potenti saranno gli effetti.

Sia sotto forma di capsule che di flaconi contagocce, tutti gli oli di CBD di marchi affidabili mostreranno queste informazioni sulla confezione. Alcune aziende elencano le quantità di CBD in milligrammi, ad esempio 250mg, mentre altre specificano la percentuale, ad esempio 40% di CBD. In ogni caso, maggiore sarà il numero e più potente sarà la concentrazione.

Se siete nuovi nel mondo degli oli di CBD, vi consigliamo di iniziare con una concentrazione da bassa a moderata. Se poi fosse necessario, potete sempre aumentare gradualmente le dosi. Non importa in che forma state assumendo il CBD, è più facile aumentare la dose che diminuirla una volta iniziato l’uso. Osservate prima come influisce sul vostro corpo e disporrete di maggiori informazioni su come regolare le dosi in futuro.

CBD a Spettro Completo vs CBD Isolato

Il CBD a spettro completo e il CBD isolato sono i tipi più comuni di olio di CBD. In parole povere, gli oli a spettro completo contengono tutti i cannabinoidi attivi ed i terpeni presenti nella canapa, mentre il CBD isolato contiene solo cannabidiolo puro e nient’altro.

Fino a poco tempo fa, il CBD isolato era considerato uno standard del settore. Tuttavia, è stato scoperto che gli oli a spettro completo offrono una serie di potenziali benefici in più. A quanto pare, i composti della cannabis si alimentano l’un l’altro in un processo dinamico teorizzato noto come “effetto entourage”. Secondo questa teoria, i cannabinoidi ed i terpeni si potenziano a vicenda mediando reciprocamente i loro effetti quando interagiscono simultaneamente nel nostro corpo.

Ciò considerato, a meno che non siate contrari all’uso degli altri composti o abbiate solo bisogno del CBD per qualche altro motivo, ai consumatori alle prime armi consigliamo gli oli di CBD a spettro completo. Tuttavia, entrambi i tipi hanno i loro benefici e il CBD isolato è valido tanto quanto la sua controparte a spettro completo.

CBD a Spettro Completo vs CBD Isolato

Olio di CBD vs Capsule

Importante quasi quanto scegliere la giusta concentrazione, un altro aspetto da prendere in considerazione è il metodo d'assunzione. Molti oli di CBD sono disponibili in flaconi contagocce e devono essere presi per via sublinguale (sotto la lingua). Tuttavia, potete anche usare le capsule o le caramelle al CBD, che offrono quantità discrete e controllate di cannabidiolo facili da somministrare e con un’azione simile alle vitamine.

Questi prodotti contengono gli stessi principi attivi, indipendentemente dal metodo di somministrazione. Tuttavia, l’inizio e la durata degli effetti possono variare. Per essere precisi, quando prendete l’olio di CBD per via sublinguale, il cannabidiolo ha un percorso più diretto verso il flusso sanguigno attraverso la mucosa orale e la quantità immessa nell’organismo rispetto alla dose assunta (in altre parole, il tasso di assorbimento) è molto più alta rispetto a quella di un edibile.

Detto questo, una volta che gli effetti degli edibili e delle capsule si manifestano, durano più a lungo rispetto al CBD assunto per via sublinguale. Come potete vedere, ogni metodo ha dei vantaggi che l’altro non può offrire. Le capsule sono discrete, pratiche ed esercitano effetti più duraturi, mentre l’assunzione sublinguale offre un effetto più rapido ed una migliore biodisponibilità. Fondamentalmente, non esiste una risposta giusta o sbagliata.

Capsule

Metodo di Estrazione

Esistono diversi modi per estrarre il CBD da una pianta di cannabis. Detto ciò, alcuni metodi consentono di ottenere un prodotto più puro e di migliore qualità. Alcune aziende puntano alla qualità come aspetto prioritario, mentre altre al risparmio. Sebbene alcuni processi d’estrazione siano molto più economici di altri, non vale la pena utilizzare metodi di qualità inferiore per risparmiare qualche euro.

I migliori oli di CBD vengono prodotti attraverso l’estrazione con CO₂ supercritica. Questo metodo sfrutta l’anidride carbonica che viene pressurizzata in uno stato liquido e gassoso simultaneamente, consentendole di separare rapidamente i cannabinoidi ed i terpeni dalla materia vegetale. Di conseguenza, i prodotti realizzati con questo metodo sono più costosi, ma avrete sempre la certezza di aver speso bene i vostri soldi.

Quando cercate un olio di CBD, controllate se il metodo d’estrazione è specificato sulla confezione o sul sito web dell'azienda. I produttori più rinomati mostrano generalmente la massima trasparenza in questo senso. Se il metodo d'estrazione non si trova da nessuna parte, dovreste essere prudenti prima di acquistare il prodotto.

Video id: 282975871

Olio Vettore

Gli oli vettore di origine vegetale, noti anche come oli di base, vengono utilizzati per aiutare a trasportare i componenti attivi dell’olio di CBD all'interno del corpo. Esaminate i diversi tipi di oli vettore più utilizzati dai produttori. Due dei più comuni sono l’olio di semi di canapa e l’olio d’oliva, anche se ce ne sono molti altri, tra cui l’MCT, l’olio di semi d’uva, di girasole e l'olio di avocado.

Olio di Semi di Canapa

L’olio di semi di canapa è prodotto pressando i semi di canapa per estrarre l’olio naturale in essi contenuto. I semi di canapa sono considerati un “superalimento” e sono noti per offrire una gamma completa di benefici nutrizionali.

Come olio vettore, l’olio di semi di canapa apporta all’olio di CBD un caratteristico sapore, che ad alcuni potrebbe non piacere, ma che altri potrebbero apprezzare profondamente. Il fatto che provenga dalla stessa pianta che produce i cannabinoidi ed i terpeni rende l’olio di semi di canapa adatto a questo scopo. Tuttavia, vale la pena notare che alcune aziende cercano di vendere oli di semi di canapa come oli di CBD, il che è semplicemente una menzogna.

Olio d’Oliva

L’olio d’oliva è stato per secoli un alimento base della cucina mediterranea. Essendo ricco di antiossidanti, con un ottimo rapporto di grassi saturi ed insaturi, è facile capire perché è anche uno degli oli vettore più popolari per gli oli di cannabis, soprattutto per l’olio di CBD.

Gli oli di CBD che impiegano l’olio d’oliva come vettore hanno un sapore più delicato di quelli fatti con semi di canapa. L’olio d’oliva ha anche una maggiore densità rispetto all’olio di semi di canapa, il che potrebbe renderlo un po’ più pastoso in bocca. Tuttavia, se avete familiarità con i sapori e la consistenza del primo, sarà comunque una sensazione a cui siete più abituati e che, probabilmente, vi risulterà più piacevole rispetto all’alternativa a base di olio di semi di canapa.

Olio MCT

Gli oli vegetali sono ottimi, ma negli ultimi anni hanno iniziato a circolare alternative interessanti. In particolare, i produttori di olio di CBD hanno scoperto che l’olio MCT (trigliceridi a catena media) è uno dei mezzi più efficaci per immettere cannabinoidi nell’organismo umano.

Gli MCT sono un tipo di grasso composto da molecole più corte di quelle della maggior parte dei grassi esistenti (trigliceridi a catena lunga [LCT]). Ciò consente al nostro corpo di assorbirli con maggiore facilità, immettendoli più velocemente nel nostro flusso sanguigno. Inoltre, il CBD e gli altri cannabinoidi hanno la capacità di attaccarsi a queste molecole quando entrano insieme nel nostro organismo. Inoltre, quando viene trasportato nel corpo attraverso l’olio MCT, il CBD viene assorbito in maggiori quantità.

Prezzo

Se avete un budget limitato, dovrete ovviamente considerare i prezzi. Sebbene gli oli di CBD più concentrati tendano ad essere più costosi, c’è da considerare che la potenza dei loro effetti durerà più a lungo. Di conseguenza, possono risultare meno costosi a lungo andare. Ma, ovviamente, tutto dipende se avete la possibilità di investire tanti soldi in una volta sola.

Quando saprete di quanto olio avete bisogno per sentire i suoi effetti, potrebbe valer la pena cercare di acquistare prodotti con una concentrazione maggiore. Ad esempio, un flacone da 500mg costerà meno di due flaconi da 250mg dello stesso prodotto.

Inoltre, potreste trovare in commercio due oli con la stessa concentrazione di CBD, ma a fasce di prezzo ben diverse. Evitate di spendere malamente i vostri soldi per acquistare il prodotto più economico se fa promesse che non può mantenere. Ciò non vuol dire che dobbiate comprare il prodotto più caro del mercato, ma dovrete comunque scegliere con criterio.

Verificare da Dove Proviene la Canapa

Le piante di canapa coltivate in UE in modo biologico o naturale sono senza dubbio la migliore materia prima per l’olio di CBD. A volte, i produttori di oli di CBD più loschi, gli stessi che puntano al risparmio quando si tratta di investire nelle tecniche d’estrazione, usano canapa o cannabis coltivate in condizioni discutibili. Questo è pericoloso, perché la canapa assorbe molto facilmente le sostanze chimiche nocive del sottosuolo e dell’aria.

Per andare sul sicuro, rivolgetevi sempre a marchi che realizzano test sulla loro canapa. Le normative europee sulla canapa sono particolarmente rigide ed assicurano livelli trascurabili di THC e raccolti di alta qualità. Ma la canapa di qualità si può trovare in tutto il mondo.

Per verificare la qualità della canapa, potete consultare i risultati di laboratorio dell’olio di CBD, poiché dovrebbero includere l’analisi dei metalli pesanti e la ripartizione dei vari cannabinoidi/terpeni.

Reputazione del Marchio

Reputazione del Marchio

Come la maggior parte dei prodotti di consumo, la reputazione del marchio è la chiave per scartare gli oli cattivi da quelli buoni. Un rispettabile produttore di CBD elencherà sul proprio sito web (o come allegati scaricabili) tutte le informazioni necessarie per accertare la qualità.

Oltre ai risultati di laboratorio, ai metodi di estrazione, agli oli vettore ed altro ancora, anche le recensioni dei clienti sono estremamente utili. Oltre a confermare la qualità dei prodotti, è possibile avere un’idea dei tempi e dei costi di spedizione di un’azienda, del suo servizio clienti e della storia del settore.

Alcuni menzioneranno il gusto, altri la qualità o la potenza, ed altri potrebbero persino cambiare la loro recensione se l’azienda si renderà disponibile per risolvere i problemi.

I produttori più seri forniranno siti di recensioni esterni come link sul proprio sito web, quindi i loro prodotti riceveranno un feedback redatto da clienti reali. Di norma, consigliamo di controllare piattaforme indipendenti come Trustpilot, Facebook e Google per vedere le opinioni delle persone su un determinato marchio.

Scegliete l’Olio di CBD Più Giusto per Voi: Fate le Opportune Verifiche

Se state cercando l’olio di CBD più giusto per voi, date un’occhiata alle diverse aziende e guardate cos’hanno da offrire. Controllate cosa c’è nel vostro olio di CBD, quali metodi usano per estrarre il cannabidiolo e se hanno o meno una buona reputazione. Ovviamente, dovete tenere conto delle vostre esigenze e considerare altri fattori, come il vostro budget e la dose più indicata per voi. A parte questo, tutto dipenderà dalle vostre preferenze personali.

CBD: Domande e Risposte

🌱 Come si fa a scegliere un olio di CBD di qualità?
Ci sono alcuni criteri chiave per valutare la qualità di un olio di CBD. Se l’olio viene prodotto da canapa coltivata biologicamente, estratto usando la CO₂ supercritica e testato da laboratori indipendenti, siete già sulla buona strada.
👨🏻‍🔬 Come faccio a scegliere un marchio di CBD?
Per scegliere il marchio che più si avvicina alle vostre esigenze, dovrete iniziare facendo qualche ricerca. In genere, consigliamo le aziende che testano in modo indipendente i loro prodotti, pubblicando le recensioni complete dei clienti.
🧬 Quali sono i diversi tipi di olio di CBD?
Esistono diversi tipi di olio di CBD. Le tre categorie principali sono a spettro completo, ad ampio spettro e CBD isolato.
🍯 Qual è la differenza tra olio di CBD e tintura di CBD?
L’olio di CBD viene prodotto infondendo la cannabis in un olio vettore (come gli oli di semi di canapa, di oliva o MCT). Le tinture di CBD sono invece prodotte infondendo la cannabis in alcol o glicerina.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.