Canapa e marijuana—qual è la relazione tra le due? Per decenni, gli appassionati di cannabis sono stati confusi a questa domanda. Ha a che fare con il sesso della pianta, il contenuto di THC o qualche altro fattore arcano?

Se ti consideri uno dei confusi, non temere—è arrivato il momento di chiarire le cose. Siamo qui per approfondire la relazione tra la cannabis e la canapa. Però, prima di arrivare alle risposte dovremmo porci alcune domande.

LA MARIJUANA E LA CANAPA SONO LA STESSA PIANTA?

La canapa e la marijuana sono entrambe membri dello stesso genere, la Cannabis, e della la stessa specie, la Cannabis sativa. Per capire la differenza tra canapa e marijuana, avremo bisogno di sapere qualcosa sulle sottospecie, o cultivar, della pianta di cannabis. Le cultivar sono incroci di una specie di piante allevate per svariati scopi. I tre tipi di cultivar di cannabis sono:

  1. Cultivar coltivate principalmente per uso industriale, con steli più grandi e meno diramazioni
  2. Cultivar coltivate principalmente per i semi, che si possono consumare crudi o pressati in olio di canapa
  3. Cultivar coltivate principalmente per i cannabinoidi attivi contenuti nelle loro cime, per essere utilizzate per scopi medicinali o ricreativi

Quindi, le prime due sono canapa e la terza cannabis? Non esattamente. È più preciso dire che i numeri uno e due tendono ad essere canapa, mentre il numero tre tende ad essere cannabis.

Quindi dove bisogna tracciare la linea? Come possiamo sapere con certezza se stiamo guardando canapa o cannabis?

QUAL È LA VERA DISTINZIONE TRA CANAPA E CANNABIS?

La canapa e la cannabis, vengono legalmente determinate dalla concentrazione di THC presente nella pianta. Negli Stati Uniti ed in Canada, la canapa viene definita come una pianta di cannabis con livelli di THC inferiori allo 0,3%. Nell'UE, la canapa viene definita come pianta di cannabis con meno dello 0,2% di THC. Molte aziende europee non sono felici di questa differenza: infatti, la European Industrial Hemp Association (EIHA) ha chiesto che tali quantità vengano standardizzate per garantire una concorrenza leale.

QUANT’È IMPORTANTE IL THC?

Le piante di canapa sono semplicemente piante di cannabis che hanno meno THC? Nuovamente, la realtà è più complicata. Le piante di canapa, in particolare quelle coltivate per scopi industriali, tendono ad apparire, crescere ed agire diversamente dalle piante di marijuana. Le piante di marijuana tendono ad essere corte e "cespugliose", con un sacco di diramazioni ed un’abbondanza di foglie piccole e cime pesanti. Le piante di canapa industriale tendono ad essere più alte, con foglie sottili, steli grossi e meno diramazioni.

Le piante di canapa industriale possono essere coltivate in modo ravvicinato tra loro, con alcune varietà che possono crescere a 10cm di distanza l'una dall’altra, durante il loro ciclo di crescita di 108–120 giorni. Si tende a coltivare la canapa in appezzamenti industriali ampi e rigorosi. D’altro canto, la marijuana è una pianta che necessita di una maggior manutenzione e che richiede un tocco più delicato. La marijuana tende ad essere coltivata in ambienti caldi e controllati con attenzione, dove ogni pianta ha almeno un metro di spazio. Il ciclo di crescita della marijuana tende ad essere di 45–90 giorni. La marijuana è anche sensibile ad un altro aspetto cruciale: se una coltivazione di marijuana viene esposta al polline della canapa, si può rovinare l'intero raccolto.

Marijuana Canapa

DOVE RIENTRA IL CBD?

Per comprendere la relazione tra il CBD e la canapa, dobbiamo comprendere che, ancora una volta, la parola "canapa" può essere applicata a diverse varietà distinte di piante di cannabis. Tecnicamente, la cannabis incrociata per produrre fiori ad alto contenuto di CBD per uso medicinale andrebbe considerata canapa se i suoi livelli di THC si trovano al di sotto dei limiti di legge. Eppure, queste piante assomigliano più a piante di marijuana che a quelle di canapa industriale.

In questi giorni, alcuni produttori di canapa industriale stanno estraendo il CBD dal materiale in eccesso, commercializzandolo come "olio di CBD". Questi prodotti vengono generalmente considerati di qualità inferiore, con concentrazioni ridotte ed un alto rischio di contaminazione—rispetto all'olio di CBD raccolto da piante coltivate appositamente per l’uso medicinale.

QUAL È LA DIFFERENZA TRA L’OLIO DI CBD E L’OLIO DI CANAPA?

Se la canapa è ricca di CBD, significa che l'olio di canapa equivale all’olio di CBD? In realtà no. L'olio di canapa viene spremuto a freddo dai semi di cannabis, mentre l'olio di CBD—o qualsiasi olio con cannabinoidi—deve essere estratto dai fiori. L'olio di canapa non contiene CBD, ma è altrettanto speciale—contiene un prezioso rapporto 3:1 di acidi grassi omega-6 ed omega-3, una combinazione che combatte l'infiammazione ed aiuta a costruire il cervello. È anche ricco di vitamina E, che ha dimostrato di avere proprietà antietà.

Se sei desideri avere l'olio di canapa con un po' di CBD, puoi provare l'olio di canapa infuso con CBD per combinare i molteplici benefici della pianta di cannabis. Come vedremo in seguito, i fiori ed i semi hanno molto a che fare con un altro fattore cruciale per comprendere la distinzione canapa/cannabis.

COS’HA A CHE FARE LA DISTINZIONE CANAPA/CANNABIS CON IL SESSO?

Contrariamente alla credenza popolare, la canapa non è semplicemente la versione maschile della pianta di marijuana. È cannabis incrociata appositamente per avere livelli bassi di THC. Detto questo, la pianta maschile di cannabis condivide molte caratteristiche con la canapa, incluse le quantità basse di THC e altri cannabinoidi. Gli usi raccomandati delle piante maschili di cannabis possono assomigliare a quelli della canapa.

LE PROSPETTIVE DELLA MARIJUANA E CANAPA

Ora che conosciamo la differenza tra marijuana e canapa, potremmo chiederci: perché dovremmo preoccuparcene?

La differenza tra marijuana e canapa ha in realtà un grande significato politico. Storicamente, la canapa è stata criminalizzata a causa della sua associazione con la marijuana, anche se non ha la psicoattività per la quale è stata vietata la marijuana. Il bando della marijuana per via della sua alterazione della percezione fu una decisione triste, ma la criminalizzazione della canapa era assolutamente illogica.

Fortunatamente, entrambe le forme della pianta di cannabis si stanno muovendo verso la legalità. La legalizzazione della cannabis medicinale e ricreativa sta avanzando ad un ritmo rapido in tutto il mondo e, nel 2018, gli Stati Uniti hanno finalmente depenalizzato la canapa su scala nazionale.

Se le cose continueranno così come sono, un giorno le persone di tutto il mondo potrebbero essere in grado di fumare una canna ricoperta di olio di CBD, in una casa fatta di mattoni di canapa, mentre indossano un pigiama di canapa. Possiamo solo sperare.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.