La septoriosi fogliare è una grave malattia che può intaccare la salute delle foglie di varie piante, inclusa quella di cannabis.

Se non viene individuata e trattata in modo adeguato, la septoriosi può produrre effetti devastanti sulle piante, distruggendo le foglie, interrompendo lo sviluppo, e riducendo la quantità e la qualità del raccolto finale.

In questo articolo analizziamo nel dettaglio la septoriosi della cannabis. Scopriamo cos'è, cosa fare per prevenirla e trattarla, e come evitare che distrugga la piantagione di cannabis.

COS'È LA SEPTORIOSI FOGLIARE?

La septoriosi fogliare, nota anche come septoria delle foglie, o "macchie gialle sulle foglie", è una malattia delle piante provocata da un determinato fungo chiamato septoria lycopersici.

Questo fungo in genere passa l'inverno sulle foglie morte o sulla comune erbaccia del giardino. Le spore dei funghi possono depositarsi anche sugli attrezzi da giardinaggio come pali e reti e, se le condizioni sono favorevoli, iniziano a svilupparsi.

La septoriosi può essere estremamente dannosa per le piante. Può provocare gravi lesioni sulle foglie e compromettere la crescita di varie specie vegetali, tra cui pomodori, prezzemolo, e ovviamente anche della cannabis.

Septoriosi Macchie Gialle Sulle Foglie Pianta Di Cannabis

Come suggerisce il nome, la septoriosi fogliare è caratterizzata da macchie marroni e gialle che si sviluppano sulla parte frontale e sul retro della foglia. Le macchie sono perlopiù di forma tondeggiante, con bordi color marrone chiaro o scuro, e più grigie al centro. In genere ogni macchia ha dimensioni da 1,5 a 6,5mm.

La septoriosi di solito colpisce le piante che hanno appena iniziato la loro fase di fioritura. La malattia compare inizialmente sulle foglie situate più in basso. Man mano che l'infezione si diffonde, le macchie si sviluppano anche sulla parte superiore della pianta, coinvolgendo numerose foglie.

Le foglie malate di solito diventano gialle, poi marroni, e infine appassiscono completamente. La septoriosi fogliare di solito non si diffonde ai frutti. Nel caso della cannabis, i fiori non vengono infettati.

Se non si interviene tempestivamente, la malattia può distruggere un gran numero di foglie. Ciò provoca un forte stress nella pianta, e spesso un'interruzione dello sviluppo. Di conseguenza, il raccolto sarà drasticamente ridotto. Il rischio di septoriosi fogliare è particolarmente elevato nelle aree in cui le condizioni climatiche sono molto umide per lunghi periodi.

COME TRATTARE LA SEPTORIOSI FOGLIARE NELLE PIANTE DI CANNABIS

Come con gran parte delle parassitosi e delle malattie delle piante, una diagnosi precoce è fondamentale per curare con successo la septoriosi. Cercate di osservare sempre con molta attenzione le piante, specie durante i periodi di caldo e umidità. Fate attenzione anche nelle prime fasi del ciclo di fioritura.

Dopo aver individuato la presenza dell'infezione, ricordate di seguire questi passaggi, per tenerla sotto controllo ed evitarne la diffusione:

1. RIMUOVERE IL FOGLIAME INFETTO

Il primo passo per gestire efficacemente la septoriosi è quello di rimuovere tutte le foglie malate. Se la malattia viene individuata allo stadio iniziale, potete evitare che si diffonda tagliando semplicemente tutte le foglie colpite, situate nella parte bassa della pianta. Le foglie rimosse vanno bruciate/distrutte.

Ad ogni modo, se la septoriosi si è diffusa all'altezza dei fiori, normalmente si può saltare questo passaggio. Se togliete le foglie dall'area di fioritura, ciò indebolirà enormemente la pianta. La qualità finale delle cime sarà quindi ridotta.

2. AUMENTARE IL RICIRCOLO DI ARIA

Un adeguato ricircolo dell'aria è essenziale per le piante di cannabis, e svolge un ruolo molto importante nella gestione delle malattie.

Se state coltivando indoor, potete migliorare la circolazione dell'aria aggiungendo semplicemente un ventilatore nella vostra stanza, e distanziando maggiormente le piante le une dalle altre. Se invece state operando all'aperto, la soluzione potrebbe essere un po' più complessa.

La potatura è un altro ottimo modo per creare un maggior ricircolo d'aria all'interno della pianta e tra un esemplare e l'altro. Provate a sfoltire le zone più fitte e cespugliose ed evitate che le foglie si tocchino o si adagino le une sulle altre.

Se coltivate all'aperto, potrebbe essere utile sollevare leggermente le piante, in modo che siano più esposte al vento. In alternativa, potete anche attivare una ventola elettrica avvicinandola il più possibile alle vostre piante all'aperto.

3. EVITARE L'UMIDITÀ

L'umidità è un altro elemento che favorisce la diffusione e lo sviluppo di spore fungine. Quindi, è opportuno limitare al massimo il livello di umidità.

Evitate di innaffiare le piante da sopra, perché potreste bagnare le foglie. Inoltre, cercate di somministrare acqua con meno frequenza, in modo da permettere al suolo di asciugarsi completamente. Ricordate di innaffiare le piante nelle prime ore della giornata, così il terreno potrà assorbire l'acqua durante le ore di luce.

Circolazione D'Aria Cannabis

4. USARE IL PACCIAME

Le spore fungine spesso si depositano nel terreno, dove passano l'inverno finché le condizioni atmosferiche ne permettono la germinazione.

Anche se non potete cambiare il vostro substrato di coltivazione mentre le piante sono in piena fase di crescita, potete comunque seguire alcuni accorgimenti per evitare che le spore nel terreno arrivino ad infettare le piante.

Iniziate col rimuovere il fogliame appassito. Rastrellate il suolo per eliminare i residui di vegetazione ammuffita o infetta. Quindi, lasciate asciugare il terreno accuratamente. Infine, applicate uno spesso strato di pacciame sulla superficie, e innaffiate le vostre piante.

In questo modo impedirete che le spore fungine si propaghino dal suolo fino alle vostre piante.

5. RIMUOVERE LE ERBACCE

La belladonna e la Morella della Carolina sono tipiche piante portatrici delle spore di septoria lycopersici. Pertanto, cercate di esaminare con attenzione il vostro giardino e rimuovete qualsiasi erbaccia che potrebbe ospitare funghi o parassiti.

6. REGISTRATE TEMPERATURE E LIVELLI DI UMIDITÀ

Tenete sempre a mente che la septoriosi in genere si sviluppa in condizioni calde e umide. Quindi, se dovete gestire un'infezione, prima di tutto cercate di abbassare i livelli di umidità e le temperature nel vostro spazio di coltivazione (ove possibile).

Umidità Di Temperatura Cannabis

7. APPLICARE FUNGICIDI O OLI NATURALI

Se state trattando un caso di septoriosi lieve, i passaggi dall'1 al 6 dovrebbero essere sufficienti ad eliminare la malattia ed evitarne la diffusione. Tuttavia, in presenza di un'infezione più grave, è necessario utilizzare dei fungicidi più potenti.

I fungicidi ad ampio spettro e gli spray antiparassitari in genere sono efficaci contro la septoriosi fogliare. Per una protezione aggiuntiva, potete usare un fungicida a base di rame. In ogni caso, quando applicate un qualsiasi prodotto per la gestione di funghi e parassiti ricordate di seguire attentamente le istruzioni riportate sulla confezione. Evitate di spruzzare il prodotto sulle cime.

Se invece preferite un'alternativa più naturale, vi consigliamo di provare oli essenziali o vegetali come quello di neem. L'olio di neem viene generalmente usato per curare ogni genere di infestazione e malattie delle piante. Può essere applicato facilmente sulle foglie usando un nebulizzatore.

Altrimenti, potete applicare sulle piante un olio di eucalipto, di rosmarino, di limone, o di cannella. Ricordate comunque che questi oli hanno un aroma molto intenso. Evitate quindi di applicarli sulle cime della cannabis, per non contaminare il loro sapore e profumo.

COME PREVENIRE LA SEPTORIOSI FOGLIARE

Quando si fa giardinaggio, è sempre meglio prevenire le malattie e le infezioni parassitarie, piuttosto che curarle. Potete seguire questi suggerimenti per evitare che la septoriosi fogliare si sviluppi sulle vostre piante in futuro:

  • Alternate le piante: Evitate di coltivare le vostre piante nella stessa zona e con lo stesso substrato dell'anno precedente. Le spore fungine sono molto resistenti e riescono a sopravvivere con facilità. Se coltivate sempre nella stessa zona, esse potrebbero intaccare nuovamente il vostro raccolto.
  • Pulite regolarmente l'area di coltivazione, soprattutto se coltivate indoor.
  • Create e mantenete un ambiente ottimale: se state coltivando indoor, cercate di mantenere la corretta temperatura e un livello di umidità adeguato nel vostro spazio di coltivazione. Inoltre, fornite alle vostre piante un buon ricircolo d'aria.
  • Potate le piante con regolarità.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out