Speriamo che stiate leggendo questo articolo prima di accendere della cannabis di bassa qualità. Speriamo anche che non siate di fronte al computer con un bong vuoto a pensare perché l'erba non vi stia facendo effetto. Comunque, siete ancora in tempo per utilizzare queste conoscenze perché, canne e bong di cannabis di bassa qualità saranno una cosa del passato. Siamo qua per insegnarvi come diventare un pro assoluto quando si tratta di esaminare visivamente la vostra erba.

Prima di tutto, non c’è modo di valutare la vostre erba solamente dal lato visivo. Avrete bisogno di fumarla, vaporizzarla o mangiarla per poter raggiungere una conclusione. Comunque ci sono diverse cose da osservare che potrebbero aiutarvi quando chiamate il vostro spaccino. Se siete fortunati abbastanza da vivere in posti dove è presente una struttura legale, non avrete così bisogno di quest’articolo. Avrete solo bisogno di distinguere l’erba buona da quella veramente buona. Probabilmente, non avrete più a che fare con cannabis di bassa qualità.

la qualità delle gemme di cannabis

GUARDANDO DENTRO LA “DIRTY SHWAG”

Le cime di bassa qualità, comunemente chiamate in inglese “shwag”, “ditch weed,” e “brick weed” è qualcosa a cui bisogna stare a distanza. Questa è l’erba che vi farà sprecare i vostri soldi a meno che non sia la prima volta che tu fumai. L’effetto sarà molto lontano da quello che vi aspettereste. Probabilmente vi ritroverete con forti mal di testa, sonnolenza e nient’altro. La cannabis, per essere trasportata facilmente nel mercato nero, viene spesso pressata in panetti con un sacco di rametti e foglie che rovinano le vostre canne.

Probabilmente non è la vostra prima volta nel comprare la cannabis quindi, vi è familiare riconoscere il peso ad occhio. Se lo spaccino vi da più di quanto vi aspettereste, probabilmente non è perché vi vuole essere amico/a. È perché la marijuana è molto aperta e sbriciolata. Se i fiori sono più leggeri del solito, è un segno di bassa qualità. Le cime dovrebbero essere grosse e dense. Devono essere difficili da schiacciare e quando lo si prova a fare, croccano. Assicuratevi di sentire le cime come farebbe vostra nonna quando sceglie la frutta al mercato. Si può scoprire tanto tramite la consistenza di una cima.

ASSICURARSI CHE ABBIA UN BUON ASPETTO

L’ideale è poterla prendere, aprire la busta e poter dare un occhio vicino e sentire i fiori prima di portarla a casa. Se è questo il vostro caso, ecco cosa bisogna osservare:

Quando date un’occhio alla vostra prossima busta, assicuratevi di esaminare il colore. Questo è probabilmente uno dei fattori più importanti dato che, il verde, rappresenta la salute della pianta. Non vi mostrerà solamente quanto è stata trattata bene la piante ma, vi mostrerà anche se il processo per curarla e seccarla è stato effettuato nel modo giusto.

La qualità delle genetiche è un fattore chiave per ottenere cime di qualità anche se, coltivare i fiori, è solo metà del lavoro. Il resto del lavoro è responsabilità del coltivatore, dopo aver raccolto. Lo stesso avviene con la pulizia delle cime. Quando vedete che le cime hanno troppe foglie, vuol dire che non sono state curate nel modo giusto. Le foglie non fanno effetto. Quindi, a parte il fatto di pagare di più per quello che fumate, avrete un’erba trattata con negligenza. Non comprate la vostra erba da chi gli interessa solo del profitto.

Se non fa odore d’erba, non è un buon fiore. Se la sua fragranza non vi è familiare, non significa che sarà un’erba potente e buona che non avete mai provato. La “shwag” odora solitamente di terra o campagna. Ci sono alcune genetiche che hanno un odore veramente terroso ma, è un aroma di erba-terrosa, non puzza di terra o terriccio.

Fiore di cannabis vulcanizzando tricomi di buona qualità

“QUELL’ERBA DANK”

Ora c’è la parte interessante. L’erba di buona qualità, che viene chiamata tra gli amici “dank,” “sticky icky,” “fire,” o anche “loud,” è quello che dovreste cercare. A parte l’opposto di quello che abbiamo menzionato sopra, ci sono molte caratteristiche di una buona erba che vi farà amare dai vostri amici se la procurate per la vostra prossima fumata di gruppo.

Alla prima occhiata, un’erba buona dovrebbe farvi desiderare di averla già pronta e rollata in una canna o caricata sul braciere. Questa è l’erba che trovereste in molti profili di Instagram sulla cannabis. Ganja che è ricoperta tutta di succosi tricomi. Le cime dovrebbero sembrare come se siano state appena raccolte dalla pianta, anche se sono state seccate e curate per qualche settimana.

Quando la busta viene aperta, l’odore dovrebbe colpirvi direttamente. Se avete bisogno di mettere il vostro naso nella bustina, in una stanza chiusa, sapete già che non vale la pena annusarla. Un’erba grandiosa vi farà venire l’acquolina in bocca finché non fate su. Genetiche diverse hanno odori diversi ma, hanno tutte un tocco dolce e familiare. Cercate sempre di annusare le vostre cime e cercate di ricordarvi l’aroma di quelle che avete fumato e che vi sono piaciute. Questo vi aiuterà nel futuro. Il vostro cervello creerà un database della fattanza degli “odori dank”.

TRICOMI E RESINA - COSA BISOGNA CERCARE

Una cannabis di buona qualità sarà super appiccicosa. Dovrebbe riempire il vostro grinder con un delizioso e fastidioso strato di resina (oh, quello è il prezzo da pagare per un erba mostruosa). Questo accade per via dei tricomi appiccicosi, non per l’umidità. Anche se sono appiccicose, le vostre cime devono scricchiolare ed essere croccanti. Lo sbriciolamento deve essere piacevole, non un esercizio sportivo per il braccio.

Questi peli bianchi microscopici, sono probabilmente l’aspetto visuale della cima più conclusivo quando si tratta di potenza. Più ci sono cristalli in una cima, meglio è. È li che troverete il vostro THC, il componente responsabile per darvi il tradizionale effetto della cannabis. Questi sono anche quelli che cadono nel fondo del vostro grinder a 3 pezzi. Vicino a questa deliziosa resina vedrete anche dei peli marroni. Questi non vi alterano la percezione e la loro abbondanza non rappresenta nulla sulla potenza ma, solo la qualità. Questi peli marroni, chiamati tecnicamente pistilli, rappresentano la maturità del fiore. Questo significa che il coltivatore si è preso cura della coltivazione e che dovreste fidarvi di lui.

tricomi e cannabis resina

HEY! COMUNQUE ACCENDETELA!

Possiamo spendere l’intera giornata a guardare le cime e cercare di capire se sono di qualità o no ma, tutto dipende dal consumo. Non sarete mai in grado di scoprire con certezza la potenza della vostra cima. E come vi ha sempre detto vostra madre: “non giudicate dalle apparenze”, e non fidatevi dei vostri occhi quando si tratta della “sticky icky”. Per questo ci sono alcuni punti da osservare quando il vostro spaccino vi passa una canna prima di vendervi l’erba.

Prima di ogni altra cosa, date un occhio alla punta della canna ed alla sua cenere. La cenere deve essere sempre bianca. Se la cenere è grigia o nera allora l’erba è troppo umida. Questo non è decisivo se si tratta della qualità della fattanza. Comunque, un fiore umido vi darà un forte mal di testa e peserà di più per via dell’acqua. Pagherete tanto per l’acqua e non ci guadagnereste niente in fattanza.

Prendetevi il vostro tempo. Fate un paio di tiri e ridatela indietro. Se state comprando l’erba, non avrete bisogno di fumarvi tutta la scorta del vostro spaccino. Il miglior modo per scoprire se una cima è buona o no, è di consumarne piccole quantità. In questo modo, se vi colpisce bene, avrete una opinione solida sull’erba. Quando tirate, assicuratevi di prestare bene attenzione al vostro corpo. Con l’erba buona sento sempre una sensazione calda nella mia faccia. Vi farà provare una sensazione di sudore sulla fronte anche se non state veramente sudando.

LA QUALITÀ NON È LA POTENZA

La potenza non equivale alla qualità. Le genetiche ricche di CBD e senza THC non vi altereranno la percezione ma, possono avere un valore e qualità eccellenti. Ricordatevi di avere le idee chiare su cosa state cercando. Se siete abbastanza fortunati, sareste in grado di scegliere fra indica, sativa ed ibridi, fate bene le ricerche su queste varietà. Imparate tutto su di loro e sulle varietà delle genetiche di ogni loro gruppo. Potrebbero vendervi un indica quando state cercando una sativa e finireste col rimanere delusi degli effetti giudicando la genetica. Assicuratevi di potervi fidare del vostro spaccino - non possiamo smettere di ribadirlo.

Uscite e godetivi la vostra cannabis con un po’ più di informazione. Non date per scontato l’acquisto della vostra erba. Analizzatela e quando provate i suoi effetti prendete nota (si, note mentali, non ci aspettiamo che abbiate un diario per l’erba). Comunque, ricordate la cosa più importante, divertitevi!

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out