Le cime popcorn sono quelle infiorescenze che tendono ad assumere le forme e le dimensioni dei popcorn. Un concetto di per sé piuttosto facile da cogliere. Purtroppo, queste piccole infiorescenze meno formate e compatte non riusciranno mai ad esprimere le stesse caratteristiche delle cime più grandi e sviluppate, anzi, si tratta di un materiale normalmente disprezzato dalla maggior parte dei coltivatori. Le cime popcorn crescono soprattutto sulle ramificazioni più basse delle piante di cannabis.

Ovviamente, per i coltivatori interessati a massimizzare i rendimenti cime di questo tipo sono solo un inconveniente. Le infiorescenze piccole e meno formate si sviluppano quando le condizioni colturali sono poco favorevole. Fortunatamente, esistono diverse tecniche per evitare che si formino sulle vostre piante di cannabis.

Stufa di calore del insfiorescenze popcorn

VANTAGGI E SVANTAGGI DELLE CIME POPCORN

Oltre all'aspetto strettamente legato al loro aspetto e peso, queste infiorescenze di qualità inferiore sono meno compatte e risultano molto meno attraenti da acquistare rispetto alle cime più formate e grandi. Per ovvie ragioni, le aziende produttrici di cannabis a fini commerciali sono le prime ad adottare strategie per prevenire la formazione delle infiorescenze popcorn.

Nonostante ciò, ci teniamo a sottolineare che per quanto piccole e poco formate, queste cime offrono gli stessi effetti delle infiorescenze più compatte e grandi, ma in concentrazioni inferiori.

I consumatori possono ottenere alcuni vantaggi da queste infiorescenze. Molti coltivatori e distributori di marijuana, infatti, confezionano e vendono le cime popcorn con vantaggiosi sconti. Se volete provare una nuova (e forse più costosa) varietà di cannabis, queste infiorescenze potrebbero essere l'occasione per provare la merce senza dover sostenere spese troppo elevate. Inoltre, le cime popcorn vengono spesso acquistate per realizzare edible o per essere vaporizzate.

PERCHÉ SI FORMANO LE CIME POPCORN?

Anche i coltivatori più esperti possono raccogliere piante con infiorescenze popcorn. Tuttavia, a seconda delle esigenze e dei raccolti che si vogliono ottenere, l'obiettivo è sempre quello di ridurre al minimo la formazione di queste cime. La principale causa delle infiorescenze popcorn è lo stress. Nella maggior parte dei casi sono le temperature troppo elevate a stressare le piante e a spingerle a formare cime meno compatte e più piccole.

Ovviamente, i coltivatori indoor hanno un maggior margine di controllo sui parametri ambientali, che devono essere controllati con estrema frequenza. Molti coltivatori regolano accuratamente le distanze tra luci e piante, in modo da evitare che le cime soffrano.

All'aperto, invece, le temperature non possono essere controllate, ma i loro effetti possono essere in qualche modo attutiti adottando alcune strategie colturali. Posizionate, ad esempio, una rete o un telo ombreggiante intorno alle vostre piante. Per quanto banale possa sembrare, si tratta di una tecnica che protegge efficacemente le piante dal caldo e da altre minacce.

Altri fattori scatenanti sono il sovraffollamento e il sovrastamento. Ciò può avvenire quando nell'area di coltivazione, a prescindere che si tratti di indoor o outdoor, sono presenti troppe piante o troppe foglie che coprono le ramificazioni inferiori.

Le piante correttamente distanziate sono più propense a produrre maggiori quantità di cime sane e ben formate. Per questo la potatura è una tecnica ampiamente usata nella coltura della Cannabis. Le dimensioni delle foglie possono variare a seconda delle varietà coltivate. Per evitare la formazione di cime popcorn, è sempre consigliabile asportare le foglie più grandi che potrebbero ombreggiare le ramificazioni più basse.

Popcorn cime all'aperto bassa parte della pianta di cannabis

LA TECNICA LOLLYPOP ED ALTRE MISURE DI PREVENZIONE

Il miglior modo per evitare che le vostre piante producano un gran numero di cime popcorn è quello di trattare adeguatamente le piante. Inoltre, è necessario controllare e modificare periodicamente la loro crescita. Con il termine "lollypop" ci riferiamo ad una valida tecnica di potatura per ridurre al minimo la formazione delle cime popcorn. Il principio su cui si basa è quello di rimuovere tutte le ramificazioni più basse durante i primi giorni di fioritura (normalmente viene applicata tra la seconda e la terza settimana di fioritura). In questo modo le cime più alte saranno maggiormente stimolate ad assumere forme più compatte e grandi, in quanto le piante non saranno più costrette a sprecare tempo ed energie nella produzione delle cime popcorn.

Un altro metodo per prevenire le infiorescenze popcorn è quello di adottare la tecnica ScrOG, ovvero Screen of Green. Risulta piuttosto facile da applicare e la sua finalità è proprio quella di massimizzare le rese finali, aiutando le cime a ricevere l'intensità ottimale nelle colture indoor.

Una rete per lo ScrOG è facilmente acquistabile online. Uno dei vantaggi di questa tecnica è che le reti possono coprire grandi superfici di coltivazione. Le piante vengono costantemente piegate ed intrecciate al di sotto della rete, consentendo solo alle cime apicali di fuoriuscire al di sopra dei fori. In questo modo le piante assumono una forma a baldacchino, coprendo tutta la superficie della rete.

Normalmente, prima di passare al ciclo di luce 12-12, le piante potrebbero richiedere un paio di settimane in più per occupare tutta la rete. La tecnica ScrOG combinata con quella lollypop consente alle piante di concentrare tutte le loro risorse ed energie nella formazione di cime più compatte e grandi al di sopra della rete.

Quando si applicano contemporaneamente queste due tecniche, i raccolti sono quasi sempre composti da cime di prima categoria, le più apprezzate dagli intenditori di cannabis.

Metodo Scrog Og Kush cresce la cannabis

SCROG FAI-DA-TE

Il modo più semplice ed economico per adottare la tecniche ScrOG è quello di costruirsi da sé una rete. Avrete bisogno di una rete metallica con fori di circa 5cm di larghezza e di 8 listelli di legno. Quattro serviranno per costruire la cornice della rete, mentre le altre quattro serviranno da supporto alla cornice. Avrete anche bisogno di alcune fascette, viti, rivetti e chiodi ad U, essenziali per fissare la rete e il suo sistema di supporto.

QUALI SONO LE MIGLIORI VARIETÀ DA COLTIVARE CON LA TECNICA SCROG?

Per ottenere i migliori risultati con lo ScrOG e ridurre al minimo la formazione di cime popcorn, dovrete selezionare le varietà che meglio rispondono a questo tipo di tecnica. Qui di seguito vi proponiamo alcune delle migliori varietà disponibili sul mercato.

Special Queen 1 Royal Queen Seeds
SPECIAL QUEEN 1

Questo grande classico Skunk a predominanza Sativa ha un periodo di fioritura breve, appena 8 settimane. Questa robusta pianta può diventare un mostro all'aria aperta, raggiungendo anche i 3 metri d'altezza! La Special Queen 1 cresce egregiamente sia in suolo che in impianti idroponici. Inoltre, risponde altrettanto bene alla tecnica ScrOG. I risultati? Si possono ottenere abbondanti raccolti di circa 650 grammi per metro quadrato.

Haze Berry Royal Queen Seeds
HAZE BERRY

La Haze Berry è una varietà di cannabis molto apprezzata in California e in altri Stati americani dov'è stato legalizzato l'uso della marijuana con fini terapeutici. Si tratta di un incrocio di una classica Blueberry con una Haze a predominanza Sativa. Questa pianta offre veramente il meglio di entrambi i mondi. Sprigiona deliziosi sapori dolciastri e provoca effetti prolungati e molto energizzanti. Questa pianta cresce come una tipica Sativa, il che la rende la candidata perfetta per la tecnica ScrOG. Potete dare un'occhiata anche alla nostra Royal Bluematic, una nuova versione di questo grande classico.

Royal Ak Automatic Royal Queen Seeds
ROYAL AK AUTOMATIC

Questo esotico ibrido composto da genetiche Columbian, Mexican, Thai e Afghani è diventato molto popolare in questi ultimi anni. I suoi effetti sono forti e le rese abbondanti, due delle principali ragioni per cui ha ottenuto così tanto successo. Questa potente varietà è stata ulteriormente migliorata per ottenere una genetica autofiorente stabile ed affidabile. Tuttavia, l'influenza Sativa la rende piuttosto alta e, di conseguenza, adatta per lo ScrOG, con la quale riuscirete a prevenire la formazione di cime popcorn. Nelle migliori condizioni ambientali, la Royal AK Automatic può produrre fino a 160 grammi di pesanti cime, in appena 9-10 settimane dalla semina.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out