La cannabis e i funghi magici sono entrambi noti per le loro proprietà psicoattive. Sono droghe completamente naturali, più sane e pure delle alternative sintetiche. Dati questi presupposti, molte persone non hanno problemi ad assumerle insieme. Si può fare, a patto che si è coscienti di quello che si sta facendo e di cosa aspettarsi.

Assumere cannabis e funghetti magici insieme può essere molto divertente. Gli effetti della marijuana alterano quelli della psilocibina per creare un'esperienza generale più piacevole. È importante ricordarsi che l'interazione dipende dal tipo di cannabis, il momento in cui la si consuma e la sua potenza. Sapere quali effetti aspettarsi e come gestirli può rendere l'intera esperienza più sicura e piacevole.

L'HIGH DA CANNABIS

La pianta della cannabis contiene almeno 113 cannabinoidi diversi, tra cui il THC ed il CBD. Il tetracannabinolo (THC) è il cannabinoide responsabile delle proprietà psicoattive della pianta, mentre il cannabidiolo (CBD) è noto per smorzare alcuni degli effetti del THC, rendendo i suoi effetti meno intensi.

La cannabis è considerata un calmante per i suoi effetti sedativi. L'high che produce può essere sia euforico che sedativo allo stesso tempo. L'intensità di questi effetti dipende largamente dalla concentrazione dei diversi cannabinoidi della pianta. Un contenuto maggiore di CBD rispetto al THC porta ad un high meno psicoattivo e più sedativo, ad esempio. Il CBD favorisce il rilassamento, spesso accompagnato da una percezione sensoriale amplificata ed un senso distorto del tempo.

La marijuana può avere degli effetti negativi sulle funzioni cerebrali a breve termine. Si sa che influenza negativamente attività come il movimento, la coordinazione ed i riflessi. Inoltre tende a rinsecchire bocca ed occhi, specialmente in chi ne fa un uso regolare. Inoltre, dopo un high da cannabis di solito ci si sente stanchi, esausti ed assonnati. È importante essere coscienti di questi effetti collaterali della cannabis.

Funghi magici e cannabis

L'HIGH DA FUNGHETTI

I funghetti magici inducono un high euforico ed allucinogeno. I composti psicoattivi principali dei funghetti sono la psilocibina e la psilocina. Insieme, questi composti sono responsabili degli intensi effetti psichici tipici di un viaggio da funghetti.

Il metabolismo converte subito la psilocibina in psilocina. Poi la psilocina agisce sui recettori della serotonina nel cervello attivandone parzialmente alcuni. Inoltre, la psilocina aumenta indirettamente la concentrazione di dopamina nei gangli basali. Sono queste reazioni chimiche le principali responsabili delle forti sensazioni d'euforia che si provano durante un viaggio da funghetti.

I funghetti contenenti psilocibina sono considerati degli "stimolanti" per lo stato energizzato che inducono nella mente e nel corpo. Questo high allucinogeno di solito è accompagnato da giramenti di testa, gioia, una percezione del tempo distorta, visioni ad occhi chiusi e sensazioni extracorporee.

Si pensa che i funghetti magici agiscano modificando gli schemi di pensiero mentali. Queste modifiche spesso portano a provare emozioni intense durante il viaggio. A volte, l'esperienza emotiva è così coinvolgente che viene paragonata ad una profonda esperienza religiosa. Il viaggio sotto psilocibina dura mediamente dalle 3 alle 6 ore, a seconda del dosaggio. Tuttavia, l'intensità degli effetti possono farlo sembrare decisamente più lungo.

Possono sorgere diverse reazioni negative durante un'esperienza da funghetti. Circa un terzo dei consumatori dice di provare una forma di ansia o paranoia durante il viaggio. Le reazioni più acute possono anche culminare in nausea o attacchi di panico. Altri effetti psicologici collaterali possono essere depressione, letargia e disorientamento. Gli effetti collaterali fisici, invece, possono manifestarsi sotto forma di irrequietezza, pupille dilatate, temperatura corporea più alta, febbre, sudorazione e brividi.

Funghi magici

L'EFFETTO COMBINATO

Quando vengono assunti insieme, la cannabis ed i funghetti hanno un effetto sinergico. Secondo molte persone l'aggiunta della cannabis da un lato aumenta l'intensità del funghetto e dall'altro ha un effetto rilassante.

L'unione di funghetti magici e cannabis può portare ad un high intensamente psichedelico caratterizzato da visioni e sensazioni astratte e stimolanti. Gli effetti calmanti della marijuana possono smorzare l'entrata in azione della psilocibina, mantenendo il consumatore più rilassato durante le prime fasi del viaggio. Inoltre, alcuni credono che la cannabis possa portare ad un picco psichedelico più intenso, mentre accompagna dolcemente la fase finale.

Sia i funghetti che la cannabis possono avere un effetto indiretto sulla dopamina, un neurotrasmettitore noto come la "sostanza del benessere" o "della ricompensa". Questo effetto è in grado di far sentire il "tripper" motivato ed ambizioso durante il viaggio. Tuttavia, è capace anche di portare il cervello dentro meccanismi di pensiero ripetitivi o inconcludenti. Consumando queste sostanze contemporaneamente l'intensità di questi effetti viene amplificata sensibilmente.

I consumatori regolari di funghetti o cannabis trovano che l'unione delle due sostanze porti ad un'esperienza piuttosto piacevole. Avere familiarità con queste due sostanze è cruciale per lasciare che catalizzino ed amplifichino l'esplorazione della propria mente. Se non ci si trova a proprio agio con anche solo una delle due, assumerle contemporaneamente non è affatto consigliato.

CONTROLLARE GLI EFFETTI

L'influenza che la marijuana ha sul viaggio da funghetto dipende largamente dalla genetica e dal dosaggio. Le varietà sativa che hanno un contenuto alto di THC sono note per regalare ai consumatori energia e positività durante il viaggio. Al contrario, le varietà indica, o quelle ricche in CBD, sono conosciute per gli effetti calmanti che riducono ansia, nervosismo e persino nausea. A causa della loro natura, gli ibridi invece sono in un certo senso imprevedibili.

Il momento in cui si assume la cannabis determina il suo preciso effetto. Se consumata proprio all'inizio del viaggio, la cannabis aiuta a calmarsi durante l'entrata in gioco della psilocibina. Se consumata verso la fine, aiuterà a rilassarsi durante la discesa. Consumarla durante il picco allucinogeno, invece, aumenta le visioni e le sensazioni tipiche del fungo. Se presa al momento giusto, la cannabis può aiutare a destreggiarsi meglio nelle fasi del viaggio da funghetto che più creano difficoltà. Ovviamente, la cannabis povera di THC non avrà effetti così intensi come può averli una varietà più ricca.

Unire i funghetti magici e la cannabis può regalare un'esperienza molto piacevole. Tuttavia, è importante farlo coscientemente e in tutta sicurezza. Sapere cosa aspettarsi e quando aspettarselo può fare la differenza tra l'esperienza migliore che abbiate mai avuto e quella peggiore.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.