Trova la tua varietà ideale con il nostro Seedfinder

By Miguel Ordoñez

Cucinare con la cannabis offre un ampio ventaglio di possibilità. Come probabilmente saprete, il modo più comune per cucinare con la cannabis è usando olio o burro precedentemente infusi con cime essiccate. Ma lo sapevate che potete anche cucinare con i concentrati di cannabis? Continuate a leggere per scoprire come farlo.

COME DECARBOSSILARE I CONCENTRATI DI CANNABIS

Prima di preparare del burro o dell'olio di cannabis è necessario decarbossilare le cime di cannabis, in modo da assicurarsi di attivare tutti i cannabinoidi.

Per natura, la cannabis non contiene THC, bensì THCA, la versione acida del THC priva di effetti psicoattivi. Il processo di essiccazione e concia della cannabis aiuta a trasformare parte di questo THCA in THC. Sarete poi voi a fornire quell'ultima vampata di calore necessaria a trasformare la parte restante di THCA, accendendo semplicemente una canna, un bong o un vaporizzatore.

Tuttavia, quando si cucina, la cannabis dev'essere prima decarbossilata per assicurarsi che contenga sufficiente THC (o qualsiasi altro cannabinoide). Purtroppo, non esiste un approccio universale per decarbossilare i concentrati.

Per ottenere i migliori risultati, procedete lentamente, riscaldando i concentrati in un forno preriscaldato a circa 120°C per 45 minuti, su una teglia con carta da forno (proprio come fareste con un'infiorescenza normale). A seconda del tipo di concentrato che state usando, potreste aver bisogno di temperature leggermente più alte o di decarbossilare più a lungo.

Come le infiorescenze, il kief e l'hashish appariranno leggermente tostati e con profumi particolarmente aromatici dopo essere stati decarbossilati. Quando invece volete decarbossilare un BHO, saprete che l'estratto è pronto quando smetterà di ribollire.

In alternativa, potete anche decarbossilare i concentrati a bagno maria. Posizionate una pirofila in acqua bollente ed assicuratevi di usare un termometro per verificare che la temperatura dell'acqua non superi i 120°C. Inserite ora i concentrati nella pirofila e decarbossilate per circa 30 minuti.

Kief, Haschish e BHO

COME CUCINARE CON I CONCENTRATI DI CANNABIS

Una volta decarbossilati gli estratti, potrete usarli per dare una spinta in più a quasi tutti i vostri piatti preferiti. Ricordatevi che il THC è liposolubile, per cui avrete ancora bisogno di usare burro, olio o un'altra forma di grasso alimentare (come ad esempio il ghi, o burro chiarificato).

Di solito, consigliamo di mescolare i concentrati in piccole quantità di burro o olio quando sono ancora caldi dal processo di decarbossilazione. Mescolate energicamente la miscela fino a completa dissoluzione del concentrato nel grasso.

Tuttavia, a differenza di quando si produce un normale burro o olio di cannabis, con i concentrati si possono usare quantità di grasso molto più piccole, il che li rende una straordinaria opzione per le persone che stanno cercando di ridurre il loro consumo di grassi e calorie. Inoltre, i concentrati sono molto più potenti e le quantità che dovrete usare per condire un piatto saranno nettamente inferiori rispetto a quelle che dovreste invece aggiungere con le infiorescenze.