La cannabis è una sostanza psicoattiva straordinariamente sicura. Il suo utilizzo esclusivo non è associato a rischi di overdose letali. La marijuana non è tossica, e sono molto rari i casi di sovradosaggio e conseguente malessere. Gli effetti collaterali più frequenti sono completamente innocui e includono fame intensa, bocca secca e sonnolenza. Ad ogni modo, esiste un'altra reazione avversa meno comune, e anche poco piacevole.

Vi è mai capitato di fumare ganja insieme ad un gruppo di amici, e improvvisamente sentire alcune parti del vostro corpo che iniziano a tremare in modo incontrollabile? Ecco, se avete già sperimentato questa sensazione sappiate che non eravate in preda alle allucinazioni, e che non siete gli unici ad aver vissuto questa esperienza. A quanto pare a molte persone capita di avere i brividi, o la cosiddetta "tremarella", dopo aver consumato cannabis. Ciò avviene per vari motivi. Anche se può sembrare spiacevole e persino allarmante, si tratta di una reazione piuttosto innocua, che tende ad attenuarsi alla stessa velocità con la quale è apparsa.

Sicuramente questo fenomeno può sembrare molto strano. Tuttavia, può verificarsi per una serie di ragioni perfettamente logiche. Esistono varie cause alla base di questi tremori, e anche molti modi per gestirli ogni volta che si manifestano.

Da cosa sono provocati questi brividi? Purtroppo non sono state svolte delle ricerche specifiche per analizzare cosa succede nell'organismo in questi casi, e perché. Ad ogni modo, è possibile trarre alcune conclusioni razionali, basate sull'esperienza e sull'osservazione.

ANSIA

Man mano che le proprietà terapeutiche della cannabis vengono scoperte e analizzate, si può affermare che questa sostanza è in grado di trattare svariate condizioni di salute. La sua efficacia contro i sintomi dell'ansia è stata confermata a livello scientifico. Ma è anche vero che il troppo stroppia. Fumare grandi quantità di cannabis ricca di THC, o anche piccole dosi se il soggetto è particolarmente sensibile, può innescare una reazione "fuggi o combatti", e di conseguenza un'ansia estrema.

Il tremore in varie parti del corpo è associato all'ansia. Potreste avvertire dei brividi in zone come mani, piedi, schiena e testa. Se queste scosse si verificano dopo o durante una sessione intensa con la ganja, molto probabilmente significa che ne avete fumata troppa. Se smettete di fumare appena avvertite i sintomi, i tremori si attenueranno entro breve tempo. Può essere utile anche fare esercizi di respirazione o prendere qualche boccata d'aria fresca.

Se state fumando insieme ad altre persone e all'improvviso vi sentite nervosi, questi tremori potrebbero essere collegati ad un problema psicologico, come la fobia sociale. In questo caso, probabilmente la soluzione migliore è allontanarsi, uscire all'aperto e attendere qualche minuto per riprendere il controllo della situazione.

SOSTANZE STIMOLANTI

In molte parti del mondo è usanza comune rollare gli spinelli usando cannabis e tabacco insieme. Molte persone amano anche bere caffè mentre fumano marijuana. Queste due sostanze agiscono da stimolanti sul sistema nervoso. Fumare vari spinelli contenenti tabacco può essere la causa primaria di un eventuale episodio di tremarella. Se ciò avviene spesso, è consigliabile inserire meno tabacco nello spinello, o eliminarlo del tutto.

Combinazione Di Tabacco E Cannabis

AMBIENTE FREDDO

Notoriamente la cannabis abbassa leggermente la temperatura corporea. Ciò potrebbe costituire un'altra potenziale fonte di tremori. Se vivete in aree fredde, o se la vostra stanza è grande e poco riscaldata, è molto probabile che inizierete a sviluppare brividi e tremori dopo aver fumato grandi quantità di cannabis. Cercate di stare al caldo, avvolgetevi in una coperta pesante, oppure accendete il camino o i termosifoni.

COME CONTRASTARE I BRIVIDI

È essenziale tenere a mente che i brividi, anche se sgradevoli e fastidiosi, non costituiscono un pericolo per la vita. Proprio come gli altri sintomi causati da un consumo eccessivo di cannabis, ad esempio battito cardiaco accelerato, sudorazione, e nausea, i tremori cesseranno dopo alcuni minuti, o al massimo dopo poche ore. Ad ogni modo, è utile sapere come contrastarli qualora si verifichino all'improvviso.

In queste situazioni può essere d'aiuto assumere una dose di CBD. Il CBD è un cannabinoide non psicoattivo, noto per i suoi effetti ansiolitici. Consumando un po' di estratto o olio di CBD ad alta concentrazione, potreste riuscire a gestire l'ansia, eliminando i tremori. Questi effetti positivi saranno più evidenti soprattutto se i brividi sono provocati dal nervosismo. Il CBD è un antagonista dei recettori CB1. Ciò significa che contribuisce a regolare gli effetti psicoattivi del THC.

Per attenuare i tremori potete anche provare a fare un po' di movimento. Fate una passeggiata a passo spedito, qualche flessione, o un po' di stretching per allentare i muscoli e bloccare i tremori.

Secondo alcuni forum e siti online che raccolgono le esperienze dei consumatori, è molto utile immergersi in un bagno caldo prima di accendere lo spinello, o mentre si fuma, per sciogliere i muscoli e tranquillizzarsi, evitando l'insorgere dei tremori.

Come soluzione aggiuntiva potreste cambiare semplicemente la varietà di ganja. Le piante sativa, energizzanti e cerebrali, possono provocare più ansia rispetto alle genetiche indica, rilassanti e ad alto contenuto di CBD.

In conclusione, ricordate sempre di non preoccuparvi eccessivamente. Nella maggior parte dei casi i brividi si attenuano nel giro di 15 minuti. Perciò cercate di restare calmi, posate lo spinello, fate qualche respiro profondo e rilassatevi.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out