ALLARME ROSSO: MUFFA SULLE GEMME

Non vogliamo essere allarmisti, ma secondo noi, la cannabis ammuffita è il nemico N.1. Tra tutti i parassiti, le pestilenze, le epidemie e i flagelli di Madre Natura che possono attaccare un giardino di cannabis, la muffa sulla cannabis è la minaccia più straziante e dannosa per il fumatore di cannabis ordinario.

La muffa sulla cannabis non è solo disgustosa da trovare sulla propria scorta, ma è anche un rifiuto tossico a tutti gli effetti e va trattata come tale. Se avete la sfortuna di consumare erba ammuffita, sia ingerendola, fumandola o vaporizzandola, sappiate che state introducendo nel vostro corpo migliaia, forse decine di migliaia di spore batteriche dannose.

Nel migliore dei casi il suo gusto nauseante vi farà interrompere il consumo, e vi spingerà a gettare immediatamente tutta l'erba contaminata nel cestino dei rifiuti, senza effetti sulla vostra salute.

Nel peggiore degli scenari, invece, potreste essere ricoverati con una seria infezione polmonare e il vostro unico visitatore potrebbe essere un viscido lobbista anti-marijuana impaziente di ottenere i diritti sulla vicenda del primo decesso da cannabis documentato in tutta la storia dell'umanità. Anche se dovrebbe finire lui stesso il lavoro, probabilmente con un cuscino durante il cambio di turno delle infermiere.

COME IDENTIFICARE L'ERBA AMMUFFITA MENTRE SI ACQUISTA

Se vi capita di acquistare la vostra scorta da un rispettabile cannabis club, coffee shop, o dispensario di marijuana, generalmente non vi preoccuperete della possibile muffa sull'erba. Ma sfortunatamente, dovreste, perché la muffa non fa distinzioni tra dilettanti e professionisti, ha solo bisogno delle condizioni adatte, anche post-raccolto.

Un trattamento eseguito in modo approssimativo o una conservazione inappropriata da parte del fornitore di cannabis può trasformare un barattolo di vetro pieno di erba in un ammasso peloso di funghi. L'erba umida è un terreno ideale per lo sviluppo di funghi ed un invito per la muffa.

Dopo una lenta ed accurata essiccazione, idealmente in semplici sacchetti di carta marroni, il trattamento è il passo finale, e quello in cui spesso le cose non vanno per il verso giusto.

Un'altra spiacevole caratteristica dell'erba andata a male è il suo odore di muffa. A volte può assomigliare all'odore del fieno, ma c'è sempre qualcosa che non va, se sentite odore di muffa. Conviene sempre annusare l'erba, dopo un'accurata ispezione visiva.

La maggior parte dei fornitori di cannabis di lusso non è molto entusiasta dei clienti che maneggiano troppo la loro selezione di erba.

Solo, ripetiamo, solo se il fornitore di gemme è d'accordo, è meglio fare un tiro di prova con uno spinello o una pipa, ottenendo una conferma concreta di gusto e aroma. Se ottenete il permesso, eseguite sempre una prova, anche perché i tiri migliori sono quelli gratis.

COME IDENTIFICARE LA MUFFA MENTRE STATE COLTIVANDO

Abbiamo visto troppi video su YouTube in cui i coltivatori inseriscono piante appena raccolte e senza potatura direttamente in barattoli di vetro. Si tratta di un grosso errore e questa procedura non va imitata. Le gemme ben potate e sfoltite sono meno suscettibili a sviluppare muffa, dato che steli e foglie possono trattenere molta umidità.

ammuffito coltivazione cannais rot

Di base l'umidità è il principale nemico durante il raccolto, ma anche un male necessario, perché un livello di umidità troppo basso produce gemme friabili e troppo asciutte, anche se probabilmente prive di muffa. Tuttavia esse non saranno gustose rispetto a quanto avrebbero potuto se i livelli di umidità relativa fossero stati tenuti a valori adeguati (30-50% per l'essiccazione e 55-65% per il trattamento).

L'erba ammuffita presenta di solito una crescita micotica simile a zucchero filato, che copre la parte esterna della gemma, o in alternativa se uno stelo è marcito fino all'interno di una gemma terminale, scoprirete la disgustosa sorpresa aprendola a metà. Le muffe possono spuntare in vari colori e le infestazioni di funghi peggiori possono trasformare le gemme in poltiglia marrone.

I coltivatori di cannabis possono notare muffa sulle gemme in qualsiasi fase di sviluppo, solitamente a causa di una combinazione di problemi durante la coltivazione. Le foglie e gli steli con segni iniziali di muffa non devono essere ignorati. Si noterà anche un disgustoso odore di marcio/putrefatto.

Ai coltivatori si consiglia di investire un po' di denaro in un microscopio tascabile. Non solo è uno strumento molto utile per zoomare sulla resina, ma è anche perfetto per individuare agenti patogeni presenti sulle piante di cannabis. Potrebbe essere una visione orripilante, ma non si può combattere un nemico se non lo si vede. Una diagnosi precoce permette ai coltivatori di correre ai ripari per salvare il proprio giardino di cannabis.

La rimozione delle piante infette è un sacrificio necessario per il bene dell'intero raccolto di ganja. Il paziente zero deve essere eliminato se si vuole evitare una epidemia globale di muffa. Ad ogni modo, il miglior rimedio preventivo è mantenere condizioni ambientali ottimali e non innaffiare in eccesso né stressare la pianta.

LE CONSEGUENZE DELLA MUFFA SULL'ERBA PER COMMERCIANTI DI GANJA, COLTIVATORI & FUMATORI

Una sola pianta infettata dalla muffa ha il potenziale per contaminare l'intero raccolto. Tutto, dal resto delle piante al terreno, ai contenitori. Se state coltivando indoor, la serra o la tenda dovrà essere accuratamente pulita per fare in modo che nessuna spora sopravviva e infetti il prossimo raccolto.

Si tratta di uno scenario da incubo, potete cercare di combattere con varie sostanze antimuffa, ma il tasso di mortalità delle piante sarà comunque terribilmente alto in ogni caso. La muffa sull'erba è una minaccia che il coltivatore di cannabis accorto deve evitare ad ogni passaggio, dal seme allo spinello.

L'erba ammuffita è spazzatura, e nessun fumatore dovrebbe arrischiarsi a fumarla intenzionalmente, in nessun modo. Allo stesso tempo, nessun coltivatore o commerciante di ganja dovrebbe trafficare di proposito con erba ammuffita. Altrimenti rischia di demolire al 100% la propria reputazione.

I fumatori devono evitare l'erba contaminata effettuando alcune ispezioni di routine, in modo da confermare se è pulita o se sono solo soldi sprecati.

Ovviamente, vi consigliamo di coltivare da soli le vostre erbe in modo biologico, aggiungendo un po' di silice liquida per rinforzare le piante, ed utilizzare sempre un substrato di prima qualità ben drenante.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out