Lo yoga offre importanti benefici, ma può migliorare con la Cannabis? Dipende da diversi fattori come dosi, varietà e, soprattutto, dall'individuo che ne percepisce gli effetti.

Lo yoga ci insegna a liberarci dagli schemi quotidiani che modellano i nostri normali pensieri. Spesso tendiamo a definire chi siamo basandoci sugli aspetti esteriori della vita, come lavoro, relazioni interpersonali, patrimonio o altri valori materialistici, senza però renderci conto che questo modo di pensare causa dolore emotivo. Lo yoga può avere diverse finalità, tra cui quella di offrirci la possibilità di comprendere il ciclo senza fine di memoria, desiderio e azione, fattori che mantengono la nostra mente costantemente occupata, impedendoci di vedere le alternative della vita. Praticare yoga significa abbattere queste barriere mentali che, inconsciamente, siamo noi stessi a costruire. La Cannabis può aiutare questo processo?

GLI APPASSIONATI DI YOGA E CANNABIS

Perché a qualcuno dovrebbe venire l'idea di provare l'erba con lo yoga? Ebbene, esistono alcune somiglianze tra gli appassionati di Cannabis e coloro che praticano yoga. Sembra che sia una sorta di empatia ad unire questi due mondi, tale da spingerli uno alla scoperta dell'altro, per vedere cos'hanno da offrire. Normalmente, chi pratica yoga non è contrario al consumo d'erba, mentre gli appassionati di Cannabis tendono a mostrare una certa curiosità verso gli effetti rilassanti dello yoga. Inoltre, anche l'amore per la natura e la ricerca di uno stato contemplativo accomunano questi due mondi, sempre disposti a trovare ciò che si cela sotto la superficie della propria coscienza.

BENEFICI E LIMITAZIONI NELL'ASSOCIARE CANNABIS E YOGA

Il più delle volte, le persone che praticano yoga tendono ad essere più aperte mentalmente, senza giudicare negativamente possibili alternative alla loro disciplina fisica e mentale. Tuttavia, in questi ultimi anni, lo yoga è diventato un fenomeno sempre più comune e le persone che lo praticano sembrano interessate anche a nuovi aspetti della vita, come la competitività e, ancora più sconcertante, la voglia di mostrare agli altri ciò che è "giusto" o "sbagliato" (un inutile atteggiamento di giudizio). Bisognerebbe sentirsi sempre liberi di decidere se fumare Cannabis mentre si fa yoga, in modo da comprendere da soli se può essere benefico o controproducente. Nessun altro dovrebbe farlo per noi, né tanto meno i nuovi dipartimenti di "polizia" dello yoga che, fortunatamente, oggi non sono in servizio.

Yoga e cannabis

1. RIMANERE CONCENTRATI

La concentrazione è fondamentale quando si pratica yoga. Se la vostra mente tende a vagare dopo aver consumato Cannabis, è molto probabile che incontrerete non poche difficoltà per trovare uno stato meditativo caratterizzato, idealmente, dall'assenza di pensieri. Tuttavia, alcuni consumatori di Cannabis sostengono di aumentare i propri livelli di attenzione grazie agli effetti di questa pianta, rendendo molto più facile il controllo delle fluttuazioni del pensiero.

Suggerimenti: Gli effetti dei cannabinoidi sono vari e possono agire in modo diverso da persona a persona. Cercate di approfondire questo argomento, per comprendere meglio come il cervello può reagire sotto gli effetti della Cannabis, prima di perfezionare le vostre pratiche di yoga. Se avete difficoltà nell'incanalare i pensieri sotto gli effetti dell'erba, la prossima volta provate a fumare meno.

2. MANTENERE L'EQUILIBRIO

Molte volte, la Cannabis induce effetti che distorcono il senso di gravità percepito normalmente, provocando sensazioni di estrema leggerezza, quasi come se si stesse camminando su una nuvola, per poi precipitare di nuovo sulla terra ferma, a seconda delle quantità e delle varietà consumate. Prima di partecipare ad una sessione di yoga sotto gli effetti della Cannabis, potreste eventualmente provarla tra le accoglienti mura di casa, in modo da vedere come influisce sul vostro equilibrio psico-fisico. Grazie alle proprietà rilassanti che agiscono a livello muscolare, la Cannabis aiuta a superare le barriere fisiche quando si fa yoga. È per questo che girare una canna qualche attimo prima di stendere il tappetino può aiutare.

Suggerimenti: Cercate di non entrare mai in competizione con gli altri e di trovare il vostro ritmo personale. I movimenti veloci e i flussi troppo intensi non aiutano necessariamente a raggiungere un nuovo livello di rilassamento quando si combinano yoga e erba.

3. RESPIRARE CORRETTAMENTE

Fumare Cannabis, soprattutto insieme al tabacco, ha effetti negativi sui nostri polmoni, andando a colpire direttamente la nostra capacità di respirare correttamente (essenziale quando si pratica yoga). Se siete a corto di fiato, le normali tecniche di respirazione potrebbero sembrarvi molto più difficili di quel che sono. Inoltre, con la bocca asciutta una respirazione profonda potrebbe risultarvi ancora più complessa.

Suggerimenti: Cercate sempre di vaporizzare la vostra erba in modo da ridurre gli effetti negativi per la salute causati dalla combustione e bevete molta acqua. Usate gli "edible" solo una volta presa familiarità con il dosaggio che più si adatta alle vostre esigenza e calcolate bene i tempi di assunzione.

L'IMPATTO DEL DOSAGGIO E DELLA VARIETÀ

Prima di tutto, sappiate che non è necessario fumare grandi quantità d'erba prima di iniziare una sessione di yoga. Le sensazioni che può offrire un forte "high" sono grandiose, ma potrebbero facilmente distrarre e ostacolare la concentrazione, impedendo allo yoga di agire correttamente. Se non avete mai provato i micro-dosaggi di Cannabis, questa potrebbe essere una buona occasione per farlo, aumentando poco a poco, sessione dopo sessione, il dosaggio. Quest'ultimo dipende sempre dalle vostre preferenze, ma, in linea generale, è meglio non esagerare per sentirsi più tranquilli e sicuri di se stessi.

Per quanto riguarda le varietà, molti amanti dello yoga accompagnato dall'erba prediligono gli ibridi a predominanza Indica, per percepire un rilassamento fisico accompagnato da effetti cerebrali da Sativa, con i quali aumentare la propria spiritualità. Altri, invece, preferiscono le sensazioni calmanti delle varietà ricche in CBD, considerando l' "high" psicoattivo del THC più una distrazione che una proprietà utile. Alla fine dei conti, dipende solo da voi. Se non siete disposti ad acquistare Cannabis dal vostro distributore locale, coltivatevela da soli. Troverete un'ampia gamma di varietà di primissima qualità proprio qui, dalla Royal Queen Seeds.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out