Bere un caffè mentre si fuma una canna è un rituale piuttosto comune tra i consumatori di Cannabis. Si tratta della perfetta simbiosi o no? Scopriamolo.

Assumere in una volta sola più sostanze stupefacenti è un fenomeno piuttosto comune tra i consumatori di droghe legali, depenalizzate ed illegali. Di solito, l'obiettivo è quello di mescolare gli effetti di due o più sostanze per creare sensazioni nuove e leggermente diverse da quelle indotte dalle stesse sostanze assunte, però, separatamente. In alcuni casi, il nuovo effetto generato da questa unione può funzionare, data la grande varietà di piante ed organismi psicotropi esistenti sul nostro pianeta. Tuttavia, alcune miscele possono diventare pericolose, in quanto non sempre si può prevedere l'effetto di tale interazione. Nonostante ciò, i progressi ottenuti nel settore alimentare degli "edible" negli Stati Uniti ha permesso di sviluppare bevande alla Cannabis contenenti due popolari sostanze: THC e caffeina. Dal punto di vista pratico, sembrerebbero prodotti alquanto promettenti, ma cosa succede a livello cerebrale quando mescoliamo insieme Cannabis e caffè? I ricercatori hanno cercato di dare una risposta a questo dilemma ed hanno raccolto i dati di una ricerca che chiameremo: "lo studio della scimmia fusa".

LA CAFFEINA E IL THC POSSONO FORMARE UNA MISCELA NEUROCHIMICA?

Prima di tutto, è interessante sapere che una miscela di THC e caffeina può effettivamente agire a livello neurochimico, ovvero può generare un nuovo effetto, diverso da quello indotto dalle sostanze assunte separatamente. Il Dott. Scott Krawover, responsabile del reparto di psichiatria dell'ospedale Zucker Hillside di New York, è un fermo sostenitore di tale teoria. Secondo i risultati dello studio, la combinazione di caffeina e THC può ridurre la memoria di una persona e, di conseguenza, intaccare le normali funzioni cognitive del consumatore.

La caffeina è una sostanza stimolante che favorisce l'attività neuronale, bloccando i recettori dell'adenosina, un composto responsabile delle sensazioni di rilassamento e sonnolenza. Quando beviamo caffè stimoliamo i nostri neuroni a trasmettere impulsi ad un ritmo più accelerato e, di conseguenza, ci sentiamo più attenti e vigili. Il THC, invece, viene considerato una sostanza sedante in ambito medico, capace di provocare effetti opposti a quelli della caffeina. Questo cannabinoide, infatti, tende ad aumentare le sensazioni di calma e rilassamento, abbassando il tasso di neurotrasmissione in alcuni recettori del nostro cervello (e non aumentandola come invece avviene con la caffeina). Tuttavia, quando si assume una miscela di caffeina e Cannabis, gli effetti possono cambiare.

Cannabis & Caffeina

LO STUDIO DELLA SCIMMIA FUSA

La sperimentazione sugli animali non è, concettualmente, una scienza di cui l'umanità può andare orgogliosa, soprattutto quando gli studi non sono esclusivamente finalizzati alla formulazione di nuove medicine per curare malattie gravi. Detto ciò, vogliamo condividere con i nostri lettori i risultati ottenuti da alcuni ricercatori che hanno studiato gli effetti, relativamente innocui, del THC e del MSX-3 (una forma solubile di caffeina) su un gruppo di cavie da laboratorio. Le scimmie usate in questo esperimento impararono a tirare una corda ogniqualvolta avessero voluto ricevere una dose di THC. Ad un gruppo di questi animali fu anche somministrato MSX-3. Aumentando il dosaggio di questa caffeina solubile, le scimmie tendevano a richiedere meno THC. Apparentemente, la dose di THC necessaria per raggiungere l'effetto desiderato diminuiva in presenza del MSX-3.

Dopo aver trascorso diversi giorni di assoluta astinenza, ad alcune scimmie fu somministrato THC puro, mentre ad altre una miscela di THC e MSX-3. Ebbene, le scimmie che avevano assunto la miscela erano più propense a tirare la corda con una frequenza maggiore. Ciò ci porta all'ipotesi che una miscela di caffeina e THC può aumentare il desiderio, rendendo più difficile e breve il periodo di astinenza. Possiamo dire che questi animali hanno provato una sorta di "high" perfezionato, capace di prolungare gli effetti della Cannabis e, allo stesso tempo, di rendere gli "effetti del caffè" più piacevoli, spingendo le scimmie a preferire questa miscela alle banane.

LA CANNABIS E IL CAFFÈ POSSONO FORMARE UNA PERFETTA SIMBIOSI?

Che l'erba ed il caffè formino una deliziosa simbiosi è un dato di fatto. Tuttavia, la perfetta simbiosi a cui ci riferiamo noi "stoner" è ben diversa da quella reale. Il caffè, infatti, accelera la funzione dei neurotrasmettitori, mentre il THC cerca di abbassare nuovamente questa frenetica attività neuronale. Sembrerebbe quasi un processo controproducente. Forse dovremmo essere noi stessi a decidere quale strada far percorrere ai nostri neurotrasmettitori: accelerare le loro funzioni o rallentarle? Si tratta di due situazioni potenzialmente vantaggiose, considerando sempre che la chimica del cervello e la situazione possono cambiare da persona a persona. Questo studio ci ha permesso di notare che una "scimmia fusa" tende a manifestare una dipendenza più pronunciata quando assume il THC insieme alla caffeina, ma è anche vero che assumendo caffeina è più propensa a ridurre le quantità di THC per raggiungere gli effetti desiderati.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out