-20% sull'Olio di CBD con il Codice CBD20

By Miguel Ordoñez

I reumatismi (chiamati anche artrite reumatoide o semplicemente artrite) descrivono una condizione di salute caratterizzata da infiammazione cronica, con articolazioni e muscoli rigidi e dolorosi. Si stima che oltre 50 milioni di adulti negli Stati Uniti soffrano di questa malattia. Le cause dei reumatismi possono essere molte, e i sintomi possono comparire con l'età avanzata o come conseguenza dell’usura di alcune parti del corpo. I reumatismi sono a volte anche risultato di carenze del sistema immunitario.

Sfortunatamente non esiste una vera cura per i reumatismi. Le persone che ne soffrono vengono solitamente curate per ridurre i dolori sintomatici e l'infiammazione sottostante.

CHE COS'È IL REUMATISMO?

I reumatismi (o l'artrite, che è essenzialmente la stessa patologia) appartengono al grande gruppo di malattie autoimmuni. Proprio come nel caso della sclerosi multipla, della psoriasi, della malattia infiammatoria intestinale, del lupus e di molte altre condizioni, si tratta di un disturbo del sistema immunitario del nostro corpo. Quello che succede è che il sistema immunitario, per qualche ragione, diventa iperattivo e attacca le cellule sane nel corpo per errore. Il risultato è un'infiammazione permanente, con conseguente dolore e altri sintomi. I dolori e la rigidità delle articolazioni di chi soffre di reumatismi possono rendere difficili anche le attività quotidiane come guidare, preparare i pasti o vestirsi.

Cos'È L'Reumatismo

REUMATISMI E CANNABIS

È noto da tempo che i cannabinoidi interagiscono con il sistema endocannabinoide del nostro corpo, che regola importanti funzioni fisiologiche. Con la sua azione, la cannabis può influenzare le risposte del nostro sistema immunitario, può alterare la percezione del dolore e regolare l'appetito, il sonno e l'umore, solo per citare alcuni dei suoi diversi effetti.

La US Food and Drug Administration ha appena approvato[1] il primo farmaco con CBD prodotto dalla pianta di cannabis per il trattamento dell'epilessia. Ma quando si tratta di trattamento dei reumatismi con CBD, non arrivano ancora conclusioni certe dagli studi scientifici. Questo spiega perché alcuni ricercatori sono ancora diffidenti sull'uso del CBD contro i reumatismi.

LA RICERCA SU CBD E REUMATISMI

Uno studio del 2014[2] condotto dal medico Mary-Ann Fitzcharles ha concluso che la cannabis è risultata "inferiore a tutte le altre classi analgesiche diverse dagli oppioidi".

La ricercatrice avverte inoltre che "esistono poche prove scientifiche[3] sull'efficacia del CBD nel ridurre il dolore negli individui reumatici".

Ad ogni modo, altri scienziati stanno ancora esaminando l'argomento in modo approfondito. Nel 2016, alcuni ricercatori della University of Kentucky College of Medicine negli Stati Uniti hanno applicato per via transdermica dei gel contenenti CBD a ratti affetti da artrite, per valutarne l'influsso su dolore[4] ed infiammazione.

Gli scienziati della University of Australia stanno inoltre esaminando la presenza[5] del sistema endocannabinoide nelle articolazioni ed il ruolo di questo sistema regolatore nella fisiopatologia (il processo che conduce alla malattia) dei reumatismi. Le future scoperte in questo ambito potrebbero aprire la strada ad ulteriori innovazioni basate sui cannabinoidi.

Crema Idratante Alla Cannabis

PERCHÉ IL CBD DEVE ESSERE STUDIATO IN MODO PIÙ APPROFONDITO

Oggi i medici prescrivono comunemente oppioidi, iniezioni di steroidi e trattamenti simili a chi soffre di artrite reumatoide. Alcuni di questi farmaci possono fornire un certo livello di sollievo ai pazienti, ma non sono privi di inconvenienti, anche molto significativi. L'uso cronico di farmaci potenti come gli oppioidi pone gravi rischi per la salute, tra cui la dipendenza e il sovradosaggio. Molti di questi farmaci hanno anche gravi effetti collaterali, che comprendono danni al fegato, ai reni e alle ossa, così come altri effetti indesiderati come l’aumento di peso o l’infiammazione allo stomaco.

Inoltre, i pazienti trattati con questi farmaci svilupperanno nel corso tempo un’assuefazione e quindi richiederanno dosi più elevate per avere sollievo dal dolore. Questo aumenterà ancora di più gli effetti collaterali.

Inoltre, gli oppioidi creano una forte dipendenza e provocano decine di migliaia di morti per overdose[6] ogni anno. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha invece dichiarato che il CBD è generalmente ben tollerato dall'organismo[7] ed esibisce un buon profilo di sicurezza.

CBD E REUMATISMI: COSA RISERVA IL FUTURO?

Gli studi preclinici contribuiscono a delineare il meccanismo d'azione del CBD nei confronti di infiammazione, dolore, e reumatismi, ma non rispecchiano l'efficacia del cannabinoide negli individui affetti da tali condizioni. È necessario svolgere studi clinici di alta qualità per determinare se il cannabinoide possa risultare utile nella vita reale.

Greg Gerdeman, assistente professore di Biologia presso l'Eckerd College di St. Petersburg, in Florida, si è espresso chiaramente durante il suo discorso alla riunione annuale del Congresso di Reumatologia Clinica, affermando che i futuri studi “dovranno includere popolazioni di pazienti che già utilizzano la cannabis e desiderano continuare la cura. E la struttura di ricerca, ovvero i medici e gli scienziati, dovrà essere meno vincolata alle procedure e più vicina alla popolazione”.

Disclaimer medicoLe informazioni elencate, riferite, o aventi link provenienti da questo sito sono destinate esclusivamente a scopi educativi e non forniscono consulenza professionale medica o legale. Royal Quees Seeds non ammette, sostiene o promuove l'uso di sostanze legali o illegali.

Royal Queen Seeds non può essere ritenuta responsabile per i materiali ai quali fanno riferimento le nostre pagine, o per pagine delle quali forniamo link che ammettano, sostengano o promuovano attività o uso di sostanze legali o illegali. Si prega di consultare il proprio medico o un professionista sanitario prima di utilizzare qualsiasi prodotto o metodo elencato, descritto o avente link con questo sito web.

External Resources:
  1. FDA Approves First Drug Comprised of an Active Ingredient Derived from Marijuana to Treat Rare, Severe Forms of Epilepsy | FDA https://www.fda.gov
  2. The Dilemma of Medical Marijuana Use by Rheumatology Patients https://onlinelibrary.wiley.com
  3. Efficacy, Tolerability, and Safety of Cannabinoid Treatments in the Rheumatic Diseases: A Systematic Review of Randomized Controlled Trials - PubMed https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  4. Transdermal cannabidiol reduces inflammation and pain-related behaviours in a rat model of arthritis https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  5. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5685274/
  6. https://www.cdc.gov/drugoverdose/deaths/index.html
  7. https://www.who.int/medicines/access/controlled-substances/CannabidiolCriticalReview.pdf
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.