Coltivare cannabis all'aperto è un'attività molto appagante, e permette ai coltivatori di trascorrere più tempo con le piante e sviluppare una connessione profonda con la natura. Gli spazi aperti offrono maggiore spazio e permettono di coltivare piante più grandi e ottenere rese più abbondanti. Tuttavia, la coltivazione all'aperto racchiude anche delle difficoltà. In natura esistono molti animali che amano cibarsi di piante, e si avvicinerebbero volentieri alla vostra cannabis per uno spuntino.

PROTEGGETE LE PIANTE DI CANNABIS DAGLI ANIMALI AFFAMATI

Alcuni degli animali che potrebbero mangiare le vostre piante di cannabis sono cervi, topi e ratti, ed insetti. Anche gli animali domestici come cani e gatti spesso scavano e lasciano escrementi attorno alle piante di cannabis, e possono anche cibarsene. Esistono vari metodi comprovati per prevenire l'incursione di tali animali. In questo articolo parleremo però di altri tipi di animali, che spesso non vengono presi in considerazione. Animali come scoiattoli, volpi, procioni, talpe e altri, rappresentano una minaccia altrettanto reale per le piante di cannabis all'aperto. Continuate a leggere per scoprire come individuare le tracce di questi animali nel vostro giardino, e come evitare che provochino danni.

TALPE

Le talpe sono animali scavatori della famiglia dei mammiferi. Queste creature sotterranee si sono evolute sviluppando grosse zampe anteriori e robusti artigli, che permettono di creare tunnel nel terreno. Le talpe non si dirigono intenzionalmente verso le piante di cannabis, e non le considerano una fonte di sostentamento, poiché preferiscono mangiare vermi e altri invertebrati. In realtà, la presenza di talpe può essere positiva e contribuire, ad esempio, ad una maggiore aerazione del suolo. Tuttavia, le talpe possono danneggiare le piante scavando nelle vicinanze degli apparati radicali. Col passare del tempo, le piante potrebbero avere difficoltà ad assorbire le sostanze nutritive e l'acqua dalla rizosfera.

TALPE

TRACCE DI TALPA

Anche se è raro vederla in superficie, la talpa lascia segni piuttosto inequivocabili della sua presenza. Il che è un bene, considerando che è impossibile osservare le radici e valutare gli eventuali danni. I segni più evidenti della presenza di talpe intorno al giardino sono i cumuli di terra, sollevati dagli animali mentre scavano i loro tunnel.

CONTROLLARE LE TALPE

Un modo efficace per evitare che le talpe danneggino le radici della pianta di cannabis è piazzare una rete antitalpa. Create una gabbia cilindrica, o cubica, realizzata in rete metallica, e sotterratela per un paio di metri nel terreno dove volete coltivare, lasciando aperta l'estremità inferiore e superiore. In questo modo proteggerete le radici dagli artigli delle talpe, e le vostre piante avranno spazio a sufficienza per espandere il loro apparato radicale.

Le trappole per talpa sono un altro rimedio utile per tenere a bada le talpe. Queste trappole possono essere collocate direttamente all'interno dei tunnel. Controllate le trappole una volta al giorno, e liberate ogni animale catturato lontano dalla vostra piantagione.

Anche le consociazioni di piante possono aiutare a tenere sotto controllo le talpe. L'Euforbia catapuzia, o Euphorbia lathyris, è una pianta biennale che secerne dalle radici sostanze repellenti per le talpe. Per finire, i repellenti anti-talpa elettronici a energia solare sembrano in grado di allontanare le talpe. Si tratta di dispositivi a forma di palo che vanno piantati nel terreno, ed emettono una vibrazione a bassa frequenza che simula la presenza di un predatore o di una talpa ostile.

GEOMIDI – RODITORI

Proprio come le talpe, anche i geomidi scavano tunnel sotterranei. I gopher e altri roditori appartengono alla famiglia dei Geomidi, composta da circa 35 specie. Essi scavano delle fitte reti di tunnel sotterranei per raccogliere e conservare il cibo. Mangiano prevalentemente radici, arbusti e vegetali, e talvolta rosicchiano anche le radici e le foglie di cannabis. Fatta eccezione per la stagione dell'accoppiamento, questi animali conducono una vita solitaria; essendo molto territoriali spesso vivono in sistemi di tunnel separati.

GEOMIDI – RODITORI

TRACCE DEI GEOMIDI

Esistono molti indizi che possono aiutarvi a individuare la presenza di geomidi nella vostra piantagione di cannabis. A differenza delle talpe, i geomidi emergono volentieri in superficie per cibarsi direttamente delle piante. Se notate segni di morsi sulle piante, il responsabile potrebbe essere un geomida. Se le piante sono ancora giovani, alcune di esse potrebbero sparire completamente. Quando scavano i loro tunnel sotterranei, i geomidi creano delle piccole montagne di terra in superficie. L'elemento che distingue questi ammassi dai cumuli creati dalle talpe è la presenza di un "tappo", un leggero avvallamento al centro o ai lati del cumulo.

CONTROLLARE I GEOMIDI

I geomidi sono animali sotterranei, quindi possono essere allontanati con le stesse gabbie metalliche usate per le talpe. Dal momento che questi roditori amano anche emergere in superficie per masticare le foglie, è consigliabile posizionare delle gabbie simili anche attorno alle piante.

I geomidi detestano l'odore dell'olio di ricino e dell'aglio, pertanto potete usare questi alleati vegetali per spingere i roditori fuori dalle loro tane e indurli a cercare un nuovo rifugio. Versate un infuso di aglio o olio di ricino all'entrata di un tunnel, per comunicare agli animali che non sono i benvenuti nella vostra piantagione di cannabis.

VOLPI

La battaglia tra agricoltori e volpi è ormai secolare. Questi mammiferi onnivori di taglia media appartengono alla famiglia dei Canidi, vivono spesso in piccoli gruppi familiari, e dormono in tane sotterranee. Sono sia animali saprofaghi che predatori, e per sopravvivere possono attaccare sia animali da allevamento che piante. Le volpi sono creature adattabili, vivono nelle aree rurali e periferiche, quindi rappresentano una minaccia per i coltivatori di cannabis in entrambi gli ambienti.

VOLPI

TRACCE DI VOLPE

Le volpi possono provocare seri danni ai giardini, calpestando le piante e masticando tubi e canne di irrigazione. Inoltre, tendono a marcare il territorio con urina e feci. Notoriamente le volpi amano estirpare le giovani piantine, e sono attratte soprattutto da quelle concimate con letame, sangue secco e farina di ossa.

CONTROLLARE LE VOLPI

È particolarmente difficile prevenire le incursioni delle volpi e allontanarle da un giardino. Reti e recinti sono di scarsa utilità, poiché questi animali sono molto agili e possono scavalcare facilmente tali ostacoli. In presenza di volpi, l'unica soluzione è accettare la loro presenza e limitare al massimo gli eventuali danni. Se notate una buca scavata da una volpe, riempitela immediatamente di terra, prima che l'animale la allarghi e la trasformi in una tana. Potete usare un fertilizzante a base vegetale come alternativa a sangue e farina d'ossa, in modo da ridurre la possibilità che la volpe scavi attorno alle piante. Per finire, i dispositivi che emettono ultrasuoni potrebbero essere utili per allontanare le volpi nei dintorni. Tuttavia, queste creature sono talmente intelligenti da abituarsi al suono: dopo un po' capiranno che è innocuo.

PROCIONI

I procioni sono mammiferi molto intelligenti originari del Nord America, ma diffusi anche in alcune parti di Europa e Asia. La loro dieta consiste principalmente di altri animali, e di vegetali per circa il 30%. Queste creature di taglia media si introducono nei giardini per cacciare il loro cibo preferito: i lombrichi.

PROCIONI

TRACCE DI PROCIONE

Per catturare questi prelibati bocconcini, i procioni usano le zampe anteriori per scavare nel terreno, creando buche profonde. Se l'animale si trova vicino ad una pianta di cannabis, i suoi artigli possono procurare danni fatali.

CONTROLLARE I PROCIONI

Per fortuna, è possibile evitare questi gravi danneggiamenti impedendo ai procioni di scavare in particolari punti del giardino. È sufficiente spruzzare un po' di olio di ricino come repellente sulle aree da proteggere.
Ricordatevi di riapplicare l'olio regolarmente, poiché col tempo la sua efficacia svanisce.

CONIGLI

Anche se sono morbidi e bellissimi, i conigli possono causare seri danni alla piantagione di cannabis. Questi piccoli mammiferi della famiglia dei Leporidi sono presenti in tutti i continenti (tranne l'Antartide), pertanto ogni coltivatore di cannabis deve prestare attenzione ai segni lasciati da questi animali.

CONIGLI

TRACCE DI CONIGLIO

Anche i conigli sono animali che amano scavare tunnel sotterranei, e possono cibarsi sia delle radici che delle foglie della pianta di cannabis. Un modo semplice per capire se nel vostro giardino si aggirano dei conigli è cercare la presenza di piccoli escrementi di forma tondeggiante. Probabilmente noterete anche dei grossi morsi sulle foglie delle piante, o la totale assenza di fogliame in certi punti. Se nel giardino ci sono anche degli alberi, la corteccia alla base dei tronchi potrebbe essere graffiata o mancante.

CONTROLLARE I CONIGLI

Reti e recinti sono strumenti semplici ed efficaci per tenere sotto controllo le scorribande dei conigli. In particolare, potete acquistare appositi recinti anti-coniglio. Se gli animali continuano ad introdursi nella piantagione, una soluzione più drastica è un recinto elettrificato. Come seconda linea di difesa potete anche installare delle trappole a forma di gabbia, che mantengono i conigli in vita e permettono di liberarli in zone più lontane.

SCOIATTOLI

Gli scoiattoli sono roditori agili e acrobatici, originari di America, Eurasia e Africa. Esistono molte specie diverse di scoiattoli. Alcune vivono tra le chiome degli alberi, altre scavano tunnel.

SCOIATTOLI

TRACCE DI SCOIATTOLI

Gli scoiattoli che vivono sugli alberi mangiano principalmente noci e semi. Raramente scendono a terra per cibarsi delle piante di ganja. Ad ogni modo, hanno l'abitudine di scavare buche sul terreno, per conservare il cibo e consumarlo in un secondo momento. Questa attività può danneggiare le radici e gli steli più bassi della pianta di cannabis. Gli scoiattoli di terra possono creare problemi ancora più seri. Essi scavano tunnel sotto le piante e masticano le radici.

CONTROLLARE GLI SCOIATTOLI

Talvolta è sufficiente installare una rete attorno alle piante per evitare che gli scoiattoli scavino troppo vicini alle radici. Se nel giardino è presente una mangiatoia per uccelli, è consigliabile acquistarne una che sia a prova di scoiattolo. Potete anche catturare gli scoiattoli vivi con apposite trappole, e rilasciarli in aree più lontane. Per evitare che gli scoiattoli di terra strappino le radici, installate una gabbia metallica attorno alle piante, interrandola per circa 60cm.

UCCELLI

Gli uccelli rappresentano un'arma a doppio taglio in una piantagione di cannabis. Spesso i coltivatori li attirano nei loro giardini, poiché agiscono da predatori naturali contro i parassiti, mangiando gli insetti che danneggiano le piante. Tuttavia, i volatili sono ghiotti di semi di cannabis. Questo non è un problema per chi vuole coltivare fiori, ma chi desidera produrre semi per scopi di allevamento dovrà trovare delle soluzioni per tenere alla larga gli uccelli.

UCCELLI

TRACCE DI UCCELLI

Un segno evidente della presenza di uccelli è la scomparsa dei semi sulle piante femmina impollinate. Inoltre, gli uccelli spesso scavano piccole buche sul terreno per conservare il cibo dalla primavera all'autunno.

CONTROLLARE GLI UCCELLI

Uno dei modi per allontanare gli uccelli dalla piantagione è distrarli: installate delle mangiatoie per uccelli accanto agli alberi, per dirottare la loro attenzione. Tuttavia, questo metodo può diventare controproducente, e attirare un numero ancora maggiore di uccelli nel vostro giardino. Basterà comunque piazzare delle reti strategiche per riequilibrare la situazione e tenere al sicuro le vostre piante.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.