ALLARME MINACCIA: RODITORI PERICOLOSI

Che vi piaccia o no, in qualunque posto sulla Terra, ad eccezione della "civiltà isolata" come quella dell'Antartico, i topi e/o i ratti dimorano in prossimità delle vostre abitazioni, e delle vostre preziose piante di cannabis.

Rats and mice rodents
Rats and mice rodents

Tra tutti gli animali nocivi che possono infestare i vostri raccolti di cannabis, sia al chiuso che all'aperto, i roditori sono forse i più difficili e pericolosi da trattare. L'infestazione si verifica gradualmente, poi peggiora improvvisamente!

Ogni coltivatore di cannabis deve essere consapevole di una reale, anche se non sempre visibile, costante minaccia che topi e ratti rappresentano per i raccolti di cannabis. Non siate ingenui nel pensare che la minaccia sia limitata alla coltivazione outdoor in giardini e serre.

Ratti e topi hanno i denti frontali sporgenti in avanti per una ragione; essi continuano a crescere nell'arco di tutta la loro vita. Riescono facilmente a rosicchiare una via d'accesso nella vostra casa o a sgusciare attraverso piccole aperture e crepe su mattoni o travi.

Inoltre, possiedono un desiderio continuo di masticare e sgranocchiare, solo per affilare i propri denti. I cavi elettrici sono i preferiti dai roditori del 21° secolo, che costituiscono quindi una seria minaccia d'incendio per tutti i coltivatori indoor.

CONOSCERE IL NEMICO

Il Rattus rattus, o più comunemente "ratto dei tetti", è il tipico ratto nero con la coda più lunga del corpo. Questo ratto era spesso presente nelle imbarcazioni, ed è una specie invasiva, presente praticamente in tutto il mondo. Inoltre, è stato portatore di gravi malattie che in passato causarono la "Peste Nera".

Rats and mice facts
Rats and mice facts

Il Rattus norvegicus o ratto della Norvegia, è il "ratto marrone", o ratto delle fogne, con una coda tozza, ed è perfino più irritabile del ratto nero. Anche questa specie è diffusa in tutto il globo.

I ratti sono roditori di dimensioni piuttosto grandi, e in alcuni casi possono diventare enormi. In media un ratto misura 45cm di lunghezza, inclusa la coda. I topi domestici e le cavie da laboratorio differiscono solo nel colore, che è bianco, ma sono comunque animali infestanti al 100%.

I topi di ogni varietà e colore sono di solito racchiusi insieme sotto il nome generico di topo. Topi di campagna, topi di città, è la stessa cosa. Il topo è praticamente un mini-ratto, di solito non pesa più di 500g ed è lungo circa 10cm.

Proprio come i ratti, anch'essi sono vere macchine riproduttive e masticatori seriali. È possibile che una coppia di topi o ratti possa riprodursi fino ad arrivare a migliaia di unità in soli 12 mesi.

MISURE PREVENTIVE: TOLLERANZA ZERO

I coltivatori al chiuso, con abilità manuali di base, possono adottare alcuni semplici passaggi per proteggere le proprie coltivazioni dai roditori. Iniziate con una ispezione visiva dell'esterno della vostra casa, e dell'area circostante. Dovete cercare possibili punti di ingresso per roditori, come fessure, crepe, e condotti di areazione non protetti.

Inoltre, verificate la presenza di eventuale sporcizia o rifiuti che potrebbero attirare ratti e topi. Non potete intraprendere da soli una campagna "Città Pulita", ma cercate di mantenere il vostro ambiente il più pulito possibile, per evitare di attirare animali infestanti.

“Un'oncia di prevenzione vale come una libbra di cura” - Benjamin Franklin

Un po' di silicone nelle crepe, una colata di cemento qui e là per i buchi, e griglie protettive per i condotti dell'aria dovrebbero essere rimedi sufficienti a proteggere il vostro ambiente, senza spendere una fortuna. Oltre a questo, una costante pulizia domestica e il corretto smaltimento dei rifiuti è tutto ciò che serve per evitare l'insediamento di animali infestanti.

La coltivazione di cannabis all'aperto è più pericolosa. Le condizioni climatiche e ambientali qui sono dettate da Madre Natura, e il rischio di parassiti e animali infestanti aumenta in modo esponenziale.

Marciume delle radicimuffa sulle gemme, e acari sono le minacce più note per le coltivazioni all'aperto, ma i coltivatori outdoor dovrebbero intraprendere delle misure di difesa extra contro ogni tipo di creatura, grande e piccola, con topi e ratti in cima alla lista dei più dannosi.

I coltivatori clandestini dovrebbero rimuovere il più possibile la vegetazione bassa dai loro campi segreti, per evitare l'insediamento di topi e ratti nella coltivazione.

Trails and passages
Trails and passages

Oltre a cercare eventuali sentieri creati da animali selvatici e domestici, i coltivatori rurali dovrebbero scegliere con la massima attenzione il terreno di coltivazione della propria marijuana. I coltivatori di ganja outdoor devono esaminare attentamente il terreno per individuare la presenza di roditori.

Piccoli sentieri cosparsi di escrementi, che possono essere un segnale di roditori che stanno per colonizzare l'area, sono un segnale di allarme rosso. Anche nei terreni più adatti per la coltivazione di erba, molti coltivatori in alcuni casi costruiscono gabbie di metallo e persino cornici rigide per proteggere le piante da eventuali creature che potrebbero rosicchiarle, che siano topi o alci.

MISURE ESTREME: TERRITORI OCCUPATI

Se vi ritrovate nel bel mezzo di una completa invasione di ratti, vi consigliamo rimedi letali; ad ogni modo, queste invasioni si verificano circa una volta ogni 50 anni, con armate di ratti dei bambù che devastano aree rurali come fossero locuste.

Caged rat
Caged rat

I proiettili di gomma sono un modo brutale ma efficace per un'infestazione di roditori; i pallini da caccia sono troppo potenti e lasceranno il vostro campo come all'indomani della festa di Natale della famiglia Manson.

Molti di noi in Europa non hanno accesso ad alcun tipo di armi da fuoco, tranne i fucili da softair. Arco e frecce non funzionano, quindi restano solo trappole e veleno per cercare di arrestare l'invasione dei roditori ostili e tenerli fuori dalla vostra amata piantagione di marijuana.

Gli animalisti a questo punto saranno su tutte le furie, ma abbiamo raccomandato la prevenzione prima di arrivare a elencare i rimedi più drastici.

Sicuramente avremmo potuto consigliare rimedi non letali per contenere l'infestazione, ma a dire il vero, sono anch'essi spiacevoli.
E quando si tratta di animali dannosi che si insediano in un giardino di cannabis, il nostro motto è nessuna pietà.

Se decidete di coltivare cannabis, ricordate che la prevenzione è l'arma principale. Le infestazione di ratti e topi possono essere evitate anche organizzando un'azione di disinfestazione preventiva, per stroncare il problema prima che raggiunga proporzioni allarmanti.

Infine, una nota per gli amanti degli animali. Potete prendere un gatto o magari un terrier se preferite i cani. Ma la soluzione più ecologica e naturale al 100% per evitare un'infestazione di roditori, è procurarsi alcuni pitoni birmani e lasciarli liberi nelle vostre piantagioni.

ELENCO DEI PESTI COMUNI E PROBLEMI

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out