⚡ FLASH SALE: 25% OFF seeds — BUY NOW

By Luke Sumpter

Siete preparati ad affrontare invasioni di afidi e orde di minatrici fogliari. Ma non trascurate topi e ratti: molti coltivatori restano increduli di questa minaccia fino a che non è ormai troppo tardi! Questi roditori possono fare un solo boccone dei fragili germogli, e adorano affilarsi i denti sui fusti legnosi. Imparate come trattare un'infestazione e come impedire che si verifichi del tutto.


Capire la minaccia dei roditori quando si coltiva cannabis

Chi coltiva cannabis deve lottare contro una serie di parassiti e malattie differenti nel corso del ciclo di crescita. Molti coltivatori temono afidi, acari e sciaridi, e fanno tutto ciò che possono per prevenirne la minaccia. Ma la gran parte di essi non prende nemmeno in considerazione questi calamitosi roditori al momento di allestire un'area di coltura.

Per quanto non siano la piaga più comune, ratti e topi possono arrecare danni serissimi nella stanza di coltura o nel giardino; divorano allegramente le foglie dei germogli e affondano i denti anche nei fusti più coriacei. Per assicurarvi che non sabotino il vostro lavoro di coltivazione, bisogna che impariate a tenere i roditori alla larga dalle piante di erba.

Ratti

Rat

I ratti hanno una pessima reputazione. Sono visti come creature sporche che portano malattie. Sebbene queste credenze non siano false, va detto che sono diventati così dopo che gli umani hanno costruito città densamente popolate, con una gestione disastrosa dei propri rifiuti. In natura, i ratti svolgono un importante ruolo ecologico e contribuiscono alla salute di prati e foreste. Ma qualunque simpatia per queste creature svanisce all'istante quando si mettono a strappare le piante di cannabis.

I ratti si nutrono di quello che trovano, e si butteranno in fretta su qualsiasi tubero, zucca o pianta di cannabis che cresca nel vostro giardino. È noto che mangiano i germogli e rosicchiano i fusti più grossi per affilare i loro incisivi in continua crescita.

Il ratto medio pesa intorno ai 200g e consuma circa 3g di cibo ogni giorno. I ratti neri hanno l'abitudine di fare il nido in posizione sopraelevata rispetto al suolo, mentre quelli bruni preferiscono stare coi piedi per terra. Se contiamo che la femmina del ratto genera 5–10 piccoli per cucciolata, e sforna 3–6 cucciolate all'anno, la cosa può rapidamente diventare un grosso problema.

Topi

Mice

Nonostante le loro similitudini in quanto roditori, ratti e topi sono creature completamente differenti. I topi hanno code più lunghe in proporzione al corpo, corpi più piccoli e affusolati, pesano in media 30g e fanno il nido in cunicoli. Sono sì più piccoli dei ratti, ma anche molto più prolifici: possono partorire fino a 16 piccoli per volta, e sono in grado di dare alla luce fino a 8 cucciolate in un anno. Proprio come i ratti, anche i topi difficilmente disdegnano le fresche foglioline dei germogli o l'opportunità di affilarsi i denti sui fusti delle piante di cannabis.

I rischi di ratti e topi per le piante di cannabis

I potenziali danni che topi e ratti possono infliggere vanno dai meno gravi, come lesioni di poco conto, ad una completa distruzione. Questo dipende in grande misura dall'entità della presenza dei roditori e dall'età delle piante al momento dell'assalto. Germogli e piantine non hanno in genere alcuna speranza di cavarsela di fronte a topi e ratti, e necessitano perciò di molta più protezione. Le piante più grandi hanno maggiori chance di sopravvivere, ma danni significativi da rosicchiamento alla base del fusto possono rendere difficoltoso il trasporto di acqua e nutrienti, e rendere le piante più vulnerabili ai colpi di vento.

Segni di danni di ratti e topi sulle piante di cannabis

Vi sono vari segni rivelatori di una presenza di ratti e topi nel vostro giardino, e dei danni che stanno provocando, o hanno intenzione di provocare, alle vostre piante di cannabis. Questi sono:

  • Fusti rosicchiati
  • Infiorescenze morsicate
  • Escrementi di topo e ratto in prossimità delle piante
  • Tane di topo nel terreno

Cosa fare se ratti e topi stanno danneggiando le piante di cannabis

Se notate qualcuno di questi segnali, avete perso l'opportunità di prevenire un'infestazione (ne parleremo in seguito). Ora bisogna che corriate subito ai ripari, prima che i vostri ospiti roditori possano fare altri danni. Ecco alcuni suggerimenti per affrontare il vostro problema dalla coda lunga.

🐱 Sguinzagliate il felino

Se abbiamo imparato qualcosa da Tom & Jerry è che topi e gatti non vanno esattamente d'accordo. I gatti si servono dei loro straordinari sensi e riflessi per braccare, rincorrere e avventarsi su topi e ratti. A meno che per voi pulire non sia un problema, è meglio riservare questa strategia per le infestazioni che avvengono in spazi esterni.

📦 Trappole incruente

Le trappole incruente per ratti e topi non uccidono l'animale. Lo attirano invece in una gabbia o contenitore e ve lo chiudono dentro. Più leggera sulla coscienza, quest'opzione vi lascia però con il problema di un roditore vivo. Dovrete rilasciarlo molto lontano dalla vostra proprietà per evitare che torni indietro a servirsi di nuovo.

⚡ Trappole mortali

Esistono varie trappole mortali per roditori in caso che il vostro problema dovesse andare del tutto fuori controllo. Queste vanno da semplici meccanismi con molla di metallo a trappole elettroniche rapide e pulite.

🧪 Veleno per topi

I prodotti rodenticidi usano, per eliminare topi e ratti, sostanze chimiche come bromadiolone, colecalciferolo, fosfuro di zinco e stricnina. Per quanto efficaci, i rodenticidi sono un metodo di una brutalità estrema. Provocano in ratti e topi emorragie interne, e ci possono mettere fino a 10 giorni per morire dopo averli ingeriti. Bisogna anche fare molta attenzione a dove si mettono questi veleni, perché costituiscono un pericolo gravissimo per animali domestici, bambini e adulti.

Cat chasing a rat

Come impedire che ratti e topi danneggino le piante di cannabis

Prevenire è meglio che curare, sempre. Adottate le strategie descritte qui di seguito per prevenire il verificarsi delle infestazioni, ed evitare il fastidio e il senso di colpa di dover uccidere topi e ratti.

1. Compostate in maniera corretta

Se vedete che ci sono topi e ratti nel vostro giardino, è possibile che il problema sia il compost. Per evitare che il vostro contenitore del compost diventi un rifugio per roditori, dovete evitare di metterci certi materiali. Queste creature sono attratte da cereali, pane, carne, pesce, uova e latticini. Limitate il materiale da compostare ai soli resti vegetali e scarti del giardino.

2. Eliminate le mangiatoie per uccelli

Appendere una mangiatoia per uccelli nel giardino può sembrare a prima vista un'idea grandiosa. Osservare il radunarsi degli uccelli offre un'esperienza meditativa. Questi amici pennuti aiutano anche a tenere alla larga certi parassiti. Ma non possiamo aspettarci che topi e ratti rinuncino per educazione all'occasione di una porzione di calorie extra. Per evitare che i roditori facciano danni alle vostre piante d'erba, togliete tutte le mangiatoie per uccelli dall'area di coltura.

3. Eliminate le fonti d'acqua

Proprio come noi, anche ratti e topi sono fatti prevalentemente d'acqua. Mentre i topi possono sopravvivere con 3ml d'acqua al giorno, ai ratti ne occorrono fino a 60ml. Per ridurre al minimo le probabilità di un'infestazione, dovreste eliminare le vaschette per gli uccelli e tutti i recipienti vuoti dove col tempo si deposita l'acqua piovana.

4. Tenete tutto pulito

Raramente vedrete un topo o un ratto allo scoperto. Per evitare gatti, uccelli rapaci e altri predatori, preferiscono muoversi in aree coperte. Pertanto, lasciando cose in giro per il giardino potreste offrire senza volerlo un passaggio sicuro ai roditori. Vasi rovesciati, pezzi di grondaia, grossi utensili, tubature e pile di mattoni sono una vista accogliente per queste calamità pelose. Tenete il giardino in ordine per la sicurezza delle vostre piante di erba.

Tenete la vostra coltura di cannabis al sicuro da roditori e animali affamati

I roditori non sono le uniche creature che potrebbero sbocconcellare le vostre piante di cannabis. Cerbiatti, conigli e perfino animali domestici potrebbero fare grossi danni se si presentasse l'occasione. Non c'è bisogno di dire che barriere fisiche come reti e recinzioni sono necessarie per proteggere le piante di cannabis dai grossi mammiferi. Ma la stessa misura vale anche per bestiole più piccole come conigli e scoiattoli. Con queste nuove conoscenze, dovreste poter navigare in tranquillità la prossima stagione di coltura, col minimo possibile di inconvenienti causati da bestie affamate!




HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.