Che cos’è un graticcio?

Un graticcio è una rete incorniciata o una rete con uno schema reticolare. Si può posizionare in modo orizzontale o verticale per aumentare lo spazio di coltivazione disponibile e la penetrazione della luce in un qualsiasi giardino di cannabis. Indoor oppure outdoor, c’è sempre spazio per un graticcio. L’idea è quella di piegare ed intrecciare i germogli attraverso i buchi della struttura. Questo permette al coltivatore di incrementare drasticamente le rese. Più germogli equivalgono a più frutti. Inoltre, il graticcio permette al coltivatore di manipolare la crescita della pianta ed alterarne la forma per adattarla nel modo migliore nel suo giardino di cannabis.

Che cos’è un graticcio?

Le origini della coltivazione con il graticcio

La realtà è che in verità nessuno sa dai chi e quando fu inventato il graticcio. Abbiamo referenze di coltivazioni con la tecnica del graticcio dai tempi romani. Quindi, sono i romani a meritarsi il credito? O forse, hanno conquistato ed ucciso le persone che lo hanno inventato per poi prendersi i loro giardini? In ogni caso, possiamo essere certi che la sua nascita in Europa ha coinciso con la nascita della palmetta durante il Rinascimento. Più tardi, la palmetta ispirò l’LST.

Il leggendario architetto del paesaggio francese Andre Le Notre, progettò i giardini della Reggia di Versailles ed era un grande fan dei graticci. Infatti, i graticci erano ovunque ed abbellivano sia l’interno che l’esterno della maggior parte della reggia, solamente come decorazione. Questo stile architettonico è conosciuto come trelliage.

Come coltivare la cannabis sul graticcio

Al giorno d’oggi, puoi comprare o costruire un graticcio spendendo veramente poco. All'aperto, i pali e le montature in legno sono il materiale più comune per via della loro durabilità. Indoor, i materiali di scelta sono il nylon e plastica. In entrambi i casi, il principio rimane lo stesso. Alla fine si tratta solamente di una cornice a rete. Per quanto riguarda la sua robustezza, questa dipende dall’ambiente di coltivazione e dalle dimensioni delle tue piante. Comunque, la rete può funzionare bene sia indoor che outdoor, basta che sia ben fissata sul posto.

L’unica difficolta è la necessità di avere un adeguato livello di conoscenza nella coltivazione. La coltivazione sul graticcio va a braccetto con svariate di tecniche di potatura e di piegatura. Il topping, l’LST, la defogliazione e il lollipopping sono essenziali per ottenere il massimo dal tuo graticcio. Non tuffarti a coltivare con questa tecnica fino a quando non avrai le capacità ed il tempo per occupartene. Coltivare con il graticcio è un lavoro intenso.

Coltivazione con graticcio verticale

Il concetto di “muro vivente” si può applicare alla cannabis grazie al graticcio verticale. Sono più propensi i coltivatori outdoor ad utilizzare questo metodo. Un graticcio verticale attaccato ad un muro esterno favorirà una crescita verticale tipo vite. Indoor è meno comune. Tuttavia, viene utilizzato in forma cilindrica nelle operazioni di coltivazione personalizzata. Queste unità sono indirizzate ai coltivatori commerciali che hanno in casa centinaia di piante legate nelle pareti esterne con le lampade di coltivazione nel centro.

Coltivazione con graticcio orizzontale aka il metodo ScrOG

Lo ScrOG, o metodo “screen of green”, è il graticcio standard orizzontale amato dai coltivatori indoor. Lo ScrOG è d’obbligo per quelli che vogliono un raccolto comparabile, o a volte superiore, al SOG ma con molte meno piante. I potatori ed allenatori di piante con esperienza che vogliono alzare di livello i loro raccolti utilizzeranno sempre lo ScrOG nel loro giardino.

La crescita vegetativa è il momento in cui bisogna rendere cespugliose le piante di cannabis. Solitamente, due settimane prima del cambio al periodo di fioritura, il coltivatore installa sopra le piante una rete con un pattern di quadrati delle dimensioni di 5cm. Questo è solamente l’inizio. Il processo di piegatura ed intreccio dei germogli continuerà fino a metà fioritura.

Sotto la rete la crescita va sfoltita. Questo coinvolge la rimozione di materiale fogliare utilizzando la tecnica lollipopping, circa nella terza settimana di fioritura. L’energia della pianta si concentrerà nella produzione di cime nel punto giusto, sopra la rete. I coltivatori devono assicurarsi che venga mantenuta la distanza ottimale della luce, in modo che vengano illuminate più cime possibili. La defogliazione sopra la rete deve essere strategica. Non devi far stressare le tue piante, ma non devi neanche lasciare che le foglie prendisole oscurino i fiori. La potatura deve essere un processo continuo e minimalista.

Coltivazione con graticcio orizzontale aka il metodo ScrOG

Come coltivare la cannabis all’esterno con un graticcio

Per allestire un graticcio all’esterno avrai bisogno di alcuni materiali specifici che potrebbero non essere necessari quando usi il metodo SOG o ScrOG. Questo perché all’esterno le piante possono diventare incredibilmente grandi e pesanti. Per questo motivo avranno bisogno di un supporto serio. Date le dimensioni e la massa extra che acquisiscono quando sono coltivate su un graticcio, è imperativo assicurarsi che la struttura sia in grado di gestirle.

Il graticcio orizzontale è il più comunemente usato indoor, mentre il traliccio verticale è più comune all’aperto o in una combinazione di verticale ed orizzontale. La tua scelta dipenderà in parte dalle dimensioni del vaso. Vasi più grandi significano piante più grandi, poiché le radici hanno più spazio per diffondersi. È anche importante scegliere un vaso con superficie e peso sufficienti per mantenere in posizione verticale una pianta completamente sviluppata. All’aperto le piante possono diventare così pesanti da ribaltarsi, e questo tipo di stress può avere un serio impatto sulla resa.

Per fissare le piante alla struttura, pizzicherai e piegherai i loro rami quando entrano nella fase di fioritura. Saranno in grado di ripararsi da soli, quindi non preoccuparti troppo, anche se di certo non vorrai spezzarli. Questi rami saranno poi piegati e passati attraverso il graticcio in modo che l’estremità dei siti di fioritura fuoriesca. Puoi usare delle fascette per fissarli, ma verifica che non diventino troppo strette mentre la pianta cresce.

Come coltivare la cannabis all’esterno con un graticcio

Istruzioni passo-passo per coltivare cannabis all’aperto con un graticcio

Esiste un metodo per coltivare con il graticcio all’aperto. E sebbene non sia troppo complicato, è utile seguirlo, quindi assicurati di avere il tempo per applicarlo in modo adeguato.

Di cosa avrai bisogno

Istruzioni

1. Installa una gabbia per pomodori al centro del sacchetto di coltivazione. Fallo al momento del trapianto. Questo fungerà da sistema di supporto interno.

Come coltivare la cannabis all’esterno con un graticcio

2. Installa i pali come fossero quattro angoli di un quadrato attorno al tuo sacchetto da coltivazione. Assicurati che siano abbastanza alti da sostenere la tua pianta fino alla sua altezza finale e che abbiano una lunghezza sufficiente per essere piantati in profondità nel terreno. Questi sosterranno l’intera struttura, quindi devono essere robusti e sicuri.

Come coltivare la cannabis all’esterno con un graticcio

3. Installa il traliccio orizzontale. Il primo strato dovrebbe essere posizionato sopra la parte superiore della gabbia per pomodori prima che la pianta lo raggiunga, poiché questa dovrà crescere attraverso i fori. Potrebbe però essere necessario utilizzare qualche tipo di Low Stress Training per aiutarla a raggiungere quest’obiettivo. Fissa ogni angolo ad uno dei quattro pali. Lo ripetiamo, questa struttura deve essere solida in quanto sosterrà tutto il peso dei rami. Utilizza fascette per cavi robuste od altri materiali resistenti. A seconda delle dimensioni della pianta, potresti voler installare un graticcio orizzontale secondario più avanti nel suo ciclo di vita.

Come coltivare la cannabis all’esterno con un graticcio

4. Installa la gabbia esterna per supportare la crescita laterale. Usando un metodo simile a quello usato per il graticcio orizzontale, attacca questa rete verticale all’esterno dei quattro montanti e fissala bene. Lascia uno spazio abbastanza grande nella parte inferiore per poter entrare e prenderti cura della tua pianta. Installala verso la fine del suo ciclo di vita.

Come coltivare la cannabis all’esterno con un graticcio

5. Prenditi cura delle tue piante. Devi farlo durante tutta la loro crescita. Per far funzionare il graticcio, dovrai mantenere le tue piante con regolarità ed attenzione mentre crescono. Devi usare tecniche LST per dirigere la crescita della pianta e supportarla di conseguenza man mano che cresce. Allo stesso modo, devi effettuare una frequente defogliazione. Diradando le foglie si aumenta la circolazione dell’aria intorno alla pianta, riducendo al minimo i rischi di parassiti e muffe. Questo deve però avvenire in modo delicato, poiché non vuoi stressare la tua pianta, né vuoi ridurre al minimo la sua capacità di fotosintesi.

Come coltivare la cannabis all’esterno con un graticcio

Vantaggi dell’utilizzo del graticcio per la cannabis

Se utilizzi correttamente i graticci nella tua coltivazione avrai piante enormi, con rese di conseguenza enormi. Se sei seriamente intenzionato a coltivare cannabis, una qualche forma di graticcio è d’obbligo. La maggiore possibilità di crescita e la maggiore esposizione alla luce consentono lo sviluppo di cime mostruose. Dando alle piante qualcosa a cui aggrapparsi, fornisci loro il supporto necessario per sviluppare fiori grandi e compatti che causerebbero la rottura dei rami in condizioni naturali.

  • Panoramica dei vantaggi del graticcio per la marijuana:
  • Distribuzione uniforme della luce
  • Supporto per fiori pesanti
  • Ottimizzazione di tempo e spazio
  • Supporto a cime più grandi e numerose
  • Miglioramento del flusso d’aria attorno alla pianta

Alberi di erba outdoor

Gli alberi di erba nel Southern Oregon portano il graticcio al massimo livello. Con i limiti di 6 piante per i consumatori a scopo medico e di solamente 4 piante per i consumatori a scopo ricreazionale, per via della Legge dello Stato, i coltivatori dell’Oregon devono ottenere il massimo dalle loro coltivazioni. I maestri della coltivazione della marijuana come Lambsbread, coltivano mostri di oltre 3m di altezza e larghezza con conformazioni piatte e tentacolari. Le sue piante di cannabis sono così grandi che ha bisogno di una scala per montare il graticcio.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.