A quanto pare, la cannabis è una medicina capace di migliorare, trattare e, in prospettiva, anche curare un gran numero di malattie e disturbi di salute. Questa erba antidolorifica può giocare, inoltre, un ruolo importante nel trattamento dell’anemia falciforme, condizione determinata da una deformazione dei globuli rossi con conseguente dolore per il paziente e possibili complicazioni gravi, quali infiammazioni e ictus. Le proprietà analgesiche della cannabis possono portare sollievo da alcuni dei sintomi provocati da questa malattia, che influisce negativamente sulla qualità della vita di chi ne soffre.

UNO SGUARDO ALL’ANEMIA FALCIFORME

Come probabilmente molti di voi ricorderanno dalle lezioni di biologia, i globuli rossi normalmente hanno forma rotonda, quasi a ciambella, concavi da entrambi i lati. Grazie a questa forma discoidale i globuli rossi si muovono rapidamente e facilmente attraverso i vasi sanguigni, svolgendo le loro mansioni biologiche, come trasportare ossigeno.

Nei pazienti affetti da anemia falciforme, invece, i globuli rossi assumono una forma a mezzaluna, come una piccola falce. Il problema sta proprio nella forma che può impedire il passaggio di queste cellule all’interno dei vasi sanguigni, dove rimangono intrappolate. Da qui si può incorrere in una sorta di ingorgo, con un rallentamento del flusso sanguigno, se non addirittura ad una paralisi di alcune zone del corpo.

Anemia Falciforme

L’anemia falciforme è una patologia ereditaria, trasmessa tramite quella che è conosciuta come ereditarietà autosomica recessiva. Ciò significa che il gene malato viene trasmesso al bambino da entrambi i genitori.

La patologia stessa è provocata da una mutazione interna al gene preposto a fornire informazioni al corpo affinché formi emoglobina. L’emoglobina è una proteina, presente nei globuli rossi, in grado di legare l’ossigeno, consentendo agli eritrociti di trasportare questa molecola vitale in tutto il corpo e di trasferirla alle cellule. È sempre questa proteina a riportare anidride carbonica ai polmoni in modo che venga espulsa dall’organismo.

In caso di anemia falciforme, l’emoglobina è presente in maniera anomala, ovvero i globuli rossi si irrigidiscono e sviluppano una forma problematica.

SINTOMI

L’anemia falciforme può provocare diversi sintomi, tra cui dolore. Il dolore è provocato dalla forma cellulare e dai conseguenti blocchi all’interno dei vasi sanguigni, che si possono manifestare nel torace, nell’addome e nelle articolazioni.

Il dolore nei pazienti affetti da anemia falciforme è variabile. Alcuni soggetti possono essere afflitti da dolori della durata di alcune ore, mentre in altri il dolore potrebbe manifestarsi addirittura per diverse settimane. Per non parlare del fatto che si tratta di una malattia che può portare a dolore cronico a causa dei danni a ossa e articolazioni provocati nel tempo.

Altro sintomo tipico è l’anemia. Le cellule falciformi sono fragili e possono rompersi e morire molto facilmente, abbassando drasticamente il numero di globuli rossi presenti nell’organismo. Ciò significa che, se non ci sono abbastanza globuli rossi per trasportare sostanze nutritive e ossigeno in tutto il corpo, i livelli di energia si abbasseranno pericolosamente.

Tra gli altri sintomi di questa patologia ricordiamo problemi di vista, ritardi nello sviluppo, gonfiore di mani e piedi e frequenti infezioni.

L’anemia falciforme, inoltre, può portare a complicazioni molto serie, tra cui ictus, sindrome toracica acuta, ipertensione polmonare, lesioni agli organi interni, cecità, ulcere alle gambe, calcoli biliari e priapismo.

Anemia Falciforme Vs Normale Globulo Rosso

TRATTAMENTO CONVENZIONALE

Attualmente il trattamento terapeutico dell’anemia falciforme include anche il trapianto di midollo osseo. I globuli rossi vengono prodotti proprio dal midollo osseo e, nei soggetti affetti da anemia falciforme, questi risultano malformati e potenzialmente pericolosi. Se un paziente viene sottoposto a trapianto di midollo osseo, un midollo sano può aiutare nella produzione di globuli rossi normali e funzionali.

Un altro trattamento convenzionale è l’idrossiurea. Si tratta di un farmaco in grado di prevenire la formazione di cellule falciformi e può avere effetti benefici sul dolore. Tuttavia è associata ad un gran numero di effetti collaterali come nausea, vomito, calo dell’appetito, vertigini, diarrea, perdita dei capelli e convulsioni.

Ai pazienti vengono, inoltre, somministrati antidolorifici e antibiotici per combattere le infezioni.

LA CANNABIS PER ALLEVIARE I SINTOMI

Dal momento che uno dei principali sintomi associati a questa patologia è il dolore prolungato, la qualità di vita dei soggetti affetti da anemia falciforme è drasticamente influenzata dai sintomi. Nonostante il ricorso a farmaci antidolorifici sia fortemente consigliato, non bisogna dimenticare che il rischio di incorrere in dipendenza se non addirittura overdose è molto elevato. La cannabis potrebbe ovviare a questo tipo di rischio, grazie al ben noto effetto analgesico e alle proprietà antinfiammatorie. E non dimentichiamoci che si tratta, fra l’altro, di un’erba estremamente sicura.

Trattare il dolore associato all’anemia falciforme è, inoltre, molto più importante che tenerlo semplicemente sotto controllo. Il dolore provocato dalla malattia è determinato da infiammazioni, necrosi dei tessuti e occlusione vascolare. Ciò significa che trattare il dolore con la cannabis potrebbe essere utile anche per ridurre i danni ai tessuti. D’altro canto, i cannabinoidi come il CBD innescano significativi meccanismi antinfiammatori che possono essere particolarmente utili. Il CBD non è psicoattivo e, pertanto, è una valida opzione per quei pazienti che non desiderano o non sanno gestire gli effetti psicoattivi del THC.

La ricerca in questo ambito non è ancora sufficientemente sviluppata, tuttavia, in uno studio pubblicato sulla rivista Blood, si sono osservati gli effetti dei cannabinoidi su ratti con cellule falciformi simili a quelle umane. Ed è emerso che il dolore nei topi diminuiva.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out