Semi di marijuana terapeutica

CANNABIS MEDICINALE

Grazie alla crescente diffusione della legalizzazione della cannabis in tutto il mondo, milioni di persone stanno accedendo a questa pianta. Se da una parte c’è chi usa la cannabis esclusivamente per sballarsi, dall’altra molti si affidano all’erba per scopi terapeutici. In diversi Paesi, i cittadini possono oggi ottenere prodotti a base di marijuana terapeutica con una prescrizione medica. Tuttavia, alcuni preferiscono prendere in mano la situazione e sfruttare il proprio pollice verde per coltivare qualche seme di cannabis terapeutica. Ma cos'è che rende queste piante diverse dalle migliaia di altre varietà disponibili?

Scoprite tutto ciò che c’è da sapere sui semi di cannabis terapeutica, cosa offrono e come coltivarli.


Cosa sono i semi di cannabis terapeutica?

Beh, dipende dalla persona a cui rivolgete questa domanda. Alcuni consumatori di cannabis (ed esperti) affermano che tutta la cannabis è terapeutica. Dopotutto, l’erba contiene molecole che generano profondi effetti sul corpo, dal cervello all’intestino. Tuttavia, i termini “ricreativo” e “terapeutico” si riferiscono quasi sempre all’uso finale che viene fatto dell’erba.

Molti consumatori di cannabis amano fumare varietà ad alto contenuto di THC per i loro effetti che alterano la mente. Lo fanno per sentirsi rilassati e divertirsi, più o meno allo stesso modo in cui altre persone scelgono di bere un paio di birre per passare qualche momento di svago. Al contrario, alcuni usano l’erba nel tentativo di gestire i sintomi di determinati problemi di salute, sia attraverso una prescrizione medica che attraverso il mercato nero.

I consumatori di cannabis terapeutica selezionano le varietà in base ai loro effetti specifici. Alcuni di loro cercano attivamente cime ad alto contenuto di THC, sostenuti da numerose ricerche che continuano ad esplorare gli effetti terapeutici[1] di questo cannabinoide psicotropo. Molte persone trovano che abbia effetti miracolosi su di loro, malgrado lo sballo generato dal processo.

Ma la cannabis offre più del semplice THC. L’erba produce oltre 100 cannabinoidi e 200 terpeni. Tutte queste sostanze fitochimiche producono effetti unici e la maggior parte di esse non sballano il consumatore. Il CBD, in particolare, sta suscitando molto interesse sia tra le comunità scientifiche che tra i principali movimenti culturali.

Quando sfogliate il catalogo di varietà della Royal Queen Seeds, vi renderete conto che quando parliamo di semi di cannabis terapeutica ci riferiamo alle varietà ad alto contenuto di CBD. Sebbene anche le varietà ad alto contenuto di THC possano risultare benefiche per alcuni consumatori terapeutici, la maggior parte di questi clienti cerca genetiche ricche in cannabidiolo.

Aspetti più interessanti per i consumatori

Dai nostri semi di cannabis terapeutica si sviluppano piante con concentrazioni variabili di CBD e THC. Alcune di esse offrono un rapporto bilanciato 1:1, mentre altre hanno solo tracce di THC. 

Le prime offrono ancora effetti psicotropi, ma le concentrazioni di CBD sono abbastanza alte da alleggerire le proprietà psicotrope del THC, creando un’esperienza mentalmente lucida che non compromette la funzionalità. 

Tuttavia, se optate per una varietà ad alto contenuto di CBD, ma quasi priva di THC, non sentirete alcun effetto psicotropo.

Aspetti più interessanti per i coltivatori

Se vi piace coltivare cannabis, l’archivio della RQS offre molti semi di cannabis terapeutica tra cui scegliere. Le nostre varietà si dividono in due categorie principali: fotoperiodiche ed autofiorenti.

Le varietà fotoperiodiche richiedono un cambiamento nel loro ciclo di luce per iniziare a fiorire. Un ciclo di almeno 16 ore di luce e 8 di buio le manterrà in fase di crescita vegetativa. Per forzarle a fiorire, dovrete ridurre il ciclo a 12 ore di luce accesa e 12 spenta fino al momento del raccolto.

Le varietà autofiorenti non richiedono un cambiamento nel ciclo di luce per iniziare a fiorire, come descritto nel loro nome. Queste varietà crescono molto più velocemente e potete aspettarvi di raccoglierle dopo 8–10 settimane dalla germinazione.

Come vengono ibridati i semi di marijuana terapeutica?

I breeder creano le varietà di cannabis terapeutica ad alto contenuto di CBD perfezionando nel tempo i profili di cannabinoidi delle piante. La maggior parte delle varietà di cannabis contiene già una certa quantità di CBD ma, attraverso l’ibridazione selettiva, i coltivatori riescono ad incrociare le varietà ricche di CBD creando quantità ancora più elevate di cannabidiolo nella progenie.

Alcuni anni fa, un gruppo di breeder pionieristici riuscì a stabilizzare le varietà ad alto contenuto di CBD ed iniziò ad incrociarle con altre genetiche di distinte qualità desiderabili. Ad esempio, i breeder della Royal Queen Seeds incrociarono la Diesel CBD con un’Asia CBD Auto per creare la Solomatic CBD, un’autofiorente veloce e resistente particolarmente ricca di CBD.

Ma dov'è iniziato tutto questo? Molti dei semi di cannabis terapeutica ad alto contenuto di CBD oggi disponibili sul mercato derivano dalla stessa varietà, ovvero dalla Juanita la Lagrimosa. Questa leggendaria varietà ha guadagnato notorietà dopo la sua apparizione agli eventi della High Times Cannabis Cup. Dopo aver assistito al suo successo, i breeder inviarono alcuni campioni ad un laboratorio, scoprendo che possedeva livelli di CBD del 22% (una caratteristica del tutto nuova all’epoca).

I breeder della Royal Queen Seeds hanno utilizzato la Juanita la Lagrimosa come varietà generica per creare un gruppo di nuove cultivar ad alto contenuto di CBD, tra cui:



Come vengono ibridati i semi di marijuana terapeutica?

Legalità dei semi di cannabis terapeutica

I nostri clienti ci chiedono spesso se la coltivazione dei semi di cannabis terapeutica sia legale nel loro Paese. Tecnicamente, alcuni dei nostri semi di cannabis terapeutica sono legali da coltivare secondo le normative vigenti in alcune nazioni. Ad esempio, i cittadini svizzeri possono coltivare piante con concentrazioni di THC inferiori all’1%. Le leggi dell’Unione Europea consentono la coltivazione della canapa a condizione che le piante contengano meno dello 0,2% di THC e molti Paesi europei rispettano queste regole.

Sebbene ci siano varietà come la Royal CBG Automatic con livelli di THC fino allo 0,09%, le concentrazioni di sostanze fitochimiche della cannabis sono soggette alle condizioni ambientali in cui crescono le piante. L’espressione di molecole come il THC ed alcuni terpeni può aumentare a causa di diverse variabili, il che significa che, se le piante dovessero mai superare la soglia legale, il coltivatore starà tecnicamente infrangendo le leggi.

Inoltre, alcuni Paesi dell’UE consentono solo la coltivazione di semi certificati quando si tratta di coltivare canapa.

Rapporti di cannabinoidi: Qual è il loro significato?

Come accennato, ci sono oltre 100 cannabinoidi nella pianta di cannabis ed ogni molecola influenza il corpo in modo leggermente diverso. Le nostre varietà di cannabis terapeutica offrono diversi cannabinoidi che raramente si trovano altrove. Date un’occhiata a questo breve riassunto sui cannabinoidi:

THC

Il cannabinoide psicotropo alla base dello sballo della cannabis

CBD

Un cannabinoide non psicotropo che offre un effetto rilassante e mentalmente lucido

CBG

Conosciuto come “la madre di tutti i cannabinoidi”, questa molecola non psicotropa funge da precursore del THC e del CBD e fornisce un effetto rilassante

CBDV

Studi in corso stanno esplorando il potenziale neuroprotettivo di questo cannabinoide

Rapporti di cannabinoidi delle varietà di cannabis terapeutica

Ciascuna delle nostre varietà di cannabis terapeutica offre un diverso rapporto di cannabinoidi. Ad esempio, le nostre varietà bilanciate presentano un rapporto CBD:THC di 1:1, mentre le nostre varietà ad alto contenuto di CBD possono avere un rapporto per un massimo di 21:1.

  • Rapporto 1:1

Queste varietà offrono un effetto equilibrato. Sentirete un leggero sballo, ma le grandi quantità di CBD vi manterranno vigili e funzionali. I nostri semi di cannabis terapeutica con rapporto 1:1 includono: 

Medical Mass Painkiller XL
Euphoria Stress Killer
Fast Eddy Royal Highness
Dance World
  • Rapporto 3:2

Queste varietà si discostano leggermente dall'equilibrio 1:1, offrendo livelli più elevati di CBD e, quindi, fornendo un effetto più lucido a livello mentale. Tuttavia, sentirete ancora un leggero sballo a livello cognitivo indotto dal THC presente nelle infiorescenze. Finora, la Royal Medica rimane la nostra unica opzione per i coltivatori alla ricerca di questo rapporto.

  • Rapporto 5:1

Le cultivar con questo rapporto forniscono un effetto completamente funzionale e contengono cannabinoidi molto ricercati. Queste varietà includono:

  • Rapporto 15:1

I livelli di CBD continuano a salire! Scoprite le nostre varietà 15:1:

  • Rapporto 17:1

La nostra varietà di cannabis terapeutica Purplematic CBD offre grandi quantità di CBD, con un rapporto 17:1.

  • Rapporto 21:1

Solomatic CBD è in cima alle classifiche delle varietà più ricche in cannabidiolo, con un impressionante rapporto di 21:1. Aspettatevi un effetto lucido e rilassante.

Perché i terpeni sono così importanti?

I cannabinoidi non sono le uniche molecole a determinare gli effetti delle varietà di cannabis terapeutica. Anche i terpeni svolgono un ruolo importante. Queste molecole aromatiche sono alla base degli odori e dei sapori caratteristici delle singole cultivar, dalle note fruttate e floreali agli odori che ricordano la benzina.

Ma anche i terpeni determinano in parte l’effetto di ogni varietà. Ad esempio, due varietà con gli stessi livelli di CBD possono produrre effetti molto diversi a causa dei loro profili terpenici. Alcuni terpeni, come il mircene, sono più rilassanti, mentre altri, come il limonene, stimolano la mente ed ispirano creatività. Tenetene sempre conto al momento di selezionare dei semi di cannabis terapeutica nella speranza di ottenere un effetto specifico.

Come coltivare cannabis terapeutica partendo da seme

Una volta acquistati i semi di cannabis terapeutica, è ora di iniziare a coltivare! Date un’occhiata alla nostra breve guida per avere un’idea generale di come farlo.

Soil
Tipo di terreno

Per prima cosa, dovete abbinare il tipo di terreno alla varietà che intendete coltivare. Le varietà fotoperiodiche preferiscono i terreni più fertili e ricchi di nutrienti, mentre le autofiorenti prediligono un terreno più leggero e soffice meno ricco di sostanze nutritive.

Germinating
Germinazione

I semi di cannabis terapeutica impiegano dai 3 ai 7 giorni per germinare e sviluppare il fittone. Per germinare, avete alcune opzioni:

  • Metodo del tovagliolo di carta inumidito
  • Seminare direttamente nel terreno
  • Blocchetti di lana di roccia
  • Easy Start
Vegetative
Fase vegetativa

Durante la fase vegetativa, le piante di cannabis terapeutica sviluppano foglie a ventaglio di grandi dimensioni per aumentare la loro fotosintesi. Durante questo ciclo di crescita, trapiantate le vostre piantine in vasi più grandi, mettetele sotto una luce potente e concimatele con fertilizzanti specifici per la fase vegetativa. Le varietà fotoperiodiche richiedono un ciclo di illuminazione di almeno 16 ore di luce e 8 di buio per essere mantenute in fase vegetativa. Per aumentare i raccolti e rendere le altezze più gestibili, potete considerare qualche **tecnica di training durante la crescita vegetativa. 

Flowering
Fase di fioritura

Le autofiorenti hanno la capacità di passare alla fase di fioritura senza richiedere alcun intervento. Le varietà fotoperiodiche devono essere invece forzate per avviare la fioritura, riducendo il ciclo di illuminazione a 12 ore di luce accesa e 12 spenta. Questo imiterà il cambiamento delle stagioni all’aperto e costringerà le piante a riprodursi. A questo punto, dovrete passare ai concimi specifici per fioritura, poiché le vostre piante richiederanno meno azoto e più fosforo e potassio.

Flushing
Lavaggio delle radici e raccolto

Interrompete la concimazione due settimane prima del raccolto per lavare le radici delle vostre piante di cannabis terapeutica. Questo le incoraggerà a metabolizzare i fertilizzanti immagazzinati nei tessuti, ottenendo un fumo molto meno irritante con sapori più buoni. Raccogliete le vostre piante di cannabis e ripulite le cime adottando il metodo di trimming ad umido o a secco.

Dry and cure
Essiccazione e concia

Dopo aver raccolto le vostre cime, dovrete essiccarle e conciarle per ridurre al minimo il rischio di muffe e migliorare considerevolmente il loro sapore.

Come fare dell'olio di CBD con le varietà di cannabis terapeutica

Adesso che avete una scorta di cime di cannabis terapeutica appena raccolte, potete usarle per creare oli ed estratti. Per creare il vostro olio di cannabis terapeutica, seguite le brevi indicazioni qui di seguito. La maggior parte degli oli di CBD disponibili al giorno d'oggi viene estratta usando CO₂ e diluita in oli edibili. La ricetta presentata qui sotto, usa invece alcol ed evaporazione per creare un olio di cannabis terapeutica crudo e non diluito.

Strumenti ed ingredienti

  • 45g di cime di cannabis terapeutica decarbossilate
  • 2l di etanolo (o alcol isopropilico al 99%)
  • 2 ciotole di grandi dimensioni
  • Una garza o tela in stamigna
  • Cuociriso
  • Siringa
  • Graffetta per fogli
  • Accendino
  • Cucchiaio di legno
Come fare dell'olio di CBD con le varietà di cannabis terapeutica

Procedimento

  1. 1. Mettete le vostre cime in una ciotola ed immergetele in etanolo. Mescolate delicatamente con un cucchiaio di legno per tre minuti.

  2. 2. Filtrate la soluzione nell’altra ciotola attraverso la garza o la stamigna.
  3. 3. Posizionate il cuociriso in un’area ben ventilata e versate al suo interno la soluzione.
  4. 4. Impostate il cuociriso ad una temperatura tiepida e controllate ogni ora fino a completa evaporazione di tutto il solvente. Questo può richiedere fino a 24 ore, a seconda della quantità di solvente utilizzato.
  5. 5. Immergete l’estremità di una graffetta nell’estratto e spostatevi in un’altra stanza lontano dal vapore fluttuante nell'aria. Avvicinate la fiamma dell'accendino alla punta della graffetta imbevuta. Qualsiasi scintilla indicherà la presenza di residui di solvente e, di conseguenza, dovrete cuocere la soluzione per qualche minuto in più.
  6. 6. Quando tutte le tracce di solvente saranno scomparse, utilizzate la siringa per trasferire l’olio in flaconi contagocce per un facile utilizzo e conservazione.
External Resources:
  1. Therapeutic Effects of Cannabis and Cannabinoids - The Health Effects of Cannabis and Cannabinoids - NCBI Bookshelf https://www.ncbi.nlm.nih.gov
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.