Scopri di quanto sole ha bisogno la tua pianta di cannabis e come sfruttarlo al meglio.

Più c’è luce solare, meglio è: questa è la regola d'oro per coltivare l’erba outdoor. Sfortunatamente, non tutti hanno accesso ad una terrazza, balcone, patio o giardino che riceve il pieno sole tutto il giorno. In questo articolo, daremo uno sguardo più da vicino al rapporto appassionato dell'erba con il sole e ti mostreremo di quanta luce solare hanno bisogno le tue piante outdoor per produrre un ottimo raccolto.

Perché la Cannabis ha Bisogno della Luce Solare?

Attraverso il potere della fotosintesi, le piante di cannabis trasformano l'energia luminosa del sole in energia chimica per alimentare la loro crescita. Le tue piante d’erba usano l'energia che assorbono dal sole per convertire l'acqua, l'anidride carbonica ed i minerali che ottengono dal loro ambiente in ossigeno e zuccheri ricchi di energia per sviluppare radici, rami e fogliame sano.

Qual è la Differenza tra la Luce Solare e Quella Artificiale delle Lampade da Coltivazione?

Il fatto che la luce del sole “superi” le luci artificiali per la coltivazione è un dibattito secolare nella comunità della cannabis, con legioni orgogliose e leali su entrambi i fronti. A RQS, siamo fermamente convinti che non ci sia alcun sostituto per Madre Natura, ma comprendiamo che coltivare indoor sotto le luci artificiali ha anche molti vantaggi.

Personalmente, amiamo coltivare sotto il sole perché è gratuito e semplicemente non esiste una lampada industriale in grado di replicare la sua potenza. Tuttavia, fornire alle piante di cannabis 10–12 ore di luce solare ininterrotta può essere difficile per il coltivatore domestico medio, specialmente quando stai cercando di tenere le tue piante fuori dalla vista di occhi indiscreti.

È qui che la coltivazione indoor splende davvero: non solo ti permette di coltivare in modo privato, ma coltivare sotto le lampade ha anche l'ulteriore vantaggio nel darti un controllo maggiore sull'ambiente e sul ciclo di luce della tua pianta.

Di Quanta Luce Solare Hanno Veramente Bisogno le Piante di Cannabis?

Le piante di cannabis sono più felici quando ricevono tra le 10–12 ore di luce solare diretta al giorno. Come avrai probabilmente visto con i tuoi occhi, le piante d’erba crescono molto vigorosamente e quindi hanno bisogno di una tonnellata di energia solare per alimentare la loro crescita.

Tuttavia, è possibile coltivare piante di cannabis sane outdoor con un minimo di 6 ore di luce solare ininterrotta. Tieni presente che queste piante cresceranno più lentamente e quindi potrebbero produrre raccolti più leggeri e di qualità inferiore rispetto alle piante che ottengono quantità ottimali di luce solare.

Di Quanta Luce Solare Hanno Veramente Bisogno le Piante di Cannabis?
Di Quanta Luce Solare Hanno Veramente Bisogno le Piante di Cannabis?

Si Può Coltivare la Cannabis all’Aperto con la Luce Solare Indiretta?

Leggi alcuni forum di coltivazione e troverai molti coltivatori che giurano di essere riusciti a raccogliere con solo 1 o 2 ore di luce solare diretta al giorno. Dopo tutto, la cannabis è una pianta resistente che può sopportare delle condizioni piuttosto difficili quando cresce in natura.

Tuttavia, quando coltivi l’erba in casa, dovrai fornirle le condizioni ottimali per massimizzare le dimensioni e la qualità dei tuoi raccolti. Se crescono all'ombra, le tue piante cercheranno di raggiungere il sole sviluppando rami lunghi e sottili, pochi siti per le cime e fiori leggeri ed ariosi, con un contenuto di resina inferiore.

Quando Fioriscono le Piante di Cannabis Outdoor?

Outdoor, le piante di cannabis a fotoperiodo fioriranno dopo il solstizio d'estate, quando le giornate si accorciano e le notti si allungano. Nell'emisfero settentrionale, ciò avviene gradualmente dopo il solstizio di giugno che, a seconda dell'anno, solitamente si verifica il 20 o il 21 giugno. Nell'emisfero meridionale, le piante di cannabis inizieranno gradualmente a fiorire dopo il solstizio di dicembre, che si verifica il 20 o 21 dicembre.

Tieni presente che le piante outdoor inizieranno a fiorire gradualmente, poiché le ore diurne diminuiranno molto più gradualmente rispetto alla coltivazione indoor, dove indurrai le tue piante dalla fase vegetativa a quella di fioritura con il semplice tocco di un interruttore.

C'è Differenza tra la Luce Solare nell'Equatore e negli Emisferi?

Sì, c'è una grande differenza tra la luce solare negli emisferi e nell'equatore (o le zone intertropicali tra i Tropici del Cancro e Capricorno).

Data l'orbita terrestre, i suoi poli si inclinano verso il sole durante diversi periodi dell'anno: l'emisfero settentrionale è il più vicino al sole durante il solstizio di giugno, mentre l'emisfero meridionale è il più vicino al sole durante il solstizio di dicembre. Più un polo è vicino al sole, più luce solare diretta riceve e più lunghi saranno i giorni nell'emisfero corrispondente.

Tuttavia, l'equatore rimane continuamente alla stessa distanza dal sole. Quindi, riceve 12 ore di luce solare costanti durante tutto l'anno.

C'è Differenza tra la Luce Solare nell'Equatore e negli Emisferi?

Quando Coltivare e Raccogliere la Cannabis nell’Emisfero Settentrionale e Meridionale

Solitamente, in base alla loro posizione, i coltivatori outdoor nell'emisfero settentrionale germinano i loro semi tra la primavera e l'inizio dell'estate. Ad esempio, lungo la penisola iberica i coltivatori potrebbero iniziare all'inizio di marzo e riuscire a coltivare due raccolti completi di autofiorenti entro agosto. Tuttavia, più a nord, i coltivatori dovranno iniziare un po' più tardi per evitare gelate, pioggia, grandine o altre condizioni sfavorevoli.

D’altro canto, i coltivatori nell'emisfero australe potrebbero dare il via alle loro coltivazioni già a settembre e in genere raccoglieranno tra marzo o maggio, anche se alcune sativa potrebbero essere pronte all'inizio di giugno (a seconda della genetica e del clima locale).

Quando si coltiva all'aperto, è importante sapere con quale genetiche stai lavorando e come risponderanno ad essere piantate durante i diversi periodi della stagione. Ad esempio, se stai coltivando delle sativa grandi potresti voler iniziare la coltivazione un po' più tardi per evitare che le piante diventino troppo grandi. D’altro canto, se stai lavorando con autofiorenti veloci, cerca di mettere i tuoi semi nel terreno il prima possibile per spremere due raccolti in una singola stagione di crescita.

Come Coltivare l’Erba Outdoor Lungo l'Equatore e Tropici

Come accennato in precedenza, le aree lungo l'equatore ricevono 12 ore di luce solare costante durante tutto l'anno. Se sei abbastanza fortunato da vivere in una zona situata sull'equatore, potresti essere in grado di coltivare cannabis all'aperto tutto l'anno (ovviamente, tempo permettendo). In queste aree, le varietà a fotoperiodo potrebbero comportarsi in modo simile alle autofiorenti, fiorendo automaticamente una volta raggiunta la maturità.

D’altro canto, i Tropici del Capricorno e Cancro riceveranno rispettivamente fino a 10,5 e 13,5 ore di luce solare al giorno dopo il solstizio estivo ed invernale. In queste aree, potresti anche essere in grado di coltivare cannabis tutto l'anno e, a seconda del tempo, potresti scoprire che le tue varietà a fotoperiodo fioriscono in base all'età piuttosto che ad un cambiamento nel ciclo della luce.

Comprendere le Varietà di Cannabis Tropicali

Sebbene la cannabis possa avere le sue radici in Asia, la pianta è riuscita a diffondersi ed adattarsi (grazie all'aiuto degli umani) a quasi ogni angolo del mondo. Le varietà che si sono adattate al clima e ciclo di luce singolare dei tropici e dell'equatore, tipicamente germinano molto prima di quelle che si sono adattate a crescere più a nord o a sud. Possono anche rimanere nella fase vegetativa per molto più a lungo e persino continuare a sviluppare il fogliame mentre fioriscono, portandole a produrre cime allungate ed ariose.

Ricorda solo che, sebbene le varietà a fotoperiodo equatoriali possano comportarsi in modo simile alle autofiorenti, non sono vere autofiorenti. Le varietà autofiorenti contengono geni specifici della Cannabis ruderalis che le fa fiorire in base ai cambiamenti ormonali innescati dall'età. Le varietà equatoriali a fotoperiodo non hanno questo gene, quindi la loro fioritura potrebbe ancora essere innescata da lievi cambiamenti (anche minimi, come potrebbero essere lungo l'equatore o ai tropici).

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.