By Luke Sumpter

Report di coltivazione della HulkBerry Automatic

Report di coltivazione della HulkBerry Automatic

Velocità. Potenza. Sapore. La HulkBerry Automatic risponde a tutti questi requisiti ed è per questo che ho deciso di mostrarti uno dei tanti modi per coltivare questa pianta. Dai un’occhiata a questo approfondito report di coltivazione per un’analisi settimana per settimana di come ho raggiunto un raccolto più che soddisfacente. Parleremo di formule nutritive, programmi di irrigazione, illuminazione e molto altro.

Report di coltivazione della HulkBerry Automatic: Attrezzature

Per coltivare la HulkBerry Automatic ho deciso di adottare una prospettiva indoor ad alta discrezione. All'interno di un grow box chiuso, ho cercato di farla crescere fin da subito nel miglior modo possibile usando la seguente attrezzatura:

  • Grow box: Jardin DS120W 120 × 60 × 178cm
  • Lampada: Migro 200+
  • Estrattore d’aria: Blauberg Turbo E 100
  • Ventilatore: Koala - Oscillante
  • Umidificatore: Beurer LB 45
  • Substrato: Miscela di terriccio biologico poco concimato
  • Vaso: Vaso in tessuto geotessile RQS da 11 litri
  • Fertilizzanti: Concimi naturali RQS, BioBizz, estratto di aloe vera, formula a base di amminoacidi, estratto di alghe, estratto liquido di pesce
Video id: 492424477

Report di coltivazione della HulkBerry Automatic: Stadio di plantula (1ª settimana)

Substrato di coltura: Prima di versarlo nel vaso in tessuto, ho mescolato quanto segue in un grande sacco: 10l di terriccio naturale e poco concimato per autofiorenti; 50g di Easy Boost Nutrizione Biologica e 5g di Easy Roots - Mix di Micorrize.

Germinazione: Per far germinare il seme, ho praticato un foro profondo 3cm al centro della superficie del substrato. Ho aggiunto 1g di micorrize nel buco, poi ho messo il seme ed infine ho coperto il buco con un sottile strato di terriccio. Dopo aver innaffiato fino a saturare il substrato, il germoglio è emerso quattro giorni dopo.

Illuminazione: Una volta piantato il seme, ho installato un paio di lampadine MIGRO 200+ all’interno del mio grow box. Emettono una luce bianca calda che fornisce uno spettro completo di colori, che mi ha permesso di ottenere una crescita sana e lussureggiante. Ho acceso le luci non appena è comparso il germoglio e le ho posizionate a circa 35cm dalla cima della piantina, tenendole accese per 24 ore al giorno durante lo stadio di plantula.

Fertilizzanti: Nei primi istanti di vita, le giovani piantine sfruttano le ultime riserve di nutrienti contenute all’interno del seme. Nella prima settimana di crescita, il terriccio che ho preparato ha fornito alla piantina tutto ciò di cui aveva bisogno. Il 7º giorno dopo la germinazione, ho deciso di concimare la pianta con un cocktail di fertilizzanti per aiutarla a mantenere un modello di crescita sano e vigoroso. Ho mescolato le seguenti quantità in 1 litro d’acqua:

  • 4ml di estratto di alghe
  • 2ml di formula a base di amminoacidi
  • 2ml di estratto di aloe vera

Ho anche regolato il pH della soluzione a 6,5 usando un piaccametro ed un regolatore di pH naturale.

Ambiente: Per ottimizzare la germinazione, ho mantenuto una temperatura di 26°C ed un’umidità del 60–65% all’interno del grow box.

Stato di avanzamento della pianta: 7 giorni dopo la germinazione, la mia pianta di HulkBerry Automatic ha raggiunto un’altezza di 10cm ed ha sviluppato tre serie di foglie di color verde brillante.

Stadio di plantula (1ª settimana)
Stadio di plantula (1ª settimana)

Report di coltivazione della HulkBerry Automatic: Fase vegetativa (2ª e 3ª settimana)

Dopo una settimana dalla germinazione, la mia pianta ha superato lo stadio di plantula ed è entrata nella fase vegetativa. Durante questo periodo ha iniziato ad ingrossarsi e a sviluppare grandi foglie a ventaglio per assorbire tutta la luce che le stavo fornendo.

2ª settimana

Grazie ad una quantità sufficiente di luce, una concimazione adeguata ed un substrato di coltura ben formulato, la pianta ha raddoppiato le sue dimensioni durante la prima settimana di fase vegetativa.

Illuminazione: Ho lasciato accese le luci per 24 ore al giorno, mantenendo una distanza di 35cm tra la sorgente luminosa e la parte superiore della chioma (regolando l’altezza della lampada man mano che la pianta cresceva).

Fertilizzanti: Ho deciso di concimare la pianta il 3º ed il 7º giorno di questa settimana. Ho aumentato le concentrazioni di nutrienti per stare al passo con la crescente richiesta della pianta:

  • 2ml di formula a base di amminoacidi
  • 2ml di estratto di aloe vera
  • 2ml di estratto liquido di pesce

Ancora una volta, ho regolato il pH a 6,5 ed ho innaffiato il substrato di coltura fino al punto di saturazione. Ho anche somministrato 0,5l di acqua ogni 24 ore per mantenere la pianta idratata e turgida.

Ambiente: Mantenendo all'interno del grow box una temperatura di 27°C ed un’umidità relativa del 60%, la pianta è cresciuta forte e sana.

Stato di avanzamento della pianta: Alla fine di questa settimana, la mia pianta di HulkBerry Automatic era alta 20cm ed aveva sviluppato già una fitta chioma di foglie a ventaglio completamente formate e sane.

Fase vegetativa (2ª settimana)
Fase vegetativa (2ª settimana)

3ª settimana

Dalla terza settimana in avanti, il ritmo di crescita è aumentato considerevolmente. La mia pianta ha più che raddoppiato la sua altezza, ha sviluppato nuovi rami e foglie ed ha iniziato a mostrare segni di pre-fioritura.

Illuminazione: Ho tenuto le luci accese 24 ore al giorno per massimizzare la fotosintesi. Ciò ha permesso alla pianta di aumentare di dimensioni in un breve lasso di tempo. Man mano che la pianta cresceva verso l’alto, ho continuato a mantenere una distanza di 35cm tra la lampada e la chioma.

Fertilizzanti: La mia strategia di concimazione è rimasta simile a quella della 2ª settimana ed ho continuato a regolare il pH dell’acqua allo stesso modo. Tuttavia, ho smesso di innaffiare ogni 24 ore ed ho iniziato a farlo solo quando i primi 5cm di substrato erano asciutti. Ho anche aggiunto 1,5ml di calcio e magnesio ad ogni litro di soluzione, come manovra preventiva per evitare potenziali carenze.

Ambiente: Ho mantenuto una temperatura di 27°C nel grow box, ma ho deciso di ridurre l’umidità al 55% man mano che mi avvicinavo alla fase di fioritura.

Stato di avanzamento della pianta: Alla fine della fase vegetativa, la mia pianta ha raggiunto i 45cm d’altezza ed ha iniziato a produrre pre-fiori visibili su molti nodi. La pianta sembrava completamente sana e continuava a sviluppare una chioma cespugliosa, pronta per iniziare ad accogliere i fiori.

Fase vegetativa (3ª settimana)
Fase vegetativa (3ª settimana)

Report di coltivazione della HulkBerry Automatic: Fase di fioritura (dalla 4ª alla 9ª settimana)

E qui le cose hanno iniziato a farsi più interessanti! Mentre osservavo come i pre-fiori iniziavano rapidamente a gonfiarsi, ho pensato ai grandi progressi fatti dalle autofiorenti negli ultimi anni.

4ª e 5ª settimana

Per facilitare la vita alla mia pianta appena entrata in fioritura, ho cambiato la mia strategia. In primo luogo, ho ridotto le ore di luce ed ottimizzato la concimazione per stimolare una fioritura sana ed esuberante.

Illuminazione: Ho modificato il ciclo di luce a 20 ore accesa e 4 ore spenta. Ciò ha dato alla pianta un’esposizione alla luce più che sufficiente per mantenere ottimale la fotosintesi ed iniziare a produrre le cime. Tuttavia, le 4 ore senza luce hanno dato alla pianta un breve intervallo di tempo per dirigere l’energia accumulata verso la crescita e lo sviluppo dei fiori. Ho continuato a mantenere una distanza di 35cm tra la lampada e la parte superiore della chioma.

Fertilizzanti: Ho cambiato le sostanze nutritive, aggiungendo più fosforo e potassio alla miscela. Le piante di cannabis hanno bisogno di livelli maggiori di questi macronutrienti vitali per formare cime grandi e sane. In 1 litro d’acqua ho aggiunto:

  • 1,5ml di formula calcio/magnesio
  • 2ml di formula a base di amminoacidi
  • 2ml di estratto di aloe vera
  • 2ml di estratto di barbabietola da zucchero
  • 2ml di miscela di fertilizzanti per la fioritura
  • 2ml di estratto di alghe

Ho applicato questa miscela una volta all’inizio della 4ª settimana e di nuovo all’inizio della 5ª. Tra una concimazione e l’altra, ho saturato il substrato con acqua normale ogni volta che i primi 5cm di terriccio si asciugavano completamente, per evitare sovrairrigazioni.

Ambiente: Durante la 4ª e la 5ª settimana, il grow box ha mantenuto un calore costante di 27–28°C, vicino al limite massimo tollerato dalla cannabis. Tuttavia, coltivare nei mesi estivi comporta anche questo inconveniente. Il mio ventilatore ha aiutato ad impedire che le temperature aumentassero ulteriormente. Sono anche riuscito a mantenere un’umidità del 55% usando il mio umidificatore.

Stato di avanzamento della pianta: I terpeni della mia pianta di HulkBerry Auto hanno iniziato a sprigionare delicati profumi ed ogni volta che aprivo la porta del grow box ne venivo piacevolmente inebriato. All’inizio della 5ª settimana ho iniziato a defogliare un po’ la pianta, asportando le foglie vicino alla sommità della chioma per aumentare la penetrazione della luce. Alla fine della 5ª settimana, la pianta era alta 100cm.

Fase di fioritura (4ª settimana)
Fase di fioritura (4ª settimana)
Fase di fioritura (5ª settimana)
Fase di fioritura (5ª settimana)

6ª e 7ª settimana

La mia pianta di HulkBerry Auto ha iniziato ad allungarsi e ad aumentare le dimensioni durante la 6ª e la 7ª settimana. Per aiutare questa folta chioma a ricoprirsi di cime, ho aumentato la potenza della formula concimante.

Illuminazione: Ho mantenuto un programma di illuminazione di 20 ore di luce accesa e 4 ore spenta. L’uso di un timer ha semplificato il processo.

Fertilizzanti: Ho usato le stesse sostanze nutritive di prima, ma ho aumentato le quantità quando i fiori hanno iniziato a crescere. Ho anche aggiunto una soluzione liquida con acidi umici e fulvici per alimentare ulteriormente la fioritura. La mia formula era all’incirca così:

  • 1,5ml di formula calcio/magnesio
  • 4ml di formula a base di amminoacidi
  • 4ml di estratto di aloe vera
  • 3ml di estratto di barbabietola da zucchero
  • 3ml di miscela di fertilizzanti per la fioritura
  • 3ml di estratto di alghe
  • 1ml di soluzione liquida con acidi umici e fulvici

Il 1º giorno della 6ª settimana ho innaffiato la pianta con una formula di calcio/magnesio ed ho regolato il pH a 6,5 ancora una volta. Ho provveduto ad applicare il resto dei nutrienti il 5º giorno della 6ª settimana ed ho ripetuto lo stesso regime di concimazione durante la 7ª settimana.

Ambiente: Arrivati nel pieno dell'estate, il caldo si è rivelato una vera e propria sfida. Ho impostato il ventilatore e l’estrattore al massimo, ma la temperatura non scendeva sotto i 29°C. Tuttavia, la pianta ha continuato a crescere bene. Anche l’umidità ha iniziato a dare qualche problema. Facevo fatica a tenerla sotto il 60%. Ho iniziato a valutare se installare un deumidificatore per ridurre il rischio di muffe.

Stato di avanzamento della pianta: La mia pianta ha raggiunto i 117cm alla fine della 6ª settimana. Le cime iniziavano ad ingrossarsi e l’aroma era sempre più forte.

Fase di fioritura (6ª settimana)
Fase di fioritura (6ª settimana)
Fase di fioritura (7ª settimana)
Fase di fioritura (7ª settimana)

8ª settimana

Illuminazione: Ho mantenuto le stesse condizioni di luce durante l’8ª settimana, mantenendo la sorgente luminosa a 35cm sopra la chioma. A questo punto, la pianta aveva praticamente smesso di crescere e, di conseguenza, ho smesso di regolare l'altezza della lampada.

Fertilizzanti: Ho interrotto la concimazione durante tutta l’8ª settimana per iniziare il lavaggio delle radici. Limitando l’apporto di sostanze nutritive, le cime sono costrette ad esaurire tutte le loro riserve. Secondo alcuni, questo passaggio rende il fumo/vapore più saporito e vellutato.

Ambiente: Ho continuato ad avere problemi di temperatura ed umidità. Tuttavia, la mia pianta continuava ad avere un aspetto sano, senza mostrare segni di muffa (nonostante temperature di 28°C ed umidità del 60%). A questo punto, ho deciso di intervenire installando un deumidificatore.

Stato di avanzamento della pianta: La HulkBerry Auto si è fermata a 117cm d’altezza. Ho asportato le foglie ingiallite più basse ed eliminato una buona quantità di foglie dalle parti superiori della chioma per illuminare il maggior numero di cime. Tutte le infiorescenze si erano ingrossate e l’aroma era diventato molto forte quando aprivo la porta del grow box.

Fase di fioritura (8ª settimana)
Fase di fioritura (8ª settimana)

9ª settimana

Ultima settimana! In questo periodo ho continuato con il lavaggio delle radici. A parte questo, ho lasciato che finisse il suo ciclo praticamente da sola.

Illuminazione: La stessa di prima, cioè 20 ore di luce accesa e 4 ore spenta.

Fertilizzanti: Nessuno. Ho somministrato solo acqua a pH regolato quando il substrato di coltura si asciugava.

Ambiente: Le temperature si sono mantenute intorno ai 28°C. L’umidità alla fine è scesa ad un accettabile 50%, il che ha contribuito a proteggere la pianta dalle muffe.

Stato di avanzamento della pianta: Alla fine, la pianta non ha oltrepassato i 117cm d'altezza. I fiori erano estremamente resinosi, con tricomi di un colore bianco lattiginoso e pistilli che passavano dal bianco all’arancione (due segni inequivocabili che era arrivato il momento di raccogliere).

Fase di fioritura (9ª settimana)
Fase di fioritura (9ª settimana)

Report di coltivazione della HulkBerry Automatic: Raccolta (fine della 9ª settimana)

La HulkBerry Automatic ha superato le mie aspettative! Questa pianta si è riempita di cime durante il suo ciclo di crescita, fornendo un generoso raccolto dopo appena 64 giorni dalla germinazione. Non ho notato segni di malattie, né particolari sintomi di stress, nonostante le fluttuazioni di temperatura ed umidità non fossero ottimali. Alla fine della 9ª settimana, ho tagliato i rami ed ho separato ogni cima prima di metterle ben separate su una rete per essiccare. Dopo l'essiccazione, le ho spostate nei barattoli per quattro settimane di concia, che sono servite a migliorarne i sapori e la corposità. Nel complesso, sono riuscito ad ottenere 60g di cime essiccate da ogni singola pianta di HulkBerry Auto.

Raccolta (fine della 9ª settimana)
Raccolta (fine della 9ª settimana)

Scopri anche tu la HulkBerry Automatic

Dopo aver letto questo report di coltivazione, senti un’irresistibile voglia di provare la HulkBerry Automatic? Ti consiglio vivamente di coltivarla, soprattutto se hai un piccolo spazio indoor. Questo ibrido a crescita rapida produce raccolti abbondanti in pochissimo tempo.

  • Genetica della HulkBerry Automatic

La HulkBerry Automatic nasce da un incrocio tra HulkBerry e Diesel Auto. Questa combinazione ha dato origine ad una progenie con un profilo genetico del 65% sativa, 30% indica e 5% ruderalis. I genitori hanno anche trasmesso alla HulkBerry Automatic la capacità di produrre alte concentrazioni di THC in tempi di crescita relativamente brevi.

  • Caratteristiche di crescita della HulkBerry Automatic

Questa cultivar compatta si rivolge ai coltivatori più discreti. Puoi coltivarla dentro scatoloni o persino secchi convertiti in piccoli grow box. Allo stesso modo, è una candidata perfetta per le colture guerrilla outdoor. Le piante indoor raggiungono un’altezza di 80–120cm e producono raccolti fantastici di 500g/m². Le loro controparti outdoor raggiungono la stessa altezza e producono fino a 150g/pianta. La parte migliore? Devi solo aspettare 8–9 settimane dalla germinazione per raccogliere cime davvero appiccicose.

HulkBerry Automatic
Hulkberry x Diesel Auto
450 - 500 gr/m2
80 - 120 cm
6 - 7 Settimane
THC: 21%
Sativa 65% Indica 30% Ruderalis 5%
100-150 gr/plant
80 - 120 cm
8-9 settimane dopo semina
Confortante, Lucido

Acquista HulkBerry Automatic

  • Sapori ed effetti della HulkBerry Automatic

La HulkBerry Auto vanta enormi quantità di THC per una varietà autofiorente: fino al 21%. La sua genetica a predominanza sativa ed i terpeni rinfrescanti contribuiscono a creare uno sballo perfetto per le sessioni diurne. Una volta raggiunto l’effetto desiderato, il delizioso sapore di agrumi, gasolio e frutta permarrà a lungo sulle tue papille gustative.

HulkBerry Automatic: Una varietà per tutti

La HulkBerry Automatic è una straordinaria varietà con cui esordire nel mondo della coltivazione della cannabis. È resistente ai parassiti e alle malattie, produce raccolti nel giro di poche settimane e non richiede troppe cure. Inoltre, i suoi livelli di THC sono all’altezza di quelli di molte varietà fotoperiodiche ed i suoi terpeni la rendono una delle varietà più saporite in circolazione. Se stai cercando una varietà compatta e dalla crescita accelerata, devi provarla.